giovedì 2 luglio 2015

DOMANI NON ESISTE



"Mentire con garbo è un'arte, dire la verità è agire secondo natura."

L'altro giorno parlavo, telefonicamente, con un conoscente da poco rientrato da Santiago.
Da un anno ha una novia nuova, il tipo e' un quarantenne discretamente benestante, con un buon lavoro e, dietro, una famiglia con le spalle larghe.
Va a Cuba piu' o meno come me, 3-4 volte ogni anno.
Sta' pensando di fare l'invito alla fanciulla, gli ho suggerito di aspettare almeno la prossima primavera, visto che l'estate e' andata, far venire una santiaguera nei mesi freddi non e' una grandissima idea.
Il mio conoscente invia a Cuba, nell'ambito del suo aiuto internazionalista personale, alla fanciulla alcuni centoni ogni mese, tramite postapay.
Secondo me sono troppi, sopratutto per il fatto che non stanno insieme da molto, ma non e' mai bello, ne' intelligente, mettere il naso nel borsillo di un'altro.
Fra l'altro si parla di comperare casa.
Il tizio si lamentava che, malgrado l'invio costante di denaro, la fanciulla sia sempre in bolletta sparata.
Evito i soliti discorsi su chuleria e cose simili, discorsi triti e ritriti, fra l'altro le nuove generazioni di cubane sono molto meno propense a farsi inchiappettare il denaro, spesso sudato aguantando...l'inaguantabile, dal solito fancazzista di turno.
Mia nonna, nella sua antica saggezza sabauda, per ricordare che nella vita occorreva anche saper risparmiare e che il cibo non si doveva mai sprecare, diceva sempre che; “domani e' ancora di questo mese”.
Per la stragrande maggioranza dei cubani davvero sembra che il giorno dopo non esista.
La mia fanciulla, ragazza accorta che arriva da una famiglia dove certi valori ancora esistono, mi diceva che el denaro arde en la mano, visto che non e' mai stata abituata ad averne.
Adesso pero' che il peso se lo sta', con sua madre, luchando nella gestione della casa de renta sta' imparando a gestire il denaro e a dargli il suo giusto valore.
C'e' da pagare l'impuesta, la previdenza sociale, comperare cio' che serve per la casa e per vivere.
Guadagnarsi i soldi lavorando e' il solo modo per comprendere che buttarlo via e' un'insulto sopratutto a se stessa.
Quando i soldi te li guadagni e non arrivano come un dono dal cielo, cambia tutta la prospettiva sul come quei soldi vadano eventualmente spesi.
In questi 15 anni ho visto fanciulle che avrebbero potuto mettersi a posto per tutta la vita, dilapidare veri e propri capitali sputtanando tutto lo sputtanabile e mantenendo il familion e tutta la compagnia cantante.
A Cuba, come avviene da altre parti del mondo, se hai tanti soldi hai tanti amici che non si tirano indietro quando devono aiutarti a spenderlo.
Le stesse fanciulle che ricevevano denari importanti, invece che mettere a posto casa, continuavano a vivere su un pavimento di terra con la loro figlia in giro por la calle senza scarpe.
Invece che spendere per se stesse, migliorando la propria vita, una parte del denaro che arrivava, mettendo da parte il resto, perche' “domani e' ancora di questo mese”, preferivano bruciarsi tutto nel piu' breve tempo possibile e nel modo piu' stupido, tanto “el tiene dinero y me lo manda”.
E' inutile dire che anche noi, noi stranieri, abbiamo la nostra brava parte di responsabilita'.
Invece che educarle al rispetto del denaro abbiamo preferito barattare gioventu' con sorrisi spesso falsi.
Ripeto, non c'e' nulla come il lavoro, lavoro pagato adeguatamente, per insegnare il valore del denaro.
Io non so se il denaro del mio amico venga speso per comperare cio' che serve nella casa dove la fanciulla vive con la madre, come lei racconta, anche se sarebbe sufficiente, al prossimo viaggio, fare un giro per casa per verificare se es verdad o mentira.
A meno che, prima del prossimo viaggio....arrivino los ladrones e si portino via tutto......che e' una cosa che avviene con la stessa frequenza con cui l'abuela di turno si ammala.
Personalmente sono contento di essere passato, tanti anni fa, attraverso queste menate per ritrovarmi, oggi, a vivere una situazione tranquilla, ben definita e al riparo dalle tempeste ormonali.

