martedì 10 febbraio 2015

GUADAGNO...?!

 

Approfitto dell'occasione per un paio di risposte; una relativa ad un commento di Valter riguardante i pagamenti on line per una casa de renta, l'altra in risposta ad una mail che ho ricevuto giorni fa in cui, un'amico del blog, mi chiedeva quale guadagno penso di realizzare con la renta stessa.
Per quanto riguarda eventuali pagamenti on line ci sono, a mio avviso, due tipi di problemi.
Il primo, lo dicevo ieri, e' legato al fatto che moltissima gente, molta di piu' di cio' che pensiamo, non ha alcuna confidenza con internet, sopratutto persone di una certa eta' che rappresentano la maggior parte dei turisti a Cuba.
La seconda considerazione e' il comperare a scatola chiusa.
Posso anche vedere le foto di una casa ma se non ci entro, non la vedo di persona, non parlo di cose...importanti con la duena e' ben difficile che decida di pagare il soggiorno.
Discorso diverso se sono gia' stato cliente di quella casa e mi sono trovato bene.
Venendo al discorso sull'eventuale guadagno, occorre in questo caso fare una serie di precisazioni che esulano dal mero discorso economico.
Se si pensa di “rientrare” soltanto con i proventi di un cuarto, proventi che nel mio caso divido al 50% con chi lo sta' mandando avanti, allora e' meglio che non facciate nulla.
Senza una serie di vantaggi “collaterali” il gioco difficilmente vale la candela.
Ci vuole un po' di occhio lungo, bisogna guardare al di la' dei vantaggi immediati, della relazione con la fanciulla (che ora c'e ma domani....solo gli Orishas sanno...) e di cio' che ci si puo' aspettare nel breve.
Posso, come spesso faccio, citare la mia esperienza personale che, ovviamente, non fa giurisprudenza.
Un cuarto de renta che lavora normalmente puo' modificare lo stile di vita di chi lo gestisce, mentre per noi puo' essere una piccola fonte di entrata, che fa piacere ma che non modifica piu' di tanto le cose.
Bisogna vederlo come l'inizio di un percorso che potrebbe portarci verso situazioni piu' interessanti.
Se gira normalmente, niente di spettacolare visto che e' anche il primo anno, la renta dovrebbe portarmi 2000/2500 cuc in un anno e altrettanti a chi la gestisce.
Parlo di 15/20 giorni di renta ogni mese piu' desajuno ed eventualmente qualche comida.
I vantaggi veri pero' sono altri.
Intanto la visa familiar che davvero cambia i costi e lo stile di una vacanza.
Intanto sei a casa tua, non paghi la renta, il garage ed eviti, ogni sera, di andare a mangiare (per due) in un paladar.
Il risparmio mensile tocca gli 800-1000 cuc e mi tengo volutamente basso parlando di Tunas perche' a La Habana ragioneremo su altre cifre.
Fare la spesa non costa una mazza, almeno per come siamo abituati noi culi bianchi.
Tenete conto che, di media, passo 3 mesi all'anno a Cuba quindi aggiungiamoci altri 2500 cuc di denaro non speso.
In piu' la famiglia e di conseguenza la fanciulla, si mantengono da soli e non e' piu' necessario mandare nulla, nel mio caso siamo sui 1500/2000 all'anno che restano nel borsillo.
Certo al limite qualche ricarica col doble saldo da fare dall'exterior ma nulla piu'.
Quindi per il primo anno, mal contanti e con una stima prudente fra denaro che entra e quello che non esce siamo sui 6/7 mila euro.
Nulla di sconvolgente ma in 3 anni la casa e' pagata poi vada come vada.
Se poi, come e' possibile, i cuarti de renta diventano due e i mesi di permanenza a Cuba con visa familiar diventano 6 allora la cifra sale notevolmente.
Questo senza contare qualche negocio che si puo' mettere in piedi tipo, ad esempio, quello della ropa che comunque non e' piu' quello di un tempo.
Quindi, come vedete, nulla di trascendentale ma e' un'inizio, un modo per mettere il cappello sulla sedia.
Ovviamente parlo di case de renta, con un ristorante i discorsi cambierebbero notevolmente ma ve ne parlero' quando potro darvi una testimonianza personale in materia.

