mercoledì 30 luglio 2014

GIORNO E/O NOTTE?


A completamento ed arricchimento del discorso di ieri, aggiungo che anche lo scorrere dei giorni e delle notti che trascorro a Cuba, si e' parecchio modificato nel corso degli anni.
E' una cosa che ha una sua logica; sono arrivato a Cuba che avevo 38 anni, oggi ne ho 52.
Si tratta di un largo lasso di tempo dove possono essere accadute tante cose.
Mi sono approcciato a Cuba alla fine dell'epopea dei villaggi turistici, con la consolidata abitudine a fare vita notturna, o meglio a preferire la vita notturna a quella diurna.
Non sono mai stato un gran dormiglione ma erano davvero anni in cui vivevo prevalentemente di notte.
Frequentavo, a viaggi alterni La Habana, Santiago e Las Tunas.
Le prime due destinazioni offrivano molte piu' opzioni mentre Las Tunas aveva, ed ha, una sola discoteca.
Discoteca che pero' era davvero il giardino dell'Eden.
Erano anni differenti, dove noi stranieri eravamo davvero dei personaggi, entravi in disco e se non c'era un tavolo libero con 5 dollari....risolvevi.
Trovavi ragazze normali, oltre alle professionali, c'era un giro differente, non imperavano ancora i telefonini e menate simili.
Vivevo di notte, mi alzavo a meta' mattina, al pomeriggio facevo una pennica per mettere fieno in cascina per la notte successiva.
Oggi le cose sono molto cambiate.
Come scrivevo ieri, a un bel momento ho iniziato a guardarmi intorno e a cercare di capire dove mi trovavo.
La mia vita italiana e' diventata piu' normale e questo ha influito anche nel mio modo di viveve a Cuba.
Anche a Cuba mi alzo decisamente prima, mi godo la mattinata facendo mille piccole o grandi commissioni, magari vado in palestra quando non a correre por la calle.
Al pomeriggio frequento gli amici e, se non ho corso la mattina, sul tardi, vado in pista.
Di sera, quando ceno fuori mi basta, poi, un traco di anejo especial al Cadillac, in buona compagnia.
In disco ci vado ogni tanto, ma sempre quando c'e' un giro di amici giusti, giusto per fare un po' di cagnara, per passare una serata differente.
La noche brava e' diventata un'eccezione non piu' la regola.
Cambiano le cose durante il carnevale tunero, in questo caso, sempre in buona compagnia, faccio nottata ma si tratta oramai di una situazione episodica.
Ogni tanto qualche serata a casa di amici, con una bottiglia e tanti storici discorsi da dopo cena.
In realta' oggi, sia in Italia che a Cuba, preferisco di gran lunga il giorno alla notte.
Se mi alzo dopo le 8 mi sembra di sprecare la giornata, non trovo piu' per nulla scandaloso andare a dormire alle 23.
Vero e' che un tempo andavo a Cuba per 1-3 settimane, in quel caso andava sfruttato ogni momento, mentre ora le cose sono molto differenti.
Non si tratta piu' di un semplice luogo di vacanza, ma di un posto dove vivo per una buona parte dell'anno.
Voi come siete messi?

Giorno o notte?

55 commenti:

  1. Anche io prima ero per la notte ma oggi preferisco i giorni Stefano

    RispondiElimina
  2. D'accordo vita regolare, palestra, sveglia presto, un paio di paladar a settimana, amicizie, chiacchierate al malecon, un salto ogni tanto a la playa per relax, disco con la novia amanecendo magari il sabato: però come evitare i fatal momenti di locura? L'Avana ha i suoi difetti, ma i molti momenti casuali d'incontro col gentil sesso, girando tra uffici, tiendas, sempre dando bottela agl'incroci. rispetto a la provincia si moltiplicano! Questo è ovvio tutto di giorno. Mantenere una relazione per lungo tempo per un yuma a Cuba è un operazione compilicata a meno di non avere una compagna molto molto tollerante! Franz

    RispondiElimina
  3. Ciao Milco, è la foto della moto del Che? Sai in che museo si trova? Alessio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la moto si trova a Cubadebate?

