domenica 29 giugno 2014

QUALE CT?



Le polemiche che hanno seguito la nostra invereconda eliminazione dal mondiale hanno dimostrato, per l’ennesima volta, come la cultura della sconfitta, sia sconosciuta in questo paese.
Non ho certo simpatie per Balotelli, ma non mi pare che siamo usciti dai mondiali per colpa esclusivamente sua e non ho mai visto un capitano accusare, pubblicamente, alcuni suoi compagni come ha fatto Buffon
Si vince e si perde in 23, certe situazioni vanno risolte, anche in modo “animato”, all’interno di uno spogliatoio.
Al limite se hai cose da dire le dici PRIMA e mai DOPO quando e’ troppo facile farlo.
Fra l’altro, oramai in questo tutti contro tutti c’e’ anche la voce sulle motivazioni, che ritengo personalmente misteriose, delle convocazioni di Paletta, Cassano e Parolo.
In quale squadra giocano?
Per quale squadra lavora il figlio di Prandelli?
Detto questo chiudiamo la pagina di questi penosi, per noi, mondiali e guardiamo avanti.
Si e’ gia’ aperto il toto allenatore futuro.
La prima domanda e’; ma serve davvero uno che voglia allenare una nazionale o cio’ che occorre e’ un selezionatore?
Guardando il parco allenatori di questa competizione, balza all’occhio, come gli esordienti siano davvero pochi, quasi tutte le nazionali hanno messo a capo delle loro squadre gente d’esperienza.
C’e’ chi ha optato per vecchi bucanieri come Capello, Tabarez, Del Bosque, Scolari, Pekermann, Hodgson.
Altri si sono affidati a ottimi allenatori che, fra una squadra di club prestigiosa e l’altra, vogliono tirare un po’ il fiato come Van Gaal e Sanpaoli.
Altri ancora a personaggi che preferiscono questo ambito a quello di club come Loeb e Klinsmann.
In Italia, per decenni si e’ optato per tecnici cresciuti nell’ambito della federazione; Valcareggi, Bearzot, Vicini, Maldini.
Il primo ha fatto un secondo posto al mondiale, il secondo l’Ha vinto, il terzo ha vinto un europeo under 21 ed e’ stato semifinalista al mondiale, il quarto ha vinto un europeo under 21.
Gente di bottega, con ingaggi limitati, che ha portato a casa ottimi risultati.
Poi siamo passati ad allenatori sul mercato, la cosa era iniziata bene.
Finale europeo con Zoff e mondiale con Lippi.
Dopodiche i risultati sono iniziati a venire meno.
Il secondo Lippi e’ andato come e’ andato, Donadoni una semifinale europea e Prandelli una finale europea persa.
In una nazionale, un mister che vuole davvero allenare, serve a poco.
Occorre piu’ che altro uno che metta le pedine giuste al posto giusto e che sia un gran motivatore.
Brasile e Argentina badano a non prendere gol e a passare la palla a Neymar e Messi, questo e’ il loro gioco.
Non c’e’ abbastanza tempo per ipotizzare schemi di gioco complicati, bisogna mettere una buona squadra in campo, possibilmente i migliori del ruolo nel loro ruolo e poi far capire loro che quella maglia pesa, in quanto rappresenta tutto un paese.
Sento parlare di Allegri, Mancini, Spalletti ; tutta gente che vuole allenare e non selezionare, poi certo sono a spasso e non disdegnerebbero un’opportunita’ simile, ma non mi sembrano adatti al ruolo.
Sento parlare di Cannavaro e Baggio...cerchiamo di essere seri...
Il mio candidato e’ Guidolin.
Intanto una persona per bene, poi un’ottimo allenatore, quest’anno  ha portato l’Udinese in salvo fra mille difficolta’.
Una squadraccia che in mano ad altri sarebbe sprofondata in B.
Ovviamente ogni anno gli vendono i migliori e alla fine fai legna con cio’ che resta in cascina.
Mi pare che voglia farsi un po’ da parte per tirare il fiato, ecco lo vedrei bene in Nazionale.
Certo, come ha detto Malago’, ci vuole poi un nuovo presidente federale con contro coglioni, che vigili perche’ le guerre civili all’interno di una comitiva mondiale, non si verifichino piu’.
Concludo con qualche dato logistico sui nostri mondiali, che dimostrano, ancora una volta, che malgrado tanti discorsi, siamo sempre il paese del magna magna.
La comitiva italiana era composta da 90 persone, la piu’ numerosa del mondiale.
Mi spiegate a cosa servono 67 persone oltre ai giocatori?
I signorini hanno avuto 90 camere singole a 350 euro a notte….fate un po’ voi i conti.
La Spagna ha soggiornato in 67 camere, la Francia in 50, gli inglesi hanno pagato le loro 150 euro a notte, i tedeschi hanno comperato un resort, investimento che gli restera’ a fine mondiale, e hanno messo le loro 62 persone in 13 casette.
Il video che vedete, che incita il Cile (peccato per ieri...) prima del mondiale, e' stato fatto dai minatori cileni che rimasero imprigionati in miniera per decine di giorni, bellissimo.
P.S. Domani si raduna il Toro per la nuova, lunghissima stagione, mancano ancora 2/3 pedine importanti ma c’e’ ancora tempo.

