lunedì 18 maggio 2015

AFFIDABILITA'

 Risultati immagini per cubano in italia lavoro

Lo scrivo subito, all'inizio, cosi' mi tolgo il pensiero; NON BISOGNA MAI GENERALIZZARE!
Come alcuni sapranno, sono titolare di un'agenzia di animazione che si occupa di fornire questo tipo di servizio, ed eventualmente quello dei salvavida, alle strutture turistiche che, dietro robusto obolo, ne facciano richiesta.
Potrebbe essere un tipo di lavoro, stagionale, adatto ai cubani, vista la loro indole godereccia e farandulera.
Il “potrebbe” e' d'obbligo, i tempi del tizio che faceva casino in piedi sul tavolo con la bandana in testa sono finiti.
Servono ragazzi/e di bell'aspetto, discreto livello culturale, educati precisi e puntuali nello svolgimento del programma giornaliero, fra le altre cose.
In questi 12 anni di agenzia, se non ricordo male, ho assunto 4/5 cubani, solo uno ha fatto una buona stagione, gli altri non sono arrivati alla seconda settimana.
Le ragioni sono state molteplici, dalla poca capacita' a lavorare in gruppo, alla mancanza di puntualita', dalla predisposizione a fare casino alla sopravalutazione delle proprie capacita'.
Insomma ci avevo messo una pietra sopra.
Quest'anno, a marzo, mi invia piu' volte, il curriculum un cubano di Torino.
Mi telefona anche diverse volte al punto che, un giorno in cui scendo in citta', ci si incontra.
Si tratta di un ragazzo di 28 anni, in Italia da 10, blanquito piu' di me, ovviamente (manco a dirlo) di centro Avana.
Il ragazzo ha lavorato al Ganas e ha fatto alcune stagioni in giro per la penisola.
Visto che l'animazione internazionale si basa molto sul ballo, alla fine decido di dargli un' opportunita'.
Ci accordiamo, firma il contratto e mi invia, via mail, i documenti necessari.
Visto pero' che non sono sceso dalla montagna con la piena, sapendo con chi ho a che fare, mi organizzo un piano B, il colored che attualmente ho qua', e anche il piano C, un ragazzo di origine guatemalteca.
Sapevo che qualcosa, prima o poi sarebbe andato storto.
Due settimane fa, invio i documenti al mio consulente del lavoro, dicendogli pero' di aspettare l'ultimissimo giorno possibile per l'assunzione.
Una settimana prima di partire mi chiama il fratello, anche lui in Italia, dicendomi che il giovane aveva avuto un tremendo incidente ed era in ospedale con tutta una serie di fratture......
Si tratta, insieme al meteorite che centra in pieno la nonna, della classica scusa di chi ha cambiato idea o ha avuto opportunita' differenti.
Anche perche' un messaggio mio risultava letto pochi minuti prima....
Nessun problema, me lo sentivo.... chiamo il colored e risolvo, in meglio la cosa.
Altro esempio di affidabilita'; l'inverno scorso un mio conoscente, idraulico, prende come aiutante un cubano che vive dalle mie parti.
Siamo in inverno, capita anche di dover lavorare all'aperto, alle 8 bisogna essere sul posto di lavoro svegli e pronti ad iniziare la giornata.
Bene, il cubano dopo 12 giorni esatti di lavoro, sparisce dai radar adducendo una serie di scuse da far sembrare il mio cubanito un dilettante.
Potrei citare tanti altri esempi, accanto ai quali pero', giusto per ribadire la non generalizzazione, ci metto un paio di fanciulle che conosco che, in 10 anni da noi, si sono adattate a far qualunque lavoro possibile e immaginabile, anche quando non c'era una reale necessita' di guadagno, visto che il compagno poteva tranquillamente mantenerle.
Credo che la percentuale di coloro che si sono integrati, abbiano capito che qua' il denaro non cresce sui pioppi e che in questo mondo, non solo non esiste la libreta, ma nessuno ti regala nulla e tutto si paga, sia molto bassa, in proporzione a quanti sono arrivati da questo lato del bloqueo.
Posso capire un primo, logico, periodo di ambientamento, posso capire el frio, “quiero Cuba” e tutto il resto ma poi, arriva un bel momento in cui bisogna tirarsi su le maniche e magari anche essere grati al paese e alla persona che si e' fatta carico di cambiarti la vita.

29 commenti:

  1. Ti sarai mica stupito vero? Stefano

    RispondiElimina
  2. Figurati....non per nulla avevo le alternative pronte

    RispondiElimina
  3. Infatti riflettendo,, in tutti i contesti, quando qualcuno alza il dito dicendo che "non bisogna generalizzare", in pratica non fa altro che confermare che appunto, nella stragrande maggioranza dei casi c'e' da aspettarsi proprio che si verifichi l'evento oggetto della generalizzazione. Tutto credo che abbia una sua lógica e un suo fondamento, purtroppo anche il razzismo. O no? - YUMA

    RispondiElimina
  4. Non eri partito male,poi come spesso ti capita....deragli.
    Il razzismo si muove su parametri molto diversi e non ci azzecce nulla

    RispondiElimina
  5. Una, dico una componente del razzismo sta' proprio nel fatto di attribuire "a tutti i diversi" delle caratteristiche comuni, che sono giudicate negativve dal "razzista". Questo e' generalizzare. Poi e' vero che le radici e le componenti del razzismo hanno spesso altre motivazioni (quasi sempre strumentali), ma queste dinamiche appartengono a un altro discorso. YUMA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il 90% dei cubani che giungono da noi non hanno mai lavorato un solo giorno in vita loro, anche per colpe altrui.
      Alcuni di loro capiscono che l'aria e' diversa e si adeguano, altri no.
      Da qua' il mio non generalizzare.
      Il razzismo e' tutta un'altra cosa.
      Il 90% degli italiani non lo e', se per razzismo si intende il pensare di essere superiori in funzione del colore della propria pelle.
      La gente, semplicemente ne ha i coglioni pieni di vedere italiani, contribuenti, che non arrivano a fine mese e Rom a cui il comune regala una casa.
      Ma il razzismo e' un'altra cosa, come vedi non ci azzecca nulla.

