domenica 7 settembre 2014

LOVELY

 

Oggi e' arrivato questo commento anonimo, non ho idea se l'autore lo abbia direttamente postato qua' o se qualcuno lo abbia copia incollato senza citarne, sbagliando, la fonte.
Non sarebbe male saperlo... 
P.S.Ultimo scritto che pubblico su questa storia.

Luca E Milán, 34. Re: 
LovelyCuba 
Ciao a tutti, mi scuso con quanti di voi abbiamo sofferto il disagio di non avere avuto i servizi pagati. Ovviamente farò fronte alle mie responsabilità.
Apprezzo i messaggi di stima e affetto che nel frattempo mi sono pervenuti copiosi e mi cospargo il capo di cenere nei confronti di quanti di voi sono stati coinvolti e hanno subito una perdita pecuniaria. 
Per quest'ultimi vi sia di consolazione sapere che la mia casa verrà messa all'asta e che il sottoscritto non ha più alcun reddito.
Le mie preoccupazioni ora devono essere dedicate ai miei figli di appena 8 e 7 anni. 
Mi auguro non deprimermi e mantenere la lucidità necessaria a sostenere anche economicamente la mia famiglia. 
Questa è la mia testimonianza che credo sia necessaria. 
Non posso proseguire nel postare qui per correttezza verso una procedura di fallimento avviata. 
I clienti coinvolti saranno contattati dal Curatore fallimentare al quale stamattina devo girare tutti i dettagli dei clienti coinvolti.
Chiedo scusa.

6 commenti:

  1. Mah...quando scrivono o fanno scrivere i diretti responsabili di questa vicenda la buttano sempre sul dramma,di consolazione che un padre di famiglia sia senza reddito e senza un tetto non è credo a nessuno anzi....ma invece di cospargersi di cenere etc etc etc possibile che in tanti blog sul tema mai ci sia stato un tentativo di spiegare accaduto e le tempistiche?hai ragione tu Milco a chiudere verità sul tema la dirà solo sentenza giudice
    Marco

    RispondiElimina
  2. Noi abbiamo semplicemente riportato i fatti, io non ho dato giudizi di merito, il tempo ci dira' come questa triste faccenda andra' a finire.

    RispondiElimina
  3. Trattasi di Luca Esposito il titolare di Lovely. Purtroppo quando la barca affonda si spera sempre di riuscire a salvare la baracca continuando a tenere aperta un'attività che si regge sui debiti. Purtroppo non capita mai ma che ai primi segnali negativi di mercato si abbassino le saracinesche senza colpo ferire: non incassava denari senza corrispondere i servizi ai clienti incazzati e di conseguenza non si apriva la procedura che mette a rischio la casa del titolare! Franz

    RispondiElimina
  4. Se questo è Esposito non aveva già la casa pignorata?
    E cmq mi pare strano che per una S.r.l. in fallimento (presunto regolare) già si parli di casa all'asta.

    Putroppo è prassi diffusa che poco prima di stirare le zampe si cerchi di arraffare l'arraffabile. Questi vendevano un servizio ed hanno preso soldi, altri acquistano dai fornitori e non pagano...

    RispondiElimina
  5. Apriamo gli occhi!16 settembre 2014 11:05

    Ultimo commento sull'argomento.
    il mio avvocato ha contatto il Sig Marco Gargiullo a Cuba spiegandogli quello che è successo qui in Italia e ciò che rischia.
    Il Sig Gargiullo si è dichiarato pronto a testimoniare contro l'ex socio Sig. Luca Esposito e ha già mandato una lunga mail ricca di dettagli utili.
    A questo punto, forse lui è in buona fede. Ha chiesto solo un aiuto per il volo di ritorno.
    Per quanto riguarda il Sig Luca Esposito tirate voi le conclusioni se il suo socio testimonia contro di Lui, Fine delle trasmissioni! Stendete pure un velo pietoso sulla vicenda!!

    RispondiElimina