mercoledì 20 aprile 2016

LA FINE DEI PEZZEALCULO



Quelli bravi o, come diceva mia nonna, che hanno fatto le “scuole alte” direbbero che..... piu' indizi fanno una prova.
Da piu' parti arrivano notizie che, messe insieme alle cose che ho visto in questi ultimi soggiorni nel balcon sull'oriente cubano, mi fanno affermare senza ombra di dubbio che....
IL TEMPO DEI PEZZEALCULO A CUBA E' GIUNTO AL TRAMONTO.
Per pezzealculo non intendo necessariamente chi, disponendo di limitate risorse economiche, cerca di barcamenarsi nel complicato mondo cubano, anzi, sotto certi aspetti questa gente e' pure da ammirare.
Mi riferisco a quei fenomeni che, pur disponendo della possibilita' di trascorrere soggiorni da persone decenti, preferiscono ridursi peggio dei peggiori cubani.
La Capitale, come sempre e' il motore di ogni cambiamento.
Me ne avevano parlato a lungo alcuni amici, fra cui Gugumarino, quando ci siamo visti a Cuba.
Me lo ha confermato il mio socio Simone reduce da un fruttuoso periodo fra La Habana, Guanabo e Varadero.
Ho avuto conferme cogestendo il sito M&S Casa Particular, che mi ha messo in contatto con tanti “piccoli imprenditori” di se stessi.
Sopratutto me ne ero accorto, da tempo, vedendo la maggior parte dei lungodegenti tuneri passare le giornate fra di loro, giocando a carte oppure girare por las calles coi pomitos di jugo naturale in mano.
Di donne neanche l'ombra.
Simone, il mio socio, ha raccontato di auto economiche scomparse, rentate per lunghi periodi da aziende, infatti ne ha rentata una da 100 cuc al giorno.
Ha scritto di prezzi di alloggi nella capitale, nei barrios piu' prestigiosi, raddoppiati e/o triplicati.
Gli americani sono gia' arrivati, non solo in visite singole, ma addirittura sulle navi da crociera.
Ristoranti e bar nuovi di pacca, dove mangiare costa piu' o meno come uscire la sera da noi, pieni e strapieni di gente.
Aumenti esponenziali dei prezzi nelle tiendas.
Gente che, inventando o arrangiandosi in qualche modo, porta a casa stipendi non lontani da quelli a cui siamo....chiedo scusa....eravamo abituati nel bel paese.
Certo bisogna essere infilati nel negocio giusto.
Tutto questo porta al lievitare dei costi per le fanciulle di un certo tipo, lievitare forse non rende bene l'idea....
Leggo dei soliti italiani che vendono mutande e telefonini per tirare avanti un'altro giorno.
Al rientro in Italia Cialis ai coetanei per far saltare fuori il successivo viaggio.
Certo ci sono sempre le fanciulle normali, ma con quelle...la pagnotta va sudata, non e' a zero costi, e bisognerebbe aver visto qualche esemplare di quel genere anche nei decenni precedenti vissuti nel bel paese....
Cari pezzealculo e' finita.
Anche le guajirite che arrivavano dal campo ora, prima di mettersi per strada, vogliono la garanzia che....come diceva Max Pezzali “con un deca non si puo' piu' andar via...non ci basta neanche in pizzeria”.
Prevedo, per questi personaggi, altri anni, lustri, ere geologiche sabbatiche in compagnia degli sfigati di turno.
Ora leggeremo che “Cuba non e' piu' quella di una volta” che “le cubane sono cambiate” oppure “le davo l'equivalente di un mese di lavoro ora cosa pretendono...la luna?”.
Tutto finisce, finiscono i ristoranti cubani dove “mangiavi” con 50 pesos, la gente che veniva a prenderti in aeroporto per pochi spiccioli, la guaguita per il mare che si chiamava quando si era in 12, per spendere 5 cuc a testa.
Finito chi arrancava in barrios periferici della capitale, sfruttando la miseria di tante povere disgraziate, chi racimolava soldi con piccole truffe e li centellinava, sperando di poter restare a Cuba il piu' a lungo possibile.
E' finita per i “grandi camajan” che dopo aver perso mogli e amici, si ritrovano ora, per riuscire a campare, a trovare il pirla di turno che paghi il conto per loro.
Questa e' una storia che prima o poi...dovro' raccontarvi......
Prima o poi, finiranno le case de renta da 7/8 cuc al giorno, allora sara' divertente vedere sotto quale ponte andra' a vivere certa gente.
Queste cose le dicevo, inascoltato, lustri fa, lo dicevo direttamente a loro “guardate che non dura in questa maniera”
Anche questa volta, come spesso accade, la realta' ha superato le mie previsioni.

