giovedì 3 dicembre 2015

RESIDENZA NECESSARIA

 Risultati immagini per residenza permanente cuba 2015

Una delle cose di cui mi sono subito reso conto appena sbarcato a Tunas e' stata che la situazione famigliare di 3 dei pochissimi italiani che frequento, durante i miei soggiorni cubani, si era modificata non in senso positivo.
Non sto' parlando di mesi di matrimonio o cose simili, parlo di unioni che duravano per un periodo che andava dai 10 ai 15 anni.
Un lungo cammino fatto insieme alla loro meta' cubana, periodi vissuti in entrambi i paesi, figli e tutto il resto.
Partendo dal presupposto che dopo 10/15 anni ogni tipo di unione possa finire a prescindere dal fatto che la moglie sia italiana, cubana o vulcaniana ci sono alcuni elementi di specificita' che, ancora una volta, rendono Cuba unica nel suo genere.
Un paio di questi amici hanno limitato i danni con la Residenza Permanente e sopratutto con un figlio a cui avevano molto ma molto saggiamente intestato il maniero.
Con un figlio la RP, a meno di cazzate immani, non te la toglie nessuno, con la casa intestata a lui nessuno ti butta in mezzo alla strada.
Che poi sia una bella cosa dover convivere, a Cuba, con una donna di cui non te ne frega piu' un amata fava, con tutti i problemi che questo puo' comportare e' tutto un'altro paio di maniche.
Il problema lo ha avuto, tuttora irrisolto, l'amico che invece, dopo 15 anni di matrimonio senza figli, non aveva la RP.
Viveva con la moglie 6 mesi in ognuno dei due paesi, lo scorso anno aveva acquistato una grande casa in zona centrale, questa estate e' saltato tutto per aria, cosi' oltre 50 mila cucuzze sono volate via.
Ci siamo visti a questo giro, lo scorso anno, mentre stava ristrutturando, vista l'entita' dei costi gli avevo chiesto se non fosse il caso di prenderla questa benedetta residenza, giusto per salvare mezza chiappa in caso di modifica della situazione coniugale.
Quest'anno mi ha detto che.....era meglio ascoltare i buoni consigli.
Lui e' sposato per entrambi i paesi, lei ha anche il nostro passaporto, la peggiore situazione in assenza di RP.
In estate la cosa e' fracassata e lui, dopo 15 anni....si e' dovuto trovare la sua casa de renta per vivere a Cuba.
L'amarezza non e' stata per la fine dell'unione, il tipo si e' sempre tolto ampiamente le sue voglie, ma per la perdita delle preziose 4 mura.
In questi casi occorre capire bene cosa dice la burocrazia cubana e occorre farlo alla fonte perche' di italiani che sparano cazzate in materia, a Tunas, hai solo la scelta.
In Inmigration intanto gli hanno detto che anche se viveva in casa de renta, in assenza di divorzio, poteva restare nel paese per i 6 mesi canonici senza problemi.
In divorzio non so se arrivera', allo stato attuale a lei toccherebbe la reversibilita' della pensione nel caso lui tirasse l'ala.
Pero' per la RP ora gli occorre la di lei firma e questo e' un problema visto lo stato attuale dei reciproci rapporti.
Ragazzi, la RP e' la sola ancora di salvezza in casi simili.
La legge dice che occorre un matrimonio o un figlio riconosciuto (non necessariamente proprio) per poterla richiedere.
In teoria questi requisiti dovrebbero sussistere per tutto il periodo in cui si ha la RP, ma in realta' non e' cosi'.
La RP viene concessa per 5 anni e poi va rinnovata fino al 65 esimo anno d'eta', quando diventa definitiva.
Se una volta ottenuta divorzi, in linea teorica, dovresti perderla ma i fatti raccontano altre storie.
Conosco 4 italiani divorziati che mantengono la residenza senza alcun problema, anzi uno di loro ha comperato casa intestandola solo a se stesso, DOPO IL DIVORZIO.
Se non fai casini, se ti sei sempre comportato bene solitamente non te la tolgono, i problemi potrebbero arrivare nel momento in cui, passati i 5 anni, devi chiedere la proroga per altri 5 ma a quel punto basta risposarsi con qualcuno il mese prima e le cose dovrebbero tornare a posto.
Fra l'altro ho accompagnato il mio amico da un avvocato, l'azzeccagarbugli ha detto di aspettare a fine anno una sentenza per un caso analogo al suo di un canadese all'Avana.
Una sentenza che, in caso positivo, dovrebbe fare giurisprudenza.
Nell'isola ci sono migliaia di cause simili, gente sposata per entrambi i paesi da anni, con figli, che ha perso tutto solo perche' non in possesso della RP.
Non credo che Clooney sia residente nel comune del comasco dove ha la villa ne' penso che le migliaia di americani, inglesi e giapponesi che hanno casa in Toscana, Sardegna e in altri luoghi del bel paese ne siano residenti.
Se la sentenza sara' a favore del canadese si potrebbero aprire scenari davvero interessanti.