      Elimina
  6. Comunque bisogna riconoscere che e' sempre bene disporre di "un piano B" in tutte le cose e anche, quando e' possibile, non chiudersi mai definitivamente la porta dietro le spalle. Queste due cose, che si imparano con l'esperienza, andrebbero sempre tenute ben presenti in ogni relazione umana, nel lavoro, negli affari e anche...nei rapporti di coppia. Eh si, perche' quando si ha a che fare con la donna cubana, la moglie cubana, il mondo cubano (e non solo, generalizziamo), bisogna andarci con i piedi di piombo. La donna cubana, amica, novia o moglie che sia, oggi c'e' ma domani non si sa'. Tutti noi frequentatori di morene lo sappiamo bene, pertanto NON GENERALIZZIAMO se volete, ma teniamoci sempre pronto un piano B, e magari giustamente Milco, un piano C. Si, anche per le mogli dico, non stupitevi, ogni giorno, da quello delle nozze in poi, sempre pronto un pianoB. Non si sa mai, amici! - YUMA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi averne passate di cotte e di crude.....racconta...se vuoi possiamo ascoltarti....

      Elimina
    2. ti sbagli, non e' a me che mi riferisco. Ho passato le mie si, come tutti, normale, ma c'e' tutta una bibliografía sull'argomento che quasi (devo dire, visto Simone) tutti conosciamo bene. D'accordo, accolgo il tuo invito e appena ho un attimo di tempo vi deliziero' con qualche pillolina. - YUMA

      Elimina
    3. Se ti riferisci ad altri...noti...lascia perdere, per el chisme e il brete ci sono spazi molto piu' attrezzati ma anche estremamente....disabitati.

      Elimina
    4. No Milco, non mi riferivo ad altri... noti. C'e' materia proveniente da altri lidi che sarebbe anche divertente, ma credo sinceramente che sia meglio lasciar perdere. Concordo, il brete non fa per il nostro blog che e' bello cosi' com'e'. - YUMA

      Elimina
    5. Occorre sempre dcegliere da che parte della serratura vivere

      Elimina
  7. Posso dire l'assoluto contrario di Yuma.
    Se nella mia relazione (parlo di quello che conosco e non generalizzo, IO) non ci fossimo affidati l'uno all'altra e viceversa, e avessimo deciso di tenere porte aperte, piani B,C,D... tutto sarebbe andato a puttane. Un conto è l'esempio di Milco, un conto è una relazione con una donna.

    Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Simone fuori dal tuo caso, non ne conosci proprio altri? Mi stupisce perche' ce ne sono di leggendari. YUMA

      Elimina
    2. Guarda che la gente normale non bivacca come te sul web.....e' gente che lavora, crea qualcosa e non ha tempo per il brete.

      Elimina
    3. Simone e' proprio cosi', confondere negocio con...... altro e' sempre un'errore....fidati.....

      Elimina
    4. Infatti é cosí.
      Io leggo e a volte scrivo qui perché é un luogo privato messo a disposizione da una persona intelligente che apprezzo. Di forum e altri affari ne faccio a meno.
      E poi anche io ne conosco di casi, che non avrebbero avuto miglior sorte con piani b e c o porte aperte.
      La minestra riscaldata é e rimmarrà sempre minestra riscaldata...

      Simone

      Elimina
    5. Un sigaro, una volta spento, puoi anche provare a riaccenderlo ma non avra' piu' lo stesso sapore.

      Elimina
    6. Meglio accenderne uno nuovo, sara' ottimo ma bisogna averlo nel taschino pronto per l'uso. O no? -YUMA

      Elimina
  8. Quando si tratta con i cubani, per lavoro bisogna sempre avere un piano B. Beppe.

    RispondiElimina
  9. io di B continuo a preferire il lato femminile...BUM BUM

    http://max.gazzetta.it/lifestyle/2013-11/11lifesyle-miss-bum-bumbum-daiane-macedo-401774871784.shtml#0

    giusto per sdrammatizzare...

    Freccia

    RispondiElimina
  10. Mah.....io ho sempre la fobia del semino di cocomero.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aaaaa fobico...zzzssseee...

      ma quel cagnone?
      Sembra abbia bisogno di un po' di cure o sbaglio?
      eee Tifon come se la passa?

      Freccia

      Elimina
  11. Tifon oramai e una sorta di t rex

    RispondiElimina
  12. eppure riportando uno dei proverbi dialettali milanesi più noti:

    Voeuja de lavorà saltom addòss che mì me spòsti = Voglia di lavorare saltami addosso che io mi sposto...

    qualcosa mi dice che ogni mondo è paese...mas o menos...

    Freccia

    RispondiElimina
  13. Confermo,vale anche per qua'....e siamo in Veneto!

    RispondiElimina
  14. Ciao Milco quando tratterai l'argomento "tariffe aeree" per la Isla che sono sensibilmente diminuite?

    RispondiElimina
  15. Non so. Parto fra mesi e sto' seguendo poco

    RispondiElimina