M&S CASA PARTICULAR HA AGGIUNTO UNA NUOVA CASA

48 commenti:

  1. Discurso del líder de la Revolución cubana, Fidel Castro Ruz, en la clausura del 7mo Congreso.

    Constituye un esfuerzo sobrehumano dirigir cualquier pueblo en tiempos de crisis. Sin ellos, los cambios serían imposibles. En una reunión como esta, en la que se congregan más de mil representantes escogidos por el propio pueblo revolucionario, que en ellos delegó su autoridad, significa para todos el honor más grande que han recibido en la vida, a este se suma el privilegio de ser revolucionario que es fruto de nuestra propia conciencia.
    ¿Por qué me hice socialista, más claramente, por qué me convertí en comunista? Esa palabra que expresa el concepto más distorsionado y calumniado de la historia por parte de aquellos que tuvieron el privilegio de explotar a los pobres, despojados desde que fueron privados de todos los bienes materiales que proveen el trabajo, el talento y la energía humana. Desde cuándo el hombre vive en ese dilema, a lo largo del tiempo sin límite. Sé que ustedes no necesitan esta explicación pero sí tal vez algunos oyentes.
    Simplemente hablo para que se comprenda mejor que no soy ignorante, extremista, ni ciego, ni adquirí mi ideología por mi propia cuenta estudiando economía.
    No tuve preceptor cuando era un estudiante de leyes y ciencias políticas, en las que aquella tiene un gran peso. Desde luego que entonces tenía alrededor de 20 años y era aficionado al deporte y a escalar montañas. Sin preceptor que me ayudara en el estudio del marxismo-leninismo; no era más que un teórico y, desde luego, tenía una confianza total en la Unión Soviética. La obra de Lenin ultrajada tras 70 años de Revolución. ¡Que lección histórica! Se puede afirmar que no deberán transcurrir otros 70 años para que ocurra otro acontecimiento como la Revolución Rusa, para que la humanidad tenga otro ejemplo de una grandiosa Revolución Social que significó un enorme paso en la lucha contra el colonialismo y su inseparable compañero, el imperialismo.
    Quizás, sin embargo, el peligro mayor que hoy se cierne sobre la tierra deriva del poder destructivo del armamento moderno que podría socavar la paz del planeta y hacer imposible la vidahumana sobre la superficie terrestre.

    RispondiElimina
  2. Desaparecería la especie como desaparecieron los dinosaurios, tal vez habría tiempo para nuevas formas de vida inteligente o tal vez el calor del sol crezca hasta fundir todos los planetas del sistema solar y sus satélites, como gran número de científicos reconocen. De ser ciertas las teorías de varios de ellos, las cuales los legos no ignoramos, el hombre práctico debe conocer más y adaptarse a la realidad. Si la especie sobrevive un espacio de tiempo mucho mayor las futuras generaciones conocerán mucho más que nosotros, aunque primero tendrán que resolver un gran problema. ¿Cómo alimentar los miles de millones de seres humanos cuyas realidades chocarían irremisiblemente con los límites de agua potable y recursos naturales que necesitan?
    Algunos o tal vez muchos de ustedes se pregunten dónde está la política en este discurso. Créanme que me apena decirlo, pero la política está aquí en estas moderadas palabras. Ojalá muchos seres humanos nos preocupemos por estas realidades y no sigamos como en los tiempos de Adán y Eva comiendo manzanas prohibidas. ¿Quién va a alimentar a los pueblos sedientos de África sin tecnologías a su alcance, ni lluvias, ni embalses, ni más depósitos subterráneos que los cubiertos por arenas? Veremos que dicen los gobiernos que casien su totalidad suscribieron los compromisos climáticos.
    Hay que martillar constantemente sobre estos temas y no quiero extenderme más allá de lo imprescindible.
    Pronto deberé cumplir 90 años, nunca se me habría ocurrido tal idea y nunca fue fruto de un esfuerzo, fue capricho del azar. Pronto seré ya como todos los demás. A todos nos llegará nuestro turno, pero quedarán las ideas de los comunistas cubanos como prueba de que en este planeta, si se trabaja con fervor y dignidad, se pueden producir los bienes materiales y culturales que los seres humanos necesitan, y debemos luchar sin tregua para obtenerlos. A nuestros hermanos de América Latina y del mundo debemos trasmitirles que el pueblo cubano vencerá.
    Tal vez sea de las últimas veces que hable en esta sala. He votado por todos los candidatos sometidos a consulta por el Congreso y agradezco la invitación y el honor de escucharme. Los felicito a todos, y en primer lugar, al compañero Raúl Castro por su magnífico esfuerzo.
    Emprenderemos la marcha y perfeccionaremos lo que debamos perfeccionar, con lealtad meridiana y la fuerza unida, como Martí, Maceo y Gómez, en marcha indetenible.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un mito,sempre lucido.
      Ma concludendo dal congresso,cambiamenti di persone al potere?

      Elimina
    2. Come no...
      Raul Boss e Machado vice....

      Elimina
  3. C è tanta povertà ancora a Cuba purtroppo,ma tanta.

    RispondiElimina
  4. È gente di cui Cuba non ha bisogno. Giuseppe

    RispondiElimina
  5. anche quella non viene più via a buon mercato

    RispondiElimina
  6. ciao a tutti, non c'entra niente con il post, vorrei sapere se qualcuno è a conoscenza per la prossima settimana di qualche offerta A/R per Cuba,barato o super barato, voli non superiori alle 13/14 ore, grazie a chi mi può rispondere..taxidriver

    RispondiElimina
  7. hola! argomento interessante e di cui potremmo scrivere tanto ma alla fine le righe sono poche. Diciamo subito che chi ha soldi va a divertirsi a rio de janeiro; cuba per i servizi offerti è sempre stata a prezzi da primo mondo quando in realtà sono da terzo mondo. Il problema è che l'italiano o europeo medio non ha la capacità di fare il turista come vorrebbe e già con l'arrivo dei canadesi ed ora con los yanquis la forbice si allargherà ancora di più. I pezzealculo hanno nella grande maggioranza passaporto itagliano e migrarono più di 10 anni fa dalla capitale ad oriente ( santiago, holguin, camaguey, tunas ) a la busqueda de guajiras baratas, lo giustificarono come "la habana non è la vera cuba" ma la ragione era l'impossibilità di mantenere las chicas ( sia come farandula che non ). Non ho mai capito chi cerca di risparmiare 10 cuc al g per casa e 10 cuc por palo solo per durare il più possibile sull'isola in modo da vantare più stellette quando torna a casa davanti agli amici del bar. Non hanno ancora capito che è l'intensità a fare la differenza in ogni cosa e non la durata. I classici sono quelli de largo plazo che partono con la doppia valigia non per alimenti/medicine o altre comodità che non si trovano ma la riempiono di cazzate made in china da barattare per tutto. E badare che non parliamo di turisti che vanno a cuba a fare tourbillon ma una vita non da yuma.
    Nessuno mi credeva quando dicevo che cuba non era economica ma come Milco ho indovinato il cambio già da anni. Personalmente vado a cuba in zona playa del este ( anche se l'ho vista tutta questa è per me il luogo migliore) dove ho tutto quello che mi serve: strutture decenti, mare , varietà razziale ( alla faccia di quelli che dicono che la rubias si trovano solo ad holguin) presupuesto diario casa indipendente 25 cuc, 150 cuc per la gozadera, poi di solito per qualche giorno affitto casa in residence tipo tarara o villa los pinos, se ho voglia di andare en carro alquilo un particular ( ma ho sempre paura di fare incidenti quindi faccio brevi tragitti) . Ad oggi questa è la mia cuba a lo yuma de corto plazo ( 2-3 settimane) durassi di più spenderei meno en gozadera ma si tratterebbe sempre di una vita decente a differenza di quelli che fanno sei mesi all'anno. chao Enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni persona se la vive come meglio crede,già chi può partire per Cuba è un privilegiato,vista la crisi e i costi dei voli,poi chi ha più possibilità di altri farà vacanze in maniera diversa,come sempre stato,non vedo un problema se una persona ha meno possibilità,ogniuno se la vive alla sua maniera.

      Elimina
    2. Enrico al finale el barato....sale caro

      Elimina
    3. Vero Paolo il problema nasce qundo vuoi il branzino coi soldi per la sardina

      Elimina
  8. Allora Facciamo Fiesta è sempre attuale

    Trama

    Sandro (Alessandro Gassmann) è un cameraman che lavora per le tv private, Marco (Gianmarco Tognazzi) saltuariamente fa collaborazioni giornalistiche e accetta la proposta di un'agenzia turistica di partire per Cuba per realizzare una videocassetta pubblicitaria. A Cuba si dovrà incontrare con Sandro che è già sul posto per raccogliere materiale filmato. Conoscono Consuelo, una bella ragazza che lavora in un ristorante e su sua indicazione entrano in contatto con Antonio, un connazionale imbroglione che fa loro da guida e li informa sui cambiamenti sociali in