lunedì 29 giugno 2015

PALMAO


"A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio."

In oltre 15 anni di frequentazione di terra cubana credo, in almeno 3 episodi, ma probabilmente sono di piu', di essermi guadagnato qualche punto per non finire, una volta passato a guardare le margherite dalla parte della radice, a giocare a briscola tresette con Satanasso in persona.
Episodi che mi sono venuti in mente giorni fa quando, un'amico rientrato da Tunas, mi ha raccontato che uno di coloro che aiutai anni fa si e' rimesso in casini evitabili.
Il primo di questi episodi risale almeno a 7/8 anni fa, degli amici napoletani mi chiesero la cortesia di tenere d'occhio un loro paisa' che avrei trovato nell'altro cuarto di una delle case de renta storiche che frequentavo.
Purtroppo o per fortuna il mio lavoro, fatto di gente, mi porta a riuscire a dare un prezzo a una persona 5 minuti dopo che ha iniziato a parlare, mi sbaglio di rado.
Il tizio, appunto in 5 minuti, mi racconto' la sua vita, era stato di qua' e di la', aveva fatto questo e quello, sapeva praticamente tutto di ogni parte del mondo ed era, ovviamente, pieno di soldi.
Iniziai a maledire in silenzio gli amici che mi avevano chiesto la cortesia di cuidarlo.
La sera andiamo in disco, ovviamente dopo un'ora e' gia' ubriaco marcio, a fine serata raccatto' un troione che conoscevo bene.
Una tipa da non prendere in saldo, una che i suoi 50/60 li voleva comunque e sempre.
Vado in branda e dormo come un sasso, al mattino la duena mi racconta che di notte e' successo di tutto.
Il tipo pare che dopo l'ambaradan abbia allungato un bel 10 cuc alla fanciulla, che a quel punto ha iniziato a lanciare tutti i suppellettili che aveva sotto mano.
E' intervenuta la duena col marito calmando la fanciulla, che ha minacciato il fenomeno italiano dicendogli che il i fratelli e i cugini avrebbero risolto la cosa.
L'italiano, per la paura, per due giorni non usci' praticamente di casa, alla terza sera in disco andai a parlare con la fanciulla, ancora incazzata come una biscia, le allungai 20 cuc, che poi mi feci ovviamente ridare dello scienziato, a chiusura della “vertenza”, la cosa si risolse in quel modo.
Ancora aspetto un “grazie”.
Altro episodio in un'altra casa de renta storica, conosco un ragazzo giovane che era arrivato, giorni prima, con due suoi cugini, tutti veneti.
Avevano litigato e i cugini lo avevano sfanculato al suo primo viaggio a Cuba.
Il giovane aveva trovato una fanciulla che per 70/80 cuc, cadauno, gli aveva fatto comperare, direttamente dal pittore, dei quadri che normalmente si trovano a 15/20 cuc por la calle.
Ovviamente molta proprina era passata di mano.
La cassa comune la tenevano i cugini, con cui non si parlavano piu', lui era agli ultimi 3 giorni di vacanza e non aveva neanche piu' i soldi del taxi per Holguin.
Ovviamente, finiti i pikiklini la fanciulla si era eclissata adducendo come motivo la madre malata....
Gli prestai un centinaio di cuc che mi restitui', con un bonifico, appena rientrato in Italia, e un paio di sere feci cucinare la duena per tutti due, pagando io la comida.
Terzo episodio, un calabrese che conoscevo da tempo e che aveva la nefasta abitudine di, appena arrivato a Cuba, consegnare tutto il denaro che aveva con se per la vacanza, alla novia e alla madre, in modo che lo cuidassero e lo gestissero.
Quando aveva bisogno di qualche soldo chiedeva....
Giuro che e' tutto vero.
Un bel giorno, la novia gli racconta che sono venuti a rubarle in casa e che i soldi erano spariti.
Anche in quel caso era a fine vacanza, anche in quel caso gli prestai quello che serviva per arrivare all'ultimo giorno.
Per fortuna, come nel caso precedente, la casa de renta l'avevano pagata appena arrivati per tutto il periodo.
Pochi giorni dopo il mio rientro in Italia mi arrivo' un versamento sulla postapay della cifra prestata.
Giusto per chiarire non ho fatto nulla di speciale, molti di voi si sarebbero comportati nello stesso modo ma e' incredibile come ci sia gente che viaggia, per il mondo, senza una carta di credito, un bancomat, una ricaricabile e che riesca a gestire cosi' male il proprio denaro da rimanere impantanata in situazioni simili.
Davvero i passaporti sono dati con troppa, ingiustificata generosita'.

19 commenti:

  1. Che fenomeni! Giuseppe

    RispondiElimina
  2. Guarda che non sono situazioni isolate, l'isola e' piena di questi fenomeni...

    RispondiElimina
  3. Apppproposito di fenomeni:

    molti anni fa ricordo di aver incontrato un personaggio in aereo che da Santiago era andato dal miglior biciclettaro cubano (così diceva lui, ancora non ho capito dove sia...) dalle parti di Matanzas per regalare una bicicletta alla novia...per la cronaca stiam parlando di quasi 900km...

    P.S.:
    ma quante madri malate...e abuelas in fin di vita...a conosciuto Cuba?

    Freccia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essere abuela da quelle parti è pericolosissimo

      Elimina
    2. azzo anche io però sono un bel fenomeno analfabeta...aggiungimi una H al commento sopra...

      me voy...