25 commenti:

  1. massimo gramellini

    Il presidente dell’Inps Tito Boeri è diretto, sincero e poco maneggione. Durerà poco. Ma anche ieri si è comportato da galantuomo. Mentre il suo predecessore Mastrapasqua si vantava di nascondere ai giovani le cifre delle loro future pensioni per timore di rivolte (peraltro altamente improbabili in questo clima catatonico), Boeri ha detto con chiarezza che allo stato delle cose un trentenne di oggi potrà smettere di lavorare solo all’alba dei 75 anni, e per percepire dei simpatici assegni da fame. Chi ha avuto l’ardire di nascere dopo il 1980 sgobberà cioè tutta la vita, al fine di irrorare la pensione di chi è cresciuto in un’epoca di diritti sociali, ma anche di privilegiati, ladri ed evasori abbastanza asociali. E ne verrà ricompensato con un epilogo esistenziale a base di fatica e di stenti.
    Ovviamente Boeri lo dice perché tutti ne prendano coscienza e facciano qualcosa per modificare il finale. Infatti che il finale sia quello, al momento, non è una profezia: è una certezza. Per fortuna in quarant’anni può ancora cambiare tutto, a cominciare dal concetto stesso di lavoro dipendente. Se nel mondo esistesse una classe dirigente non si dovrebbe occupare d’altro, ma da quando le personalità sono state sostituite dai personaggi e gli statisti dai battutisti, la politica si è appiattita su un eterno presente che coniuga i verbi al futuro solo per illudere e ingannare. Toccherà agli interessati, in questo caso ai trentenni, inventarsi una vita e un’economia diverse. Il tempo è l’unica cosa che non possono togliergli.

    RispondiElimina
  2. Non è il doping di stato russo ma è la noncuranza italiana, radicata, ripetuta e a lungo non considerata un problema. Ora quel non problema può azzerare l’atletica italiana, quel vizio a volte usato per coprire qualcosa, spesso per stupida comodità può dimezzare i sogni olimpici.
    SI SALVANO POCHI
    Anche noi adesso abbiamo il nostro dossier nero: 26 deferiti, 39 casi archiviati e chi è coinvolto rischia due anni di squalifica per «elusi controlli», che suona come male minore solo che non lo è quando diventa sistema. Quando si chiama scorciatoia. Tra i casi archiviati c’è il marciatore Schwazer, attualmente squalificato per doping e in attesa di uno sconto. Tra chi sta nei guai c’è gran parte della maratona azzurra, che tante soddisfazioni ci ha dato in questi anni. Il reparto salti è coinvolto quasi per intero e ci sono mezzofondisti, quattrocentisti, velocisti. Purtroppo poche discipline si sono salvate e molti nomi sono ancora in attività.
    I BIG COINVOLTI
    Ci sono Pertile e Meucci, maratoneti già qualificati per Rio, e Greco (triplo), punte del nostro movimento. C’è Donato (triplo), unica medaglia tricolore per l’atletica a Londra 2012. C’è la desolazione assoluta davanti a una lista tanto lunga.
    TUTTE LE RICHIESTE
    La procura del Coni ha chiuso l’indagine aperta dopo aver acquisito gli atti del caso Schwazer. Hanno valutato ogni singolo caso individualmente, hanno studiato ogni singolo test deviato, posticipato, saltato, ogni “whereabouts” (l’obbligo di reperibilità per un’ora al giorno) mancato, alterato, corretto fuori tempo massimo e aggirato. Non si parla di casi di positività, non è nemmeno così corretto abbinare ogni nome a un sospetto preciso perché delle regole esistono: al terzo controllo mancato scatta la squalifica automatica, la mancata notifica può in alcuni casi essere un difetto di comunicazione però non può diventare meccanismo. La procura di Bolzano ha preso in considerazione il periodo compreso tra il primo trimestre 2011 e il secondo trimestre 2012, la procura Coni ha ripercorso i movimenti, riavvolto il nastro ed è emesso la richiesta.
    RIO A RISCHIO
    L’indagine condotta dai Nas-Ros dei carabinieri di Trento, su mandato della procura di Bolzano, è stata battezzata «Olimpia» e di certo segnerà la prossima Olimpiade.
    Ecco l’elenco di tutti gli atleti coinvolti

