domenica 8 marzo 2015

SI GIOCA

 Risultati immagini per inzaghi allenatore

La settimana sportiva si conclude col Parma che torna a giocare contro l'Atalanta.
E' stato trovato un'invento tutto italiano, per rianimare un povero cadavere che si era gia' rassegnato al suo destino.
Sarebbe bastato tenere buono il suo girone d'andata, dare 3 punti a tutti per il ritorno, in questo modo il campionato non sarebbe stato falsato.
Ci sono pero' i diritti televisivi di Sky da tutelare, quindi tutti i presidenti hanno messo mano al borsillo.
Complimenti alla Covisoc e agli organi di controllo della federcalcio, per aver permesso l'iscrizione al campionato di una societa' con decine di milioni di debiti, mentre l'Uefa, l'aveva lasciata fuori per uno scoperto di 300 mila euro.
Non si sente piu' parlare di Lotito...
L'altro giorno, con un Fratello, ricordavamo quando, tramite un suo sodale, tal Giovannone, cerco di prenderci dai lodisti, subito dopo il fallimento di Cimmimerda.
L'epilogo qualcuno lo ricodera'; il Giovannone asserragliato in hotel e protetto dalla polizia mentre fuori i tifosi, inferociti, insorgevano mentre il suo ds, il gobbo Padovano, fuggiva inseguito dagli Ultras, nei colori del tramonto fra i campi di melighe appena fuori Moncalieri.
La seconda squadra torinese ha preso una scoppola dalla Viola, in casa, nella semifinale di Coppa Italia.
Quando Conte diceva che una buona parte della squadra era al capolinea, forse, non diceva cazzate.
Vinceranno ancora il campionato, per mancanza di alternative, probabilmente pero' siamo alla fine di un ciclo.
Allegri ci mette del suo, schierando in un campionato vinto, i titolari giocando con le seconde linee la Coppa Italia.
Lo stesso errore che fece il suo predecessore in Europa League lo scorso anno, come ando' a finire lo ricorderete....
Continua l'agonia di Inzaghi.
Non voglio ripetere cio' che ho gia' detto altre volte, non puoi dare una squadra di A, una delle piu' titolate, a uno che non ha mai allenato nel calcio professionistico.
La rosa del Milan e' da quarto-sesto posto, non esiste stia arrancando a centroclassifica.
Mancini ha una media punti inferiore a Mazzarri, ma se un ricco e un povero bagnano il letto per il ricco e' sudore mentre il povero...si e' pisciato addosso.
La Roma lascia fuori Totti, mentre per De Rossi potrebbe essere l'ultimo anno nella capitale.
Noi oggi giochiamo a Udine e giovedi' a Leningrado.
Oggi temo la stessa partitaccia vista col Cagliari prima di Bilbao, loro sono ad un bivio, se perde Stramaccioni salta, mentre i tifosi sono in subbuglio.
Il Vate fara' ruotare qualche giocatore in ogni reparto, vincere oggi ci terrebbe in corsa per una eventuale Europa anche per il prossimo anno.
Ci attende un ciclo durissimo; oggi a Udine, poi in Russia, la Lazio e lo Zenit a Torino, il tutto in 12 giorni.
Nel tennis siamo al terzo e decisivo giorno di Davis contro i Kazaki.
Kazaki che in realta' sono russi visto che 3 su 4 sono nati nella federazione ma d'altronde quel paese, come l'Ucraina, e' un'altro invento bello e buono.
Seppi oggi puo' darci il punto decisivo ma dopo quanto visto con le donne in Fed Cup non dico nulla, aspetto e spero.
Ieri nel doppio, vinto da Bolelli e Fognini i giudici ne hanno fatte di tutti i colori, siamo ad Astana, se non c'era l'occhio di falco, per avere un punto buono, avremo dovuto giocare mezzo metro dentro al campo.
Agli europei indoor di ateltica la Trost vince l'oro nel salto in alto femminile ma il movimento e' in fortissima crisi.
Pochi soldi, poca voglia di fare sacrifici e tutto il peso economico sulle spalle dei gruppi militari.
Un po' come sta' accadendo con lo sci.
Buono sport a tutti.

18 commenti:

  1. «Gli immigrati che lavorano bene sono i benvenuti. Quindi Muntari può tornare a casa sua»: è un commento scritto sulla propria pagina ufficiale di Facebook dal segretario della Lega Nord Matteo Salvini, noto tifoso del Milan, che ha criticato così il centrocampista ghanese per la prestazione nella partita pareggiata dai rossoneri questa sera contro l’Hellas Verona.