      Freccia

      Elimina
  4. Sembrano storie assurde a chi non frequenti Cuba mentre per noi sono a ordine del giorno o quasi....a me una volta che ero alloggiato al Mirador de Mayabe(x chi non conosce Holguin posto diciamo...fuori mano...)un compaesano romano chiedeva di cambiargli in cuc piccole somme perché per risparmiare non prendeva taxi x andare in città..la novia lo mollo' dopo 4 giorni abburrida..da li il soprannome che mi han dato i sepsa e personale hotel 'y quien tu eres la cadeca?desde hoy te llamamo chavito'...ultimo viaggio a settembre nella capitale due simpatici fratelli ristoratori(con soldi però)perso volo x colpa due negrite ammaliadore accompagnati io a fare nuovo boleto...non sapevano dove andare!!!comunque Milco uno dei post più belli di sempre e che dice molto sull'umanità..buona settimana
    stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me stupisce che questi viaggino senza la possibilità di ritirare denaro

      Elimina
  5. Risposte
    1. Allora tornerà spompato per il Napoli...speriamo per lui non imbidonito...jajaja...

      pare proprio un giovin bravo ragazzo...dalla faccia pulita...pare...

      Freccia

      Elimina
  6. È con D'Ambrosio e le fidanzate. No Matteo è davvero un ragazzo d'oro.

    RispondiElimina
  7. OT.
    In Grecia banche chiuse per 6 giorni. Default sempre più probabile.
    La situazione sta per esplodere.
    Un mio conoscente è partito con la famiglia per Santorini. Mi ha scritto che ha finito i soldi e i bancomat non funzionano. Rientrerà con una settimana di anticipo pagando il volo con carta di credito. Io che giro sempre senza contanti sarei nella sua stessa situazione.
    Tra questa notizia e le avanzate dell'isis in europa, il desiderio di fuggire nella nostra amata isola sta diventando sempre più forte.

    Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francamente Simone Tsipras è stato per me una delusione(su bce ,fmi etc etc manco c'è bisogno di esprimersi e niente mi aspettavo da loro)tiene un atteggiamento folle...pospone il paese al suo partito(cioè se stesso)..referendum solo perché vuole siano i greci a prendersi responsabilita'
      scelte dolorosissime..un grande uomo alla guida di un paese ai prende responsabilità decisionali...oltretutto se Grecia perde stagione turistica sarà dura..vamos a ver que pasa..
      Stefano

      Elimina
    2. Un conto sono le promesse in campagna elettorale, un' altro la realta'.
      Poi oramai i politici non determinano nulla, comandano le banche e gli economisti.

      Elimina
  8. Conviene ritornare al grano imboscato nel materasso

    RispondiElimina
  9. Sei milioni, più il cartellino di Jorginho e il prestito con opzione di Duvan Zapata: questa l'ultima, ma non ultima, proposta del Napoli. Il contatto è recente, risale a questa mattina quanto il diesse Giuntoli ha riportato le intenzioni del club partenopeo all'omologo granata Petrachi.
    Giornata decisiva, o quasi, considerata la dead-line tracciata dal patron Urbano Cairo in tempi non sospetti. Matteo Darmian è un profilo seguito da tempo immemore dalla compagine azzurra che in queste ore è appunto tornata alla carica, cercando di strappare il sì di club e giocatore.
    SIGNORE DENTRO E FUORI DAL CAMPO - Come in molti casi accade, quando una società alza il muro e non mostra cenni di cedimento, ecco che gli acquirenti tendono ad aggirare l'ostacolo, trattando direttamente con il giocatore in questione. Puntando così ad avere in mano la volontà del protagonista stesso, facendo poi leva sulla stessa. Ci ha provato ieri notte anche il Napoli, proprio con il laterale della Nazionale. Lapidaria la risposta di Darmian: inutile che ne parliate con me, dovete accordarvi con il Toro. Un gesto che ovviamente dimostra come la destinazione campana possa essere gradita al giocatore, ma che al contempo mostra un lato umano di un calcio che non c'è più. Prima l'accordo con i granata e poi quello con Darmian. Un signore dentro e fuori dal campo: il Napoli è avvisato.
    L'OFFERTA É ANCORA BASSA - Come detto in apertura, l'ultima offerta recapitata in via Arcivescovado cita: sei milioni, cartellino di Jorginho e prestito con opzione di Duvan Zapata. Il Toro non è affatto convito, ma non ostacola per questo la trattativa che certamente continuerà nelle prossime ore e probabilmente nei prossimi giorni. Il valore del giocatore resta lo stesso, 20 milioni e la volontà di Cairo non cambia: Darmian non si vende, quindi nessuna controproposta granata. Petrachi nel frattempo attende e continua a battere le altre piste del mercato in entrata. Che in questo momento vedono come primo punto l'arrivo di una mezzala tecnica capace di portare palla a ridosso dell'area avversaria, poi un regista e quindi un attaccante.
    Il calciomercato non si ferma, i granata cavalcano l'onda e mentre il Napoli valuta l'ennesima offerta, la deadline tracciata da Cairo si avvicina inesorabilmente.

    RispondiElimina
  10. Milco non solo il passaporto viene dato con troppa facilità, ma anche il diritto di voto.

    Io per esempio lo toglierei a chi non passa ogni tre anni un esame di cultura generale, che includa tra l'altro le tabelline, o con l'acca o senza, gli ultimi 5 presidenti della Repubblica e la formazione dell'Italia a Mexico 1970.

    Alessandro Padova.

    RispondiElimina
  11. E quella del Toro dell'ultimo scudetto....

    RispondiElimina
  12. Eccola:

    Zoff, Cuccureddu, Cabrini, Furino, Gentile, Scirea, Causio, Tardelli, Boninsegna, Benetti, Bettega.

    Ale

    RispondiElimina