    1)BERTOLINI Roberto (Giavellotto)

    2)BOURIFA Migidio (Maratona)

    3)CAMPIOLI Filippo (Salto in alto)

    4)COLLIO Simone (Velocità)

    5)DONATI Roberto (Velocità)

    6)DONATO Fabrizio (Salto triplo)

    7)FALOCI Giovanni (Lancio del disco)

    8)GALVAN Matteo (Velocità)

    9)GIBILISCO Giuseppe (Salto con l’asta)

    10)GRECO Daniele (Salto triplo)

    11)HOWE Andrew (Salto in lungo)

    12)INCERTI Anna (Maratona)

    13)LALLI Andrea (Maratona)

    14)LA ROSA Stefano (Mezzofondo)

    15)LICCIARDELLO Claudio (Velocità)

    16)MEUCCI Daniele (Maratona)

    17)OBRIST Christian (Mezzofondo)

    18)PERTILE Ruggero (Maratona)

    19)RIPARELLI Jacques (Velocità)

    20)SALIS Silvia (Lancio del martello)

    21)SCHEMBRI Fabrizio (Salto triplo)

    22)SECCI Daniele (Lancio del peso)

    23)SLIMANI Kaddour (Fondo)

    24)TAMBERI Gianluca (Giavellotto)

    25)VISTALLI Marco Francesco (Velocità)

    26)WEISSTEINER Silvia (Fondo)

    RispondiElimina
  3. El Loco tu conti di prenderla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è una priorità.
      Per la renta no sirve.
      La mia soluzione logistica attuale è perfetta così.
      Dovesse saltare fuori un negocio di un certo tipo....ci penserei.

      Elimina
  4. Stesso errore fatto da me quello del tuo terzo amico,comprata casa e mai chiesto Rp,capita....quando stai bene pare che alcune cose possano accadere agli altri e non ha te..due particolari di ciò che scrivi :1)se la mia ex firmasse io anche da divorziato potrei richiedere Rp?2)se sposi ragazza con già un figlio puoi riconoscerlo e intestare a lui?...se la sentenza sarà a favore del canadese in tanti recleranno perché le situazioni simili sono molte ma dubito fortemente che un giudice cubano in una materia così delicata dia ragione allo yuma..dai Milco probabilmente dall'alto arriverà la sentenza..buona giornata
    stefano

    RispondiElimina
  5. Non credo Stefano. La RP deve arrivare da sposato.
    Nel secondo caso devi riconoscere,chiedere e poi....eventualmente.
    Come ho ricordato al mio amico di maestri in giro non ce ne sono....
    Nel nostro giro c'è anche chi comandava la Digos a Torino negli anni di piombo.
    Non esattamente un pirla....eppure....