18 commenti:

  1. e' vero quello che ha detto cassano. Se si fosse vinto il mondiale, i cosiddetti anziani, buffon e de rossi, se lo sarebbero attribuito.
    Dimenticano, buffon e de rossi, che il primo con il costarica ha fatto alcune uscite a vuoto da paura e il secondo non si è praticamente visto.
    Ora che tutta la colpa sia di balotell, che pure col costarica ha sbagliato tutto, fa sorridere, se guardiamo al fatto che in due partite lo squadrone italiano non ha praticamente fatto tirare in porta gli attaccanti, con pirlo lontano km dall'azione e vicino alla linea di difesa. Come è possibile che gli scarsi costaricensi secondo il campione thiago motta, si fa per dire, erano in grado di allestire una difesa alta, con pressing e fuorigioco, e lo squadrone italiano, dopo la cacciata di marchisio si è rintanato nella propria area senza ritegno?

    RispondiElimina
  2. Se il primo a infondere paura è il Ct non si va lontano

    RispondiElimina


  3. Per comprendere i guasti del nazionalismo applicato al calcio può essere utile studiare il caso che ha coinvolto in maniera imbarazzante l’uruguaiano più famoso del pianeta. Non il centravanti Luis Suarez - espulso per quattro mesi da tutti gli stadi dopo avere morsicato con appetito una spalla di Chiellini, la prelibata «chiellina» (copyright del collega Guido Boffo) - ma il suo Presidente e santissimo laico per eccellenza: Pepe Mujica. Il politico che abita in una casetta alla periferia di Montevideo, guida un Maggiolino scassato, ha rinunciato ai nove decimi dello stipendio per darli ai poveri, ha legalizzato le droghe leggere e predica moralità e sobrietà a ogni piè sospinto. Ecco, prendete questa meraviglia d’uomo e mettetelo davanti a un televisore con la sciarpa dell’Uruguay: si trasformerà nel più becero dei fanatici.
    Interpellato sui gusti vampireschi del suo centravanti di riferimento, Pepe ha cominciato col dire che lui di morsi non ne aveva visto neanche mezzo. E comunque «non abbiamo scelto Suarez per fare il filosofo o per le sue buone maniere, ma perché è un calciatore eccellente». Dopo avere derubricato il tentativo di sbranamento a sintomo tollerabile e in fondo simpatico di machismo, il Presidente Buono y Giusto ha intonato la solita canzonetta vittimista, lamentando contro l’incolpevole roditore l’esistenza di una bieca campagna di screditamento, volta a privare l’Uruguay del suo giocatore più forte. E la sobrietà, Pepe? E la moralità? Tale è la delusione che verrebbe voglia di prenderlo a morsi.