28 commenti:

  1. Il Torino sembra davvero ad un passo dal mettere a segno un altro importante colpo di mercato. Dopo Avelar, Acquah, Bjarnason e Benassi (riscattata la seconda metà dall'Inter), la dirigenza granata sta per definire anche l'acquisto a titolo definitivo di Joel Obi. L'intesa con l'Inter - scrive Tuttosport - è già stata raggiunta e nelle prossime ore il centrocampista classe '91 dovrebbe firmare un contratto che lo legherà ai granata per i prossimi quattro anni. Secondo Sky domani Obi sosterrà le visite mediche.

    Negli ultimi giorni Obi è stato corteggiato anche da Genoa e Carpi (che lo voleva in prestito), ma nel pomeriggio il diesse Petrachi si è inserito nella corsa al giocatore, sbaragliando definitivamente la concorrenza. Il suo imminente acquisto, dunque, sembra escludere un possibile ritorno di El Kaddouri, che nelle ultime ore aveva riaperto al club piemontese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Facciamo un cambio alla pari Obi per Darmian? hihihihihihihi Alessio

      Elimina
    2. Magari più soldi.....ahahah

      Elimina
  2. INDICUBA DEL MIO AMICO ANDREAS INIZIA A FUNZIONARE....

    Esta reserva confirmada se refiere a la siguiente distribución de camas:

    Camas dobles: 1

    Llegada: 19. August 2015

    Salida: 20. September 2015

    Personas: 1

    Precio por noche: 20,00 CUC

    Calculación del precio: 32 noches x 20,00 CUC = 640,00 CUC

    Total (incluye nuestra comisión): 640,00 CUC

    Depósito recibido (coincide con nuestra comisión): 96,00 CUC

    Resto a pagar por el cliente en la llegada (su alquiler): 544,00 CUC (ye tenemos nuestra comisión)

    --------------------------------------------------------------------------------------------------------
    Estimado/a Señor. Milco Fasano,

    nos alegramos de poder comunicarle que la reserva #1026 para su alojamiento "Casa Grande Torino" se ha confirmado.
    El cliente nos ha pagado el depósito y ahora es vinculante la reserva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bel colpo!!!! Alessio

      Elimina
    2. En baja a Tunas?
      Un milagro

      Elimina
  3. El Loco tanto paga Pantalone!

    RispondiElimina
  4. Ottimo articolo Milco (come sempre). Quante ragazze sprecano soldi in ricariche telefoniche, rifarsi continuamente quelle odiose (mio parere personale) unghie finte multicolorate, bucanero/cristal come se piovesse........e poi magari in casa falta el aceite para el platano....Alessio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda io le faccio una doble recarga al mese per il resto vive col 50% dei proventi della casa. Da qua' dinero non ne esce più

      Elimina
  5. Caro Milco,
    il lupo perde il pelo ma non il vizio.
    Nonostante la mia compagna sia arrivata in Italia quando aveva 19 anni e ora ne abbia 25, nonostante sia un lustro che lavora ed è indipendente, quando ha i soldi in mano diventa pericolosa.

    Io ho risolto assegnandoli alcune incombenze famigliari. Luce, riscaldamento e telefoni li paga lei. La spesa "grande" una volta al mese la fa lei. Il resto ne faccia cosa vuole.
    Non è nel suo DNA mettere da parte qualcosa. Solo in prossimità della partenza per Cuba inizia a risparmiare per il suo biglietto e per i regali al familion.

    Bisogna scendere a compromessi...

    Simone

    RispondiElimina
  6. Non è lo stesso. E vero che spende ma sa cosa vuol dire guadagnarli

    RispondiElimina
  7. Parole sante....chi di noi non è passato per questa situazione?mantenere la famiglia,dove per mantenere intendo comprargli frivolezze,non saper dire no a nessuna richiesta,spendere in una festa un capitale etc etc atteggiamenti folli che io non giustifico(ora non giustifico con l'attenzione che porta la vecchiaia);capita non solo col dinero che è caso più eclatante...una partiva con 50kg di bagagli e tornava con zainetto....'amore e tutte le magliette vestiti e short che ho comprato per te?" regalati prima di partire a hermane prime hermane amiguite varie...e si che a lei per un periodo io avevo trovato un posto dove si faceva il mazzo..ma niente mai capito valore denaro..come dicevo credo capitato più o meno a tutti...grazia di Dio esserne usciti..hai notato Milco che quando cerchi pure velatamente di dare un consiglio ad un amico(tipo al santiaguero amico tuo non esagerare)più facile si rompa amicizia che lo si ascolti?..comunque noi yuma corresponsabili nel creare ste situazioni..ma almeno noi sbagliamo per affetto..i post che fanno pensare non vanno bene..eh eh scherzo...p.s.:'la vecchiaia non rende un uomo più saggio lo rende solo più attento'
    Buona giornata
    Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se leggessi caro Stefano il blog da più tempo sapresti che non do msi consigli. Al limite racconto come mi sono mosso quando mi sono trovato nella stessa situazione. Ognuno si impicchi con la propria corda

