giovedì 31 luglio 2014

CUBA E BASTA?


C'e' stato un tempo in cui numeravo i miei viaggi a Cuba, poi ho smesso.
La ragione e' molto semplice, non li consideravo piu' viaggi di vacanza ma semplicemente il raggiungere un luogo in cui passavo una buona parte dell'anno.
In pratica una sorta di seconda casa.
Prima di Cuba, ma anche durante Cuba, ci sono stati tanti altri viaggi e tanti altri luoghi.
Per lavoro ci sono state, due volte, le Maldive, le Seychelles, Tobago, Honduras, Caicos, Grecia e Spagna.
In piu' tutta una serie di altri viaggi, tipo quello in Thai, diciamo per...diletto.
Da qualche anno pero' il mio muovermi dall'Italia e' sempre stato in funzione della maggiore delle Antille?
Mi sono perso qualcosa?
Voglio dire che avrei potuto fare tanti viaggi in posti diversi, vedendo altro mondo, altra gente, altre donne, altri stili di vita e modi di vivere.
Le ragioni di questa scelta sono molte.
Le vacanze, o comunque la possibilita' di lasciare il bel paese, sono un bene preziosissimo e la destinazione va scelta con la massima cura.
Sapere di ritrovare, esattamente come li avevo lasciati, tutti i miei punti di riferimento ha sicuramente inciso nella scelta di indirizzarmi in un'unico luogo.
In fondo a Cuba trovo tutto cio' che cerco; bel clima, belle donne, ritmi slow, gente allegra e divertente.
Tutto sommato, a sapere come muoversi anche un rapporto qualita' prezzo decoroso, almeno in funzione di scelte di vita simili alle nostre.
Ora sono, ma direi anche siamo, in un momento storico della nostra esistenza, un momento in cui si pensa sempre piu' concretamente al dopo, a quello che verra'.
La voglia di lasciare un paese che, oramai, e' soltanto fonte di casini e problemi e' sempre piu' pressante.
Quindi, pur con tutti i limiti del caso, stiamo cercando di capire se Cuba sia il paese giusto.
Non per passarci una settimana, ma per trasformarsi un'alternativa od un completamento della nostra vita attuale.
Quindi la casa dove vivere, la renta, l'allevamento de los puerquitos o metteteci quello che volete.
Come raccontavo, ci sono italiani che vivono a Cuba parlando malissimo sia dell'isola che della sua gente.
Alla mia domanda sul perche' continuino a frequentarla, e perche' ci vivano la risposta e' sempre la stessa.
"Sono troppo vecchio per ricominciare altrove”.
Beh...non e' il mio caso.
La mia indole da zingaro non mi consentirebbe di continuare senza prospettive concrete.
In piu' ci sono ancora tanti posti che vorrei vedere; il Vietnam (dove potrei vedere quel delta del mekong dove, idealmente, combatto ogni estate), il Madagascar, il Sud Africa o comunque l'Africa nera in generale, ed altri posti.
In piu' tengo d'occhio il mio amico Simone di Cubacenter che, da marzo, vive a Miami Beach.
Un luogo con lo stesso clima di Cuba ma con servizi a cui siamo abituati.
Dovesse andare male a Cuba, non dovessero, per colpe mie o di altri, realizzarsi i miei piccoli progetti ( perche' poi di questo si tratta) allora ricomincerei altrove.
Con un grande avvenire dietro alle spalle (Gasmann docet)
Voi avete abbandonato l'idea di altri luoghi, non ci pensate mai, nessun viaggio alternativo in mente?

Cuba e basta?

29 commenti:

  1. Per il momento solo Cuba. Angelo

    RispondiElimina
  2. Anche io per il momento solo cuba m ma devo dire che pure a me il Vietnam mi ispira un sacco e pensare che il mio primo viaggio aereo fu per il tetto del mondo Kathmandu pokhara e la maestosa vetta del annapurna vista comunque a debita distanza diciamo che siamo arrivati a 5000 mi slm. Parliamo del 94 mamma mia sto invecchiando.