13 commenti:

  1. Sono cifre del tutto ragionevoli. Giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le case anche grandi sono fatte di piccoli mattoni

      Elimina
  2. http://oncubamagazine.com/a-fondo/el-mexicano/

    RispondiElimina
  3. Allora....mio personale pensiero....per l'acquisto di casa dipende dall'uso che uno vuole farne, io e il mio amico la compriamo per noi, per viverla noi, e non per farne una fonte di guadagno, per quello che ci si può guadagnare, poi visto che ci sono 2 cuarti " che avanzano"....allora ben venga la renta, ma senza far mai mancare qualcosa a noi!
    Per quanto riguarda i pagamenti con internet credo che allora anche gli hotel dovrebbero lavorare poco, se come dici tu Milco non tutti i turisti sanno usare internet... ci sono sempre gli amici, parenti, nipoti, a fare il lavoro "sporco"...Noi a differenza tua siamo ancora in fase embrionale del progetto, questi sono i ragionamenti che abbiamo fatto, sempre migliorabili in corso d'opera...credo che invece dovremo bestemmiare per arredare la casa, li si ci sarà da bestemmiare..

    RispondiElimina
  4. Pero' ricordati che molti turisti arrivano direttamente sul luogo e cercano casa, oppure ci sono quelli che, per tante ragioni, la casa la vogliono cambiare.
    Questi a chi pagano?
    Non so cosa ci sia nei negozi a Baracoa ma sicuramente avrai da pasar trabajo...per arredare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Milco per arredare quando sarà faremo un container dall'Italia con roba dell'Ikea o del mercatone uno, e spediremo in unica soluzione a Cuba, anche se le spese sono elevate, oppure bisogna farsi fare i mobili dai falegnami cubani, e comprare gli elettrodomestici altrove, non credo ci siano altre alternative.

      Elimina
    2. Ma sai un continer costa 3/4 mila euro piu' il trasporto dall'Avana....
      Io ho preferito per la renta comperare o far fare tutto a Cuba.
      Se troviamo tutto faremo lo stesso per il paladar

      Elimina
  5. No spetta zione. Ma sono pazza o avevo letto che chiudevi il blog e io ero tristissima? Oggi torno per caso, per rileggere qualche vecchio post e ti trovo super attivo?????????? Ma che bello :D mi fai felice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella
      Diciamo che mi ero preso una meritata pausa
      Magari capiterà ancora in futuro

      Elimina
    2. Eri stato molto più drastico! Va bè chissene, meglio così :D

      Elimina
    3. Vero ma uscivo da una estate molto faticosa

      Elimina
  6. Mi permetto di intervenire sui pagamenti elettronici.
    Premetto che per deformazione professionale acquisto quasi solo sul web (104 acquisti su amazon solo nel 2014) e quindi per me il pagamento elettronico è cosa normale.
    A suo tempo ero in contatto con il webmaster di un importante portale tedesco che promuove le case particular di tutta Cuba.
    Gli chiesi se aveva mai considerato il pagamento elettronico (per lui sarebbe stato più facile intascarsi la percentuale). Mi rispose che proprio per l'eccezione che hanno le case di renta cubane, questa forma di pagamento sarebbe un fallimento, in quanto il turista vuole vedere ciò che compra prima di pagare e poi perchè il prezzo può variare a seconda della contrattazione in loco e al tempo di permanenza.

    Io stesso non lo utilizzerei.
    Chiaramente l'hotel è tutta un'altra cosa per mille motivi.

    Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne parlavo giusto a Cuba con Simone di Cuba center
      Sostanzialmente la penso come te

      Elimina