    RispondiElimina
  2. All’assalto della storia. Oggi contro l’Udinese il Torino punta a continuare la striscia record che è arrivata a 12 risultati utili consecutivi come nel 1977. Se Glik e compagni escono indenni dallo stadio Friuli avvicinano il prossimo traguardo costituito da una serie di 15 partite senza sconfitte ottenuta dalla squadra dell’ultimo scudetto.
    «Non mi sorprende vedere il Toro così in alto - così Claudio Sala uno dei grandi protagonisti di quella cavalcata trionfale targata 1975-’76 - la squadra di Ventura è forse la più in forma del campionato: ancora qualche passo e potrà stare tranquillamente tra le prime 6 o 7 del torneo. Il calcio non è scienza esatta, per me però questo Toro può arrivare dappertutto: vedo un gruppo che finalmente è consapevole dei propri mezzi e la grande impresa di Bilbao ha certamente contribuito a dargli più forza e determinazione. Cerci e Immobile sono già il passato: prima segnalavo solo loro, adesso il Toro è riuscito a distribuire meglio le sue reti. Anche questo è un bel segnale».
    Contro la squadra di Andrea Stramaccioni giocheranno quasi tutti i migliori, anche se l’appuntamento più sentito a questo punto della stagione è l’Europa League: giovedì c’è l’andata degli ottavi di finali contro i russi dello Zenit di San Pietroburgo. I dubbi di formazione di Ventura riguardano soprattutto il settore d’attacco nel quale è probabile riposi almeno uno tra Quagliarella e Maxi Lopez, se non entrambi. Martinez è l’unico sicuro del posto ma anche Amauri ci sta facendo un pensiero.
    L’ex Parma è in buona forma a giudicare dagli ultimi allenamenti e punta a partire titolare: nel 2015 non è ancora successo se non in coppa Italia. Nell’incrocio tra ex (Padelli e Quagliarella da una parte, Pasquale dall’altra), in teoria ci potrebbe essere anche Barreto: ma il brasiliano pare ormai definitivamente uscito dai pensieri di Ventura.

    RispondiElimina
  3. L' 80% di noi interisti, pseudo dirigenza compresa, siamo ancora orfani del Mou...un pó come strombazzarsi per un paio ď anni la Johansson e poi ď un tratto trovarsi abbandonati...maaa la vita deve continuare...Cuba docet!!!

    Freccia.

    RispondiElimina
  4. A Mancini hanno rifatto la squadra mentre a Mazzarri hanno preso dei cadaveri

    RispondiElimina
  5. Auguri a tutte le donne che leggono il tuo blog!

    Simone

    RispondiElimina
  6. Mi associo
    Anche se è una festa. . . Un po' così. . .

    RispondiElimina
  7. Quinto set nella partita decisiva di Davis. Fognini gioca male ma pesano, come era già capitato con le donne, alcune scelte discutibili del buon, grande Corrado
    Ora non si può più sbagliare nulla

    RispondiElimina
  8. Vero. Stamattina prima di accompagnare al lavoro la mia signora, le ho preparato una colazione americana e una rosa gialla (tipo pubblicità, insomma).
    La sua risposta: gracias mi amor, pero dale que tengo apuro!

    La sentisse sua madre non la riconoscerebbe più... :)

    Simone

    RispondiElimina
  9. Un pensiero credo sia sempre gradito anche se non dovrebbe essere limitato a un giorno specifico

    RispondiElimina
  10. L'otto marzo del 2011, sul blog, scrissi questo post.

    Intanto auguri a tutte le donne,e' un atto dovuto da parte di chi le donne le conosce e le apprezza da sempre anche se spesso non lo sa dimostrare.
    Detto cio' pero' non posso non aggiungere che,al di la' del valore storico,questa festa e' davvero un po' farlocca,per me vale come S.valentino e altre melassate simili,non devo aspettare l'8 marzo per festeggiare una donna,anzi la festa bisognerebbe fargliela ogni giorno ahahahah.
    Quindi va bene dedicare alle donne un giorno per cio' che realmente vagono e che nessuna stupida quota rosa puo' regalare loro ma non dimentichiamole per i restanti 364 giorni dell'anno.
    Nelle palestre regaleremo a tutte le femmine un rametto di mimosa,giusto per partecipare all'evento e poi ci sara' la solita serata pericolosissima coi locali pieni di donne sole allo stato brado.
    La maggioranza di loro si godra' la sola uscita solitaria dell'anno su gentile concessione del marito.
    Se potete....evitate la solita tristissima serata nel solito triste locale col solito strip maschile,al limite se vi piace l'articolo andate domani nella palestra dove lo stripper si allena e mettete su il movimento,ma per conto vostro e in una data diversa.
    Chi esce normalmente con le amiche non ha bisogno di un giorno come questo,ma e' un discorso lungo....
    Vabbe'..comunque auguroni.

    RispondiElimina
  11. Vantaggio con la Quaglia ci riprendono subito con Di Natale...

    RispondiElimina
  12. Autorete di Molinaro 2-1 per l'Udinese

    RispondiElimina
  13. Siamo fuori dalla Coppa Davis.

    RispondiElimina
  14. Fine primo tempo dopo un palo della quaglia

    RispondiElimina
  15. 3-1 per loro
    Prima o poi doveva succedere . . .

    RispondiElimina