sabato 14 febbraio 2015

IL SOLCO

 Risultati immagini per rissa parlamento

Ieri, come vi ho detto, ho passato la giornata in viaggio verso Jesolo, per cercare di mettere le basi per la stagione estiva.
Piu' passano gli anni e meno ho voglia di questi spostamenti e sbattimenti, ma il lavoro va' preso dove c'e'.
Avevo un appuntamento alle 11, uno alle 15.30 e uno alle 17.
Quando vado, fuori stagione, da quelle parti mi fermo a pranzare in una trattoria sulla via Fausta a Cavallino.
L'ho scoperta qualche anno fa, da antico viaggiatore il mio occhio si poso' su alcuni camion e mezzi di lavoro parcheggiati davanti.
Solitamente dove ci sono questi si mangia bene senza spendere molto.
Ieri aveva il menu' a prezzo fisso;
Risotto ai frutti di mare
Seppie con piselli
Dolce
¼ di vino
Acqua
Caffe'
Il tutto davvero fresco e buono, per l'astronomica cifra di 11 euro.
Fra l'altro il risotto l'ho lasciato a meta' in quanto non sono piu' abituato a pranzare con sia il primo che il secondo.
Mentre mangiavo, c'era un grande schermo con il tg di Italia uno.
Schettino condannato, mi pare, a 16 anni, ma non andra' in galera, anzi e' possibile che fra 5 anni possa di nuovo comandare una nave.
Ricordo che in Corea del Sud, ad un comandante che si e' comportato nello stesso modo, hanno dato 30 anni e, se non ricordo male, il tipo per la vergogna, si e' suicidato.
Schettino lo avevano invitato all'isola dei famosi...
Ho visto la notizia di quella povera bambina nel ragusano morta dopo essere stata rifiutata da 3 ospedali.
Fossi il padre...davvero non so cosa farei.
Come ciliegina nella torta hanno passato le immagini di coloro che noi abbiamo mandato in parlamento.
In quello che dovrebbe essere il luogo dove si legifera nell'interesse del popolo sovrano, vedevo energumeni in piedi sui banchi che urlavano.
In piedi sul banco ci andavo io quando facevo la terza elementare, prima ovviamente di prendermi la nota.
Poi la scena e' degenerata in una vera propria scazzottata, come non si vede neanche fuori da una discoteca, piena di albanesi, alle tre di notte.
Questi coglioni non si rendono conto che quelle immagini faranno il giro del mondo, sputtanando ulteriormente il nostro paese come se non fossimo gia' abbastanza presi per il culo.
Un'anno fa a Cuba vidi immagini analoghe del nostro parlamento in una mesa redonda.
Randy si chiedeva come queste cose potevano succedere nella settima potenza economica del mondo, me lo chiedevo anche io.
Ecco, ieri, in quella locanda avevo chiara l'immagine di due Italie distinte.
La prima, quella di quel ristoratore, che manda avanti la sua baracca, onestamente, con margini minimi ma con qualita' e amore per il proprio mestiere.
Un Italia, e mi ci metto anche io in viaggio, che lavora e produce, si sbatte e si inventa mentre dall'altra parte l'Italia dei buffoni, dei saltinbanco, dei parassiti che trasformano un luogo che meriterebbe il massimo rispetto in un saloon da far west.
Queste due Italia sono oramai divise da un solco che sara' impossibile colmare.
Troppa la distanza fra coloro che fanno e chi invece rovina cio' che resta di un grande paese.
Ma alla fine la gente se ne frega....tanto ci sono Sanremo e L'isola dei famosi.
Per finire in gloria, mentre rientravo ieri sera mi chiama una mia amica (notevole) invitandomi ad andare prossimamente al cinema con lei a vedere 50 sfumature di grigio.
Al peggio non c'e' mai fine.
Guidando come Alonso sono riuscito a rientrare in tempo per raggiungere, al Club dove mangiamo, i miei Villans che ieri hanno giocato.
Un bel finale di giornata, una giornata che, Ojala, porti buoni frutti per un futuro prossimo.

10 commenti:

  1. Spettacolo indegno El Loco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo degno di ciò che oggi vale questo paese

      Elimina
  2. Non vi è mai capitato che i cubani vi chiedono della mafia in Italia? A me sistematicamente mi chiedono se la mafia uccide ancora, inventandosi storie assurde, da non so chi ascoltate, dove si dice che in Italia se un uomo molesta una donna poi arriva la mafia e ti uccide, e altre storie del genere....Non so chi racconti certe cazzate ai cubani, ma di certo l'Italia vista con gli occhi del mondo somiglia sempre più a una fogna, che puzza anche.

    RispondiElimina
  3. Ma sai fino a quando ci sono poveracci italiani che, sentiti io a Tunas , che si vantano di essere mafiosi. . .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooooo che tristezza...che poi mafiosi di che? I classici pagliacci.

      Elimina
  4. Fatti un giro sul web e di questi fenomeni ne trovi a pacchi

    RispondiElimina
  5. A me di tutto quello che hai scritto quello che fa ribrezzo di più è sapere di tutte queste donne che aspettano 50 sfumature di grigio da mesi (giuro, sentita con le mie orecchie a fine ottobre) neanche fosse l'evento del secolo...io da lettrice (e sì sono donna) infaticabile quale sono sempre stata posso dire che quel "libro" è stato uno dei pochi (se non il solo) che ho lasciato incompleto...
    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fai passare la voglia di andarlo a vedere. . .

      Elimina
    2. Se conosci un po' di inglese ti consiglio di leggere questo articolo scritto da una psichiara in cui sono enunciati tutti i motivi per cui non andare a vederlo visto il messaggio distorto che fa passare:
      http://yournewswire.com/do-not-see-fifty-shades-of-grey-psychiatrist-warns/
      L.

      Elimina