    RispondiElimina
  3. Se si abita a Cuba, o si si sta per molto tempo, la sua posizione centrale verso le americhe, da la possibilità di viaggiare a costi bassi tutto il continente. Io regolarmente, quando sono a Cuba, mi sposto per brevi vacanze in Messico, Canada, Panama, Jamaica, Republica Dominicana, immancabili le Bahamas. Tutti voli brevissimi, a costi molto contenuti. Sfruttare la posizione di Cuba, è una delle peculiarità del Isla Grande. Pedro bis

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. I costi dei voli sono abbastanza contenuti

      Elimina
  4. Io solo cuba e un po di africa nera, me gustan las negras. El-petrolero

    RispondiElimina
  5. lele . Se qualcosa va male a cuba le colpe sono sempre nostre, inutile dare la colpa alle novie ed alla dittatura. lele

    RispondiElimina
  6. Anche a me intrigano Vietnam e Cambogia ( film city of ghosts da vedere) ma non immaginerei mai un futuro diverso da Cuba..anche se da qualche mese ho perso il mio riferimento sentimentale nella isla troppo forte e' il richiamo di posti che conosco e mi conoscono, degli amici, delle mie abitudini, del vivere ad un ritmo che mi aggrada, d'altronde se ho trovato queste sensazioni a Cuba e non in altri posti visitati (Thai, Mexico, Santo Domingo, Porto Rico) un motivo ci sarà. ...è strano o forse no Milco come tanto mi ritrovo in ciò che scrivi, pure io fino al 20smo più o meno numeravo i viaggi. ..dopo stop...ciao
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evidentemente Cuba è il tuo posto perfetto

      Elimina
  7. Forse Milco a Barcellona si potrei vivere...unica alternativa plausibile
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci ho lavorato anni fa. In effetti è un luogo speciale

      Elimina
  8. se ci piace cosi' tanto cuba dovremmo tuttalpiu' trovare qualcosa di simile...senno' non si spiegherebbero tutti i ns, sforzi...Ci deve essere il mare a pochi km... el cerdo al sabato la frutta e la palma real...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io sono a settanta km dal mare. . .

      Elimina
  9. Ho girato tanti posti, prima di cuba mi ero incarognito con il Brasile ed ho anche perso la possibilità di investire qualcosa e di farla fruttare, assieme al mio commercialista che ci ha guadagnato. Bellissima gente, anche loro, come i cubani. Ma lì me ne sono capitate davvero troppe, brutte storie, rapine... e non sono uno che va in giro con la bocca aperta.
    L'altro posto che ho amato tanto è stato le seychelles, ma la gente non mi ha colpito. Ho saputo che ultimamente è diventato un posto pericoloso, a Mahè anche rapine in spiaggia ai turisti a pochi metri dai resort.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono fatto sette mesi a Praslin e mi sono pure beccato la prima Guerra del golfo

      Elimina
    2. Sette di fila?
      Non so se ce l'avrei fatta.
      Quando sono andato io, a La Digue poco dopo il tramonto toglievano l'energia elettrica. Non ricordo delle notti più scure di quelle. Le battute sui negri al buio si sprecavano!

      Elimina
    3. Avevo 29 anni e lavoravo...
      A la Digue facevamo una grande escursione a grand Anse

      Elimina
  10. lele A cuba bisogna sapere come muoversi e capire certe situazioni al volo, altrimenti chao pescao lele

    RispondiElimina
  11. bellissima foto, non mi dispiacerebbe finire come questo vecchio, specialmente con il suo sorriso, e la sua tranquillità
    taxidriver

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amico mio se restiamo qua' è difficile che capiti

      Elimina
  12. viaggiando a cuba tutti gli anni mi sento sempre meno "turista". è un pò come una seconda casa, anche se siamo cmq sempre ospiti. forse è l'età, mah, non ho più tanta energia da sprecare, mi piacciono le relazioni più intense, e non solo il guardare il paesaggio, voglio imparare, capire, guardare anche sotto il tappeto. e a questo, si sa, ci si arriva solo con la confidenza. che a cuba -mi sembra- è particolarmente difficile ottenere. ma una volta ottenuta (la confidenza) è un gioiello prezioso, difficile da rinunciare andando in altri luoghi del mondo, e ricominciare da capo... ciao! pat.

    RispondiElimina
  13. Prima della malattia di mia madre e della crisi,(dal 97-2003) avevo la fortuna di poter fare due vacanze l'anno....una mini di 4-5 notti in una città Europea(Praga,Barcellona,Londra,Dublino,Parigi) e una grossa d'estate 3 sett. a Cuba....ho provato a cambiare,S.Domingo,Messico....bei posti,soprattutto il Messico...ma niente a che vedere con le emozioni che mi ha sempre dato Cuba...Ci sono stato 12 volte,l'ultima a Novembre2013...e non mi stanco mai di lei...forse a fine Ottobre ci torno...blanco79

    RispondiElimina
  14. ho sempre sognato che un giorno sarei finito ad allevare porci a Cuba... P68

    RispondiElimina
  15. Cuba è il Paese della mia compagna, motivo principale dei miei viaggi nella Isla, anche se, a forza di andarci, la sento sempre più mia anche a prescindere dai rapporti affettivi e di amicizia che ormai ho instaurato lì.
    Parto mercoledì, se riesco a trovare tempo e luoghi per connettermi Vi aggiorno.
    Gari

    RispondiElimina