venerdì 5 settembre 2014

LA CORTE DEI MIRACOLI

 

L'altro giorno accennavo a quei fenomeni che si portano la fanciulla nel cuarto e poi, al mattino, dicono alla duena della casa di fare un solo desajuno,”tanto lei non ha fame, al limite mangia qualcosa da me”
Una cubana che, al mattino, non ha fame...
Ogni tanto, anche qua' sopra, sbarca lo scienziato di turno sindacando su quanto uno spende, sul tipo di vacanza che fa, sul budget che ha a disposizione.
Come diceva Oscar Wilde “Mai discutere con un idiota, ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza”.
Personalmente non mi permetto di pontificare sugli stili di vacanza altrui, resto dell'idea che (come si diceva l'altro giorno parlando dei costi) una vacanza e' bene farla se ce la si puo' permettere, in caso contrario molto meglio restare a casa.
Oppure optare per mete con un migliore rapporto qualita'-prezzo.
Detto cio', ora che iniziero' l'attivita' di renta, alcuni punti fermi, qualche paletto, dovro' e dovremo metterlo.
Se avessi aperto due cuarti, la cosa avrebbe potuto essere differente, ma aprendone, al momento, uno solo, non avendo alcuna necessita' di camparci coi proventi derivati (anche se male non faranno) possiamo permetterci una sana selezione della clientela.
Come dicevamo con un'altro italiano che ha aperto una situazione simile, oltre un'anno fa, bisogna evitare di avere a che fare con la Corte dei Miracoli.
Ho definito Corte dei Miracoli (l'amico italiano li definisce con termini poco ripetibili...) quella nutrita pattuglia di turisti, quasi tutti italiani, che frequenta, da anni, Tunas.
Piuttosto avanti con gli anni, si tratta di quei personaggi che sanno tutto, giudicano tutto e tutti, ogni cubana e' una zoccola (meno quella che frequentano loro) e ogni cubano un ladro.
Cercano case de renta da 8 cuc al giorno, rompendo le palle alla duena con pretese che sarebbero eccessive nel piu' bell' albergo di Miami.
Ovviamente devono avere la possibilita' di portare chi vogliono, all'ora che vogliono, facendole restare il tempo che vogliono, chiaramente non puntandole.
Quasi sempre si tratta dell'ultimo troione disperato e barato, raccattato alle 3 di notte in giro per la citta'.
Ovviamente la piu' grande civatona in circolazione.
Civatona che comunichera' a chi di dovere che in quella casa de renta i controlli sono piuttosto....labili.
Gli adepti alla corte dei miracoli non mangiano mai in un paladar, al limite nei ristoranti statali, dove gia' alle 18 sono sulla porta per cenare.
Ovviamente da soli...
Fino a qualche tempo fa risolvevano con le fanciulle con un blume, una cucchiaiata di nutella o una blusa da cinquanta centesimi.
Ora, visto che Tunas non e' Miami, la voce e' girata e la sola possibilita' di trovare qualcuna e' legata alla guagua che arriva dal campo.
Per questa ragione la Corte dei Miracoli si apposta davanti a Casa Azul, nella speranza di acchiappare l'ultima guajira scesa dall'ultimo monte che ancora non e' a conoscenza delle modalita' di....liquidazione.
Mai visti con un carro, uno scooter, sopra un coche, su un bicitaxi...nada.
Per andare al mare, una volta ogni 3 mesi, si mettono d'accordo in 6/7 prendendo un carro collettivo e mangiando pesce congelato nel luogo piu' a buon mercato che trovano in spiaggia.
Se parli con loro sono i piu' “splendidi” che ci siano a Cuba.
Poi si stupiscono se la fanciulla su cui avevano fatto qualche progetto li manda a cagare....alla terza tucola con due cannucce.
Piuttosto che mettermi quella gente in casa apro il cuarto ai mendicanti che ci sono in citta'...
Non entro nel merito del loro modo di vivere a Cuba, cazzi loro, ma non li voglio a casa mia.
Pochi clienti, che paghino il giusto, selezionati.
Bella gente, pulita, che si lava, no tiene peste e che non gira per una settimana con la stessa braga e la stessa maglietta.
Insomma gente normale, nessuna Corte dei Miracoli.