    MASSIMO GRAMELLINI

    RispondiElimina
  4. Gli uomini, nel senso di genere maschile, quando non tira più.....
    Fanno due cose: o rompono i coglioni a chi come me lavora nei cantieri con domande e osservazioni di ogni tipo, oppure si infervora per il calcio.
    Il presidente Pepe non so' se rientra nel primo tipo di arzilli vecchietti, sicuramente rientra nel secondo.
    Sono certo che una intelligenza brillante come la sua e una umanità così' sensibile sarebbe meglio riposta a soddisfare qualche sua spasimante.
    Certo come uomo non ' bello ma è' sicuramente carismatico...
    Dai Pepe, prendi la pillolina blu' e vai sicuro che ti rilassi.

    RispondiElimina
  5. In questo momento sono al centro commerciale del porto di Zena. Devo prendere un ragazzo che arriva da Palermo e portarlo a Ventimiglia. Che voglia di Sardegna che ho. . .

    RispondiElimina
  6. Se non altro perché Guidolin praticando ciclismo dovrebbe sapere cosa vuol dire fare fatica. Sempre restando nel calcio ho sentito di un giocatore (credo del Nord Europa) che lo hanno mandato via dal Palermo perché per andare dietro le donne salts gli allenamenti anche se in campo non si risparmia. Credo sia stato preso da una squadra inglese.pedro68.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maradona faceva le stesse cose, ma poi ti faceva vincere le partite.

      Elimina
  7. Ciao Milco, passata domenica da alluvionati in quel di Milano...dici Guidolin? Bah...due anni fa sarei stato d'accordo ma ora non ti pare un po" uscito fuori di testa? sempre più frequenti le sue crisi di nervi e/o panico, molti malori nel dopo partita, si vede che è un uomo in difficoltà. ..non mi pare il manico giusto...io vorrei Ventura o un allenatore straniero tipo Hiddink, uno che non avrebbe obblighi verso procuratori amici, società in cui lavorano parenti, vecchie guardie e presunti giovani rampanti da lanciare 'per forza', insomma uno che semplicemente selezionasse i migliori sia che abbiano 37 anni che 17...sto guardando Grecia Costa Rica...partitaccia ...sino ad ora meglio il vecchio cuore greco...a proposito dicono che il paese centroamericano sia il più felice al mondo...boh...lo visitai qualche anno fa in periodo depressione cubana non mi disse granché, buona serata da Marco...p.s. mi è giunta una mail da una vecchia amica avanera su come stia peggiorando la situazione criminalità nella capitale in uno dei prossimi tuoi articoli su Cuba vorrei postarla..ariciao

    RispondiElimina
  8. Sono arrivato ieri sera in questa struttura nell'entroterra di Ventimiglia, l'80% sono olandesi, godevano come ricci, qua' e' tutto arancione...
    Ventura no sirve, ha bisogno di anni per mettere in pratica il suo gioco fatto di 60 passaggi per superare la meta' campo.
    Mandami via mail lo scritto che ci facciamo un bel post.
    orienteavana@libero.it

    RispondiElimina
  9. finale olanda- francia spero con vittoria orange.alla faccia delle sud-americane.paolino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'importante che non vinca il brasile...

      Elimina
  10. Certo che il Costarica ai quarti. . .

    RispondiElimina
  11. Germania-Francia gran partita.

    RispondiElimina
  12. Anch'io vedrei molto bene Guidolin...secondo me l'allenatore più sottovalutato degli ultimi anni...sarebbe un giusto premio alla sua carriera,che a mio parere,in base alle squadre che ha allenato...è stata ottima...blanco 79

    RispondiElimina
  13. Mi sarebbe piaciuto vederlo in una grande, ma non credo abbia abbastanza santi in paradiso caro Blanco.

    RispondiElimina