    RispondiElimina
  6. Ciao Milco.
    Una domanda difficile. La mia compagna ha lo status di emigrante, non essendo rientrata negli 11 mesi previsti, 4 anni orsono.
    Madre di nostra figlia in italia gode del permesso di soggiorno biennale che si rinnova senza alcun problema. Fra 6 anni avrà la doppia cittadinanza.

    Considerando che per me non è un problema intestare immobili o altro a sua mamma, che io entro a Cuba con visto turistico pur risiedendo a casa loro e che non credo in futuro di passare mai più di tre mesi di fila sull'isola, ritieni che ci sia la possibilità per la nostra famiglia di avere la RP? L'intenzione è di sposarci a Cuba nell' estate 2017.

    Te lo chiedo non tanto per me, ma per la bambina che in un futuro prossimo potrebbe dover andare a scuola all'Habana.

    Grazie.

    Simone

    RispondiElimina
  7. Ti rispondo...a naso.
    Tua moglie non è rientrata é vero ma non è neanche uscita illegalmente.
    La mia socia della palestra non è rientrata 10 anni fa da un tour con un gruppo folklorico e ora sta' riportando la residenza a Cuba.
    Le chiedo l'iter e ci si sente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero. Infatti lei entra ed esce senza problemi.
      Grazie per il favore.

      Elimina
  8. Appena vedo la fanciulla ti dico

    RispondiElimina
  9. RISPOSTA AL POST DI COCOLOCO SU CUBA PRATICA

    Approfitto di questo interessante post di Aston per ribadire alcune cose che possono interessare vari utenti

    Mesi fa abbiamo discusso il caso di un'italiano (non residente) che aveva inviato alla novia (non coniuge) il denaro necessario all'acquisto di una casa.
    Il caso era finito in Tribunale ed il giudice aveva ordinato il RIMBORSO TOTALE del denaro versato dal nostro connazionale e giustificato con vari documenti
    Alcuni "espertoni" avevano sorriso, altri avevano dato del pazzo-bugiardo- sbruffone all'utente che aveva raccontato il caso
    Io avevo detto e ribadisco che é assolutamente possibile e che non é il primo caso in cui, nei giusti modi e/o nelle giuste sedi, si possono trovare delle soluzioni soddisfacenti per non perdere la casa (o i soldini spesi per acquistarla)

    Quindi sono certo che anche nel caso citato da Aston, il nostro connazionale avrebbe potuto trovare una soluzione molto piú soddisfacente


    Citazione:
    Pero' per la RP ora gli occorre la di lei firma e questo e' un problema visto lo stato attuale dei reciproci rapporti.
    Ragazzi, la RP e' la sola ancora di salvezza in casi simili.
    La legge dice che occorre un matrimonio o un figlio riconosciuto (non necessariamente proprio) per poterla richiedere.
    In teoria questi requisiti dovrebbero sussistere per tutto il periodo in cui si ha la RP, ma in realta' non e' cosi'.
    La RP viene concessa per 5 anni e poi va rinnovata fino al 65 esimo anno d'eta', quando diventa definitiva.
    Se una volta ottenuta divorzi, in linea teorica, dovresti perderla ma i fatti raccontano altre storie.
    Conosco 4 italiani divorziati che mantengono la residenza senza alcun problema, anzi uno di loro ha comperato casa intestandola solo a se stesso, DOPO IL DIVORZIO.
    Se non fai casini, se ti sei sempre comportato bene solitamente non te la tolgono


    Infattamente OK

    Aggiungo solo che in alcuni casi il coniuge cubano, prima o dopo di diventare EX, ha fatto casino all'inmigración tentando di non far rilasciare o far ritirare la RP. Almeno in 3 casi che ben conosco NON ci sono riusciti!


    Citazione:
    Fra l'altro ho accompagnato il mio amico da un avvocato, l'azzeccagarbugli ha detto di aspettare a fine anno una sentenza per un caso analogo al suo di un canadese all'Avana.
    Una sentenza che, in caso positivo, dovrebbe fare giurisprudenza.
    Nell'isola ci sono migliaia di cause simili, gente sposata per entrambi i paesi da anni, con figli, che ha perso tutto solo perche' non in possesso della RP.