      Elimina
    2. Appena entri c'e' una sezione, in alto con i reportage, dovresti cercare li'.

      Elimina
  4. Per questo è opportuno non far programmi a lunga scadenza con la novia. Franz

    RispondiElimina
  5. Ciao,
    sono tornato da un paio di giorni dalla capitale di tutti i cubani,appena ho 10 minuti ti faccio un resoconto di quello che ho visto in 15gg.
    Mi riallaccio ad un paio di post più indietro.
    Il primo che mi viene a dire che riesce a vivere "a lo cubano" gli sputo in un occhio.Ti assicuro che se vuoi anche solo alimentarti in maniera decente (e per decente intendo pasta o pesce ogni tanto,qualcosa che non sia solo acqua bollita ed una regolare varietà di carne,frutta e verdura) bisogna sganciare la grana.Ti dico solo che per comprare un mango o una piña fare colazione ci vogliono almeno dai 15 ai 25 Mn,moltiplicalo per 30 poi mi dici.....Una corsa in taxi particular dal vedado al municipio playa o a la habana vieja costa 10Mn.
    Per quanto riguarda il vidatox per un pò di tempo ne ho procurato per un paio di miei amici a mi dicevano che migliorava molto la sopportazione della malattia ma miracoli non ne fa.I primi tempi era gratis,bastava portare la cartella clinica e te ne davano 3 boccetti,ora si paga 205cuc a boccetto.
    Per i voli invece blue panorama la solita ciofeca,neos molto meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto nella norma.
      Bentornato e se hai voglia dacci qualche notizia in piu'.

      Elimina
  6. Santa Fè- Milco stessi gusti, come detto in altri post sveglia alle 7 anche se il rientro dal Malecon è stato alle 3, come te anche al sottoscritto sembra di sprecare una giornata non alzandosi di buon ora.
    Rispetto alla meglio gioventù adoro l'alba rispetto al tramonto, ovvio che avendo una moglie più giovane di me devo trovare l'equilibrio e a volte es un trabajo duro..pero duro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti con moglie giovane qualche compromesso occorre farlo.

      Elimina
  7. Siamo d'accordo che che le cifre proposte nei precedenti post non sono proponibili all'Avana, mangiare con qualità con i prodotti della tienda Palco, la più accorsata, i costi dell'agro, benzina appena meno cara della nostrana, qualche uscita serale con novia tra paladar e musica dal vivo ci si rende conto che per fare un tipo di vita da occidentali rimane la capitale cara un accidente! Se ti oraganizzi por atras il Vidatox lo prendi a 70 cuc, fattura compresa! Franz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Detto questo, anche a la Habana, volendo si riesce a non spendere cifre folli.

      Elimina
    2. Mai andato al palco,ora la tienda + conveniente pare essere la Camaguey y Boyeros.La broda vale circa 1,4 cuc al litro

      Elimina
  8. con 500-600 cuc al mese all havana io e la mia famiglia di 4 persone con casa propria e niente macchina,a fare una vita di famiglia si vive col frigo pieno.poi ad altre persone possono non bastarne 2000......la vita e cosi.noi stiamo sempre con le valige pronte,appena si perde lavoro qua,si parte col familion senza se e senza ma.si spera piu tardi possibile,ma non vedi miglioramenti sul lavoro qua da noi.quindi col fieno che si ha in cascina che qua si brucia in un anno,a cuba per un bel po di anni si e a posto e si integra con altre entrate.questo e il nostro progetto.paolino.

    RispondiElimina
  9. ESATTO, SONO CIFRE CON CUI, FACENDO ATTENZIONE, SI VIVE.