33 commenti:

  1. Gentaglia che puoi trovare in qualunque citta' cubana. Angelo

    RispondiElimina
  2. Santa Fè- Purtroppo i tuoi propositi si scontreranno con la dura realtà..non potrai proibire l'alcool per cui ti capiteranno situazioni anomale, alcuni si presentano come signori e poi si riveleranno dei cafoni, non si dico che il cliente ha sempre ragione ma quando ti troverai a dover far quadrare il bilancio chiuderai un'occhio. (non tutti e due)
    Valuta le situazioni volta per volta e abbi pazienza, senza il vento anarchico Cuba non offre mucho..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda vediamo come va, chi si occuperà della cosa è piuttosto determinato

      Elimina
    2. Santa Fè- E comunque, problemi a parte, IN BOCCA AL LUPO! Quello che stai iniziando è il sogno di molti di noi, comunque andrà sarà sicuramente un'avventura nuova che porterà energia e carica positiva.
      Tu sei un'ottimista, da quello che ho compreso, per cui raramente ti potrà andar male totalmente qualcosa poichè troverai sempre il bicchiero mezzo pieno, in questo son simile a te.
      Hai pensato ad attrezzare una parte del patio o casa con bilancia e pesi? penso che sia un servizio gradito, perlomeno parlo per me.

      Elimina
  3. Al momento le priorità sono altre
    Mi urta citare Berlusconi ma una giusta l'ha detta. . .
    Hai mai conosciuto un pessimista che nella vita sia riuscito a combinare qualcosa?

    RispondiElimina
  4. Per me resta una figata, se hai un gestore cubano/a non credo abbiano problemi a far rispettare regole che hanno condiviso...a me da solo una sana vena di ammirazione...Vas Bien Camilo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedremo....come dice il Trap "mai dire gatto se non ce l'hai nel sacco..."

      Elimina
  5. Santa Fè-
    Manconi: liberato Giulio Brusadelli. Era detenuto a Cuba per possesso di 3 grammi di erba
    ROMA - la notizia arriva da Luigi Manconi. "Questa mattina alle 3:40 ho ricevuto un sms da Cuba: Patrizia e Paolo Brusadelli mi scrivevano che il loro figlio, Giulio, 34 anni, era finalmente stato liberato. Il giovane uomo il 3 marzo scorso era stato arrestato perché trovato in possesso di 3,5 grammi di marijuana e condannato a 4 anni di carcere per 'traffico'".

    Brusadelli - ricorda Manconi - soffre da quasi vent'anni di una grave sindrome maniaco-depressiva che, una volta recluso nel carcere di Santiago, è precipitata fino a ridurlo in uno stato catatonico. "Dimagrito in maniera spaventosa, da settimane si sottrae al cibo, alle cure, a qualunque comunicazione verbale. Così che la sua stessa incolumità fisica è in grave pericolo. Questo ha fatto sì che un caso giudiziario si sia trasformato in una drammatica vicenda umanitaria. Grazie all'intelligente tenacia dei suoi genitori, dell'avvocato Grazia Volo, del sottosegretario agli Esteri Mario Giro, di tutto il personale dell'ambasciata italiana a Cuba, e alla grande disponibilità dell'ambasciata cubana a Roma, la vicenda si è infine conclusa positivamente. Ora c'è solo da augurarsi che Giulio Brusadelli possa rapidamente veder migliorare le proprie condizioni generali di salute".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon per lui....anche se....chi a Santiago lo conosce...

      Elimina
  6. Quando uno straniero è coinvolto in una situazione spiacevole vi è sempre un lato umano di cui non si può mai dubitare da parte del farraginoso sistema giudiziario cubano! Si potrà eccepire che davanti alla giustizia uno straniero è favorito rispetto a un cubano. Magari un cubano avrebbe scontato l'intera condanna. Penso comunque che senza l'opera istituzionale di ministero e ambasciata non sarebbe stato rilasciato è ovvio. Comunque auguri al ragazzo, e contenti della bella notizia. Franz

    RispondiElimina
  7. Sicuramente per una volta la nostra ambasciata si e' fatta sentire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sorprende infatti il farsi sentire della nostra ambasciata a Cuba splendida immagine del nostro paese nell'isla..meglio tardi che mai..si fossero mossi pure in qualche altro caso di connazionale che senza violare la legge ci è morto a Cuba sarebbe stato meglio,auguri al ragazzo ed alla famiglia e spero per lui che appena possa viaggiare le autorità cubane lo espellino dal paese in modo possa curarsi in Italia con le dovute terapie e in un ambiente consono
      Marco

      Elimina
    2. Credo che la cosa sia partita dalla politica in Italia

      Elimina
  8. Il ragazzo rifiutava il cibo, disastrato psicofisicamente e sul punto di morire: almeno questo dichiarano le cronache! L'ambasciata si è mossa bene,il caso ormai sui media in Italia e giusta la clemenza dell'autorità cubana! Il tipo si cannava quotidianamente a quanto pare per curare la sua sindrome mentale. Ma nessuno gli ha detto che Cuba non è il paese ideale per quest'abitudine? Ormai Uruguay, Colorado oltre notoriamente all'Olanda è consentito il consumo ludico. Franz

    RispondiElimina
  9. Evito di ripetere come la penso. . .