      Elimina
  8. Pink Floyd - Money

    Soldi, andate via
    Trovati un buon lavoro con più paga e sei ok
    Soldi, ti gasano
    Afferra il contante con entrambe le mani e mettilo da parte
    Macchina nuova, caviale, sogni ad occhi aperti a 4 stelle
    Penso che mi comprerò una squadra di calcio

    Soldi, andatevene via
    Sono a posto Jack giù le mani dal mio gruzzolo
    Soldi, sono una botta
    Non darmi questa merda da due lire
    Sono tra i fedelissimi della prima classe
    E penso di aver bisogno di un jet Lear

    Soldi, sono un crimine
    Dividi equamente, ma non prendere una fetta della mia torta
    Soldi, così dicono
    Sono l'origine di tutti i mali di oggi
    Ma se domandi l'aumento non è una sorpresa che non diano un bel niente


    Prendetevi 5 min...canzone e video da pelle d' oca...correva l' anno 1973
    https://www.youtube.com/watch?v=-0kcet4aPpQ

    Freccia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una citazione da nulla......

      Elimina
    2. Tanta roba...
      puro godimento spazio temporale...

      Freccia

      Elimina
    3. The wall è un vero manifesto pop

      Elimina
  9. cetto che il lavoro aiuta molto a capire il valore ma per le mie esperienze il saper risparmiare o c'è l hai dentro o niente,questione di teste diverse,vedo anche qua da noi.paolino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero ma alzarsi ogni mattina per andare al lavoro. ...aiuta. a capire

      Elimina
  10. E parliamo noi italani che dati alla mano siamo tra i più grandi risparmiatori del mondo. Tutte le nonne,in un dialetto e con un accento diverso dicevano la stessa cosa della tua Milco,e in questi ultimi sette o otto anni di crisi chissà come mai i risparmi di chi un lavoro è riuscito a tenerlo anziché diminuire sono aumentati,e questo con grande felicità delle banche. Per un cubano non importa quanti soldi gli dai,dieci cento o mille non sono mai abbastanza semplicemente perché non rientra nella sua cultura e forma mentis il risparmio e non sa assolutamente cosa vuole dire guadagnarseli questi benedetti soldi. Pablo

    RispondiElimina
  11. I risparmi sono aumentari per chi ha potuto permetterselo. La maggior parte della gente i risparmi se li sta' mangiando

    RispondiElimina
  12. Milco condivido tutto quello che hai scritto....anche io sto facendo di tutto per educare la mia novia al respeto del dinero, loro pensano che noi raccogliamo i soldi sugli alberi al posto della frutta, non immaginano minimamente che culo dobbiamo farci....credo sia sbagliato essere di manica larga subito, senza prima conoscere bene la fanciulla e la sua famiglia, e poi è risaputo che più ti comporti bene e più lo prendi nel culo, comportarsi bene non paga sempre nella vita. Se non si educano al rispetto del denaro come si può pensare che un giorno queste ragazze amministrino bene i denari/valori della famiglia che si creerà?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine ogni storia è a se stante e nessuno è adivino

      Elimina
    2. Vero, però il proverbio dice aiutati che Dio ti aiuta.

      Elimina
  13. Vado un attimo off topic, sono ad expo a fare servizio, è un pianto.....mi aspettavo una marea di gente per come era stato pompato, invece ad oggi è un autentico flop, sia come visitatori che come esposizione in generale, sembra di stare ad una qualunque mostra cittadina.

    RispondiElimina
  14. Senza contare che quanto parlano di numero di biglietti venduti non ci dicono che l'80% erano prevendite scontate o regalate da partiti associazioni banche cooperative e gite scolastiche. Pablo

    RispondiElimina