    RispondiElimina
  10. Sarà un brutto vizio personale ma non riesco a fare a meno della macchina sopratutto in una città enorme come l''Avana, a prescindere dello scopo d'utilizzo del carro, che si sa serve a tutto.Se hai la fortuna di conoscere una persona per bene con un carro particular e gli garantisci diversi mesi d'utilizzo, una hyunday accent o una Polo datate 8 o più anni a meno di 700 cuc al mese non la sganciano, ma devi andare di lusso. Una Kia picanto al rentacar di stato anche 50 cuc al giorno in bassa stagione. Se garantisci 3, 4 mesi di di renta continuata una yunday i 10 la mas barata non scende sotto i 35 al giorno: più di mille al mese! Aggiungiamo i costi di benzina. Ripeto a l'Avana senza macchina sei fottuto se devi muoverti. Franz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono ottimi prezzi se el seguro esta incluido.

      Elimina
    2. In alta stagione una kia picanto la trovi a 80 cuc al giorno per 30 giorni scende a 65 seguro incluido. Franz

      Elimina
    3. All'avana non è poi così necessaria l'auto,dipende cosa ci devi fare.Se devo spendere 50cuc al giorno per andare da un municipio all'altro o per fare la spesa la lascio volentieri dov'è.Con 5cuc di taxi dal vedado andavo tranquillamente a Marianao o Playa o Cerro o Boyeros o La habana vieja.La macchina ha senso se vivi molto fuori dal centro o se devi girare per le provincie.
      Affittare un carro particular è molto rischioso,se ne sentono di tutti i colori.

      Elimina
    4. Attualmente l'auto più economica è la picanto di cubacar.Il noleggio era di circa 65cuc prima del 15/07 e 85cuc dal 16/07 assicurazione inclusa per noleggi di almeno una settimana.Qualche furbetto mi ha chiesto 100cuc pensando che non sapessi le tariffe.In ogni modo sono rimasto fregato perchè avrei dovuto prenotarla da qua,in questo momento le auto sono tutte occupate,sembra ci sia un'invasione di cubanoamericani che ha prenotato tutto il possibile.

      Elimina
    5. Dovendo muovermi per la firma, per ristutturare la casa, per andare alla feria, appuntamenti vari ecc.non si può farne a meno. Ma a prescindere vuoi mettere il senso di libertà? Milco, sono d'accordo, più volte afferma che per noi stranieri di un certo standard minimo di vita comoda non è possibile farne a meno. Se dobbiamo fare la vita dei cubani. tanto di capello per carità, meglio rimanere ne bel paese. All'Avana una macchina a disposizione è lo standard minimo, secondo me. Sono anni che la policia se ne frega se a guidare un carro particular è uno straniero: garantito! Franz

      Elimina
    6. Se ne frega finchè non capita qualcosa.Non dimenticare che se l'assicurazione sanitaria non copre se accertano che non eri in regola.Meglio evitare certi casini se poi devi tornare in italia a guadagnare la pagnotta....Comunque se hai bisogno dell'auto per lavoro ci sta eccome,ma se devo spendere anche solo 50cuc per andare a bere un mojito a la habana vieja o per andare dai parenti preferisco tenerli in tasca.Poi ovvio che ognuno sa di casa sua.

      Elimina
    7. Le macchine particular pagano tutte una sciocchezza d'assicurazione per circolare, poi penso che l'assicurazione sanitaria che dal 2010 serve, non tanto per entrare a Cuba, ma sopratutto per rinnovare la scadenza mensile del visto all'emigracion, è una cosa a parte, Se ti fai male nel bus, a piedi o nel carro è indifferente per l'assicurazione sanitaria turistica. Franz

      Elimina
    8. I particular li possiamo guidare ma se capita qualcosa son o tutti cazzi nostri

      Elimina
    9. Ripeto esperienze di anni personali e altrui mi confermano che se il carro è a posto non rileva se guida lo straniero. Caballitos incluso. A Cuba è la prassi che fa testo.Franz

      Elimina
    10. Sono sicuro che è come dici tu ma preferisco non rischiare,a quelle latitudini è un momento prendersela nel sacco.....