    RispondiElimina
  10. Sarai d'accordo che non può morire una persona, per quanto coglione sia, perchè amante della canna. Le autorità cubane hanno mostrato umanità e comprensione. Per quanto si possa accusare Cuba di violare i diritti umani, e per quanto il codice penale sia inaccettabile nel dare la stessa pena a chi ammazza un cavallo ed una persona, vi è sempre una sensibilità a tutti i livelli verso i casi umani drammatici, e quanto avvenuto è l'ennesima dimostrazione. Franz

    RispondiElimina
  11. Sono contento per il ragazzo rilasciato, e per la sua famiglia.
    A Milco, invece, auguro di diventare presto l'Iberostar di Tunas.

    Una amica di mia moglie si è tornata a Tunas dopo aver divorziato, questa estate, sto quindi ricevendo in diretta tutto il noticiero locale. La tipa è un a chanchullera di alto livello, quindi se ti capita qualche scandalo lo verrò a sapere. LOL

    RispondiElimina
  12. Dovrò stare attento a come mi muovo. . .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attento alle chanchulleras!

      Elimina
  13. Fai benissimo a tenerli a distanza...vedrai come sparleranno di te , per invidia e perché nel loro intimo sanno che pur avendo tutti i danari del mondo non hanno apertura mentale x un progetto così. .a me oltretutto quando li vedo mettono addosso una depressione...a Holguin li puoi incontrare nella Begonia..solito gruppo..vestiti sempre uguale, una Ciego montero che dura ore, giudicare tutto e tutti, pensare di essere i più furbi...contenti loro di vivere così. ..ma a Cuba l'anello al naso (citazione che mi candiderebbe a presidente lega calcio)non lo ha più nessuno e gli stessi cubani li emarginano...io verrò a trovarti...mi riconoscerai x una rosa nel granma sotto il braccio come nei film..eh eh..ciao Milco buon pomeriggio e segui così
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amico mio quando, per anni, sali su un palco davanti a centinaia di persone impari a fregartene della gente
      I forum su Cuba parlano male di me da anni e guarda come sono ridotti mentre qua' si scoppia di idee e salute.

      Elimina
  14. Piano a scoppiare...di salute si cerca di fare il max ... ma a scoppiare non ci pensa nessuno....io comunque ribadisco che per distinguermi...tocar puerta con ron anejo...si no me quedo in mi casa....

    RispondiElimina
  15. Guarda che fra mezz'ora circa scendo in campo coi miei Villans. . .

    RispondiElimina
  16. Sono contento che parti col cuarto Milco, in bocca al lupo! Se lo gestiranno cubani di tua fiducia stai tranquillo penseranno loro a scannarsi per 1 cuc di sconto :-) scherzi a parte, fai bene ad avere clientela selezionata, soprattutto col fatto che con la renta non devi mangiarci, per cui ti puoi prendere lo sfizio di selezionare la clientela...Primi di dicembre sei ancora a Cuba o sei tornato? Perchè io parto a fine novembre e torno a metà gennaio...e nel caso visto che in auto vado dalla capital a santiago mi fermerei a salutarti se non sei partito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A inizio dicembre dovrei essere di nuovo a Cuba, ti aspetto volentieri

      Elimina
    2. Grande Milco passerò a salutarti, tanto sono di strada per santiago!

      Elimina
  17. Con Air Canada 580 euro, andata a ritorno non male a dicembre, cosa ne pensi? La pippa è che devi fare 2 scali (madrid e toronto) anche al ritorno, ma in totale sono 3-4 ore circa, e ne vale la pena, cosa ne pensi tu? Tu vai giù con BP ancora?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un viaggi un po' lungo e scomodo con air Canada....si purtroppo sara' ancora BP....

      Elimina
    2. Milco hai ragione, però preferisco arrivare 4 ore dopo,e risparmiare più di 200 euro, che non sono poche, sono altri 10 giorni pagati alla casa de renta! Io volo spesso con Air France, faccio il paragone col prezzo loro.

      Elimina
  18. Soddisfazione del sottosegretario Giro per la liberazione di Giulio Brusadelli a Cuba
    Roma 05 Settembre 2014
    “Giulio Brusadelli è stato liberato ieri all’Avana. Ringrazio innanzi tutto le autorità cubane, e in particolare il viceministro Serra per aver accolto la nostra richiesta. Brusadelli, arrestato per questioni di droga, è da tempo molto malato e necessita di cure. Ora sarà possibile curarlo in Italia. I suoi genitori sono accanto a lui in queste ore. Ringrazio per tutta l’attività svolta da mesi su questo caso, l’ambasciatore Carmine Robustelli, i suoi collaboratori e gli uffici del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Tutti si sono impegnati al massimo per avere successo. E’ così che si deve fare ogni volta che un nostro connazionale all’estero ha bisogno di aiuto. Le sollecitazioni del senatore Luigi Manconi sono state di grande aiuto e appoggio in questa delicata vicenda: il mio sincero ringraziamento va anche a lui”.

    RispondiElimina