    Se la sentenza sara' a favore del canadese si potrebbero aprire scenari davvero interessanti.


    Come dicevo prima, sentenze simili sono già state emesse e non dubito che faranno giurisprudenza.

    Mi rallegra scoprire che nell'isola ci sono migliaia di cause simili. Qualcuno avrà letto quanto scrivevamo in queste pagine ed avrà capito che vale la pena di sbattersi un po' per ottenere quello che si puó legittimamente pretendere OK
    _________________

    RispondiElimina
  10. Il passaggio di informazione, al di la' della diversita' dei vari "contenitori", non puo' che portare vantaggi a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Milco!
      volevo solo dirti che sono anni che leggo il tuo blog e ti ringrazio per tutte le informazioni ed opinioni che condividi che a volte mi fanno riflettere altre sorridere... altre volte viaggiare con la fantasia ed alcune anche un po' arrabbiare... (d'altronde mi pare un blog ad alta concentrazione maschile) Comunque ancora grazie per il tempo che ci dedichi!
      Daniela

      Elimina
    2. Figurati Daniela per me e' un divertimento e un piacere.

      Elimina
    3. Milco se permetti...

      Daniele fatevi sentire piú spesso...un po' si sente la mancanza di commenti al femminile...

      Eee nn arrabbiatevi...alla fine siam ragazzacci...

      Freccia

      Elimina
    4. Certo che se la chiami Daniele.....ahahah

      Elimina
    5. Milco se permetti...
      semplicemente freccia ha portato al plurale il mio nome per aumentare, in questo modo, la presenza femminile nel blog! e comunque più vi leggo e più sono d'accordo con te freccia: siete proprio dei ragazzacci!
      Daniela

      Elimina
  11. Allora é proprio vero che al giorno d'oggi l'amore è questione di cambiamento, il matrimonio di soldi ed il divorzio una situazione di comodo...

    Freccia

    RispondiElimina
  12. Uomo cinico e senza cuore....😀

    RispondiElimina
  13. La RP in caso di matrimonio o figlio riconosciuto è la prima cosa da richiedere, soprattutto al giorno d'oggi, che le cubane sono diventate molto più "materialiste", visto l'evolversi dei tempi, in cui anche loro iniziano ad affacciarsi, e a capire, cosa c'è e come funzionano le cose fuori da Cuba.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che sono anche molto più informate sulle leggi e non solo quelle di Cuba.

      Elimina
  14. ciao, certo che muoversi a cuba porta sempre grandi rischi. non so se intendano aprire il mercato immobiliare a los yumas, sarebbe troppo invadente e libero ed a loro interessa lasciare tutto così come è ( eccetto per le multinazionali obbligate alla empresa mixta oppure altre eccezioni governative). comprare una casa la vedo una scelta azzeccata se lo si fa per negocio come stai facendo tu ( anche se il periodo di ammortamento è lungo) oppure in caso di figlio dove per me sarebbe un dovere ( se poi si ha ingravidato una troia che ci va a vivere col chulo ed el niño finisce nella casa cadente con la abuela beh sono cose che capitano l'importante è avere assolto il dovere di padre) . per il resto sul caimano spendo en gozadera senza avere problemi ne rimpianti. Milco, ho letto che ieri ti scrissero riguardo alla possibilità di acchiappo a las tunas, io ci sono anni fa facevo tappa 4-5 giorni mentre scendevo ad holguin ( anni 2007-2009-2010) so che il tuo blog è dedicato a questo e che ora frequenti giri non turistici ma farebbe comodo anche a me sapere come si è evoluta la cosa ( se vuoi ti scrivo in privato così si può scrivere tutto senza essere troppo politically correct). enrico

    RispondiElimina
  15. No Enrico tranquillo ne parlerò nei prossimi giorni.
    Per il resto dici cose largamente condivisibili

    RispondiElimina
  16. Intanto ieri hanno accoppato un altro italiano a Santo Domingo.

    RispondiElimina
  17. 9 coltellate
    Pare fosse nel mezzo di non pochi casini.
    Tanto per cambiare...

    RispondiElimina