      Elimina
  11. Costo visto+assicurazione sanitaria a parte, giusto? per chi non ha la RP. Alessio

    RispondiElimina
  12. Magari a Santiago coma a Tunas se sei stanziale si può fare a meno del carro. Ma inutile descrivere ancora che all'Avana il carro è imprescindibile. Rimane il costo assolutamente più rilevante che sfonda le tasche di tutti i yuma permanenti. Franz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Opinione personale. Tunas ne posso fare a meno. Nella capitale la vedo più necessaria

      Elimina
    2. Certamente.Comunque nella capitale,con le ultime liberalizzazioni,ci sono una marea di taxisti,con conseguente ribasso dei prezzi.Ti assicuro che con pochi cuc ti muovi tranquillamente,almeno per quelle che sono le mie esigenze.

      Elimina
    3. Normale
      Piu' concorrenza, meno prezzi

      Elimina
  13. All'avana la macchina la noleggiavo i primi anni, poi mi sono reso conto che tra taxi particular da 1 cucco a corsa (2 + ragazzino) arrivi ovunque, quando proprio è necessario c'è il taxi normale. Se si va in provincia un amico/vicino con carro abbastano.
    100% di rotture di coglioni in meno, meno soldi spesi, più relax. E poi cammino. Qui passo tanto tempo dentro una macchina, là mi faccio anche una ventina di quadras a piedi per prendere la frutta che piace a me:
    LA PAPAYA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza contare che ultimamente la polizia si è incarognita un sacco.

      Elimina
    2. Una volta le passavamo tutte lisce, oggi resta l'occhio di riguardo ma meno di prima

      Elimina
    3. Carlito anche io amo camminare....senza fretta

      Elimina
    4. A Cuba la fretta non l'hanno ancora inventata.

      Elimina
  14. Io a Santiago del carro ne faccio anche a meno ho un amico che mi scarrozza Dove voglio a cui paio solo la benzina ovvio che se andiamo in piscina o a mangiare qualcosa è mio ospite con mia grande gioia perché ormai dopo 15 anni posso dire con certezza che è proprio una bella persona.

    RispondiElimina
  15. Resta pero' il fatto che in qualche modo dipendi da altri...non sarebbe meglio uno scooter?

    RispondiElimina
  16. per la vita che faccio io all havana con guagua e taxi collettivi per le corse piu corte raggiungo i posti che servono a bassissimo costo.se un giorno ci dovessi vivere opterei per la soluzione scooter,niente carro troppi costi e problemi per mantenerlo.preferisco spendere soldi per beni di prima necessita.

    RispondiElimina
  17. Lo scooter mi fai venire in mente vecchi tempi però adesso siamo in tre, la famiglia si è allargata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bel sidecar sovietico....ahahahaha

      Elimina
  18. A proposito di ritmi notte/giorno, come siete messi col fuso orario? In quanti giorni lo smaltite? Io ci metto parecchio, purtroppo, e mi sveglio prima delle galline...
    Gari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti diro' che lo patisco di piu' quando rientro in Italia

      Elimina
    2. Pure io lo patisco di più al ritorno devo dire che quando arrivo sarà la gioia o la voglia di rivedere gli amici che proprio non lo sento il jet lag

      Elimina
  19. Diciamo che il nostro umore nei due viaggi è parecchio differente

    RispondiElimina
  20. caro aston,vai a leggere sul sito del messaggero l avventura del volo bluepanorama da fiumicino,partito poi all altezza dell isola d elba è ritornato indietro per gli ormai soliti problemi tecnici,sto pensando ai poveri passeggeri.forse è andata meglio a noi.ma perché non gli vietano di volare prima che succeda una tragedia.mah.......paolino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con quella gente non mi stupisco di nulla...

      Elimina
  21. E la famosa battaglia di Guantanamo ? Que petroleroque eres...p68

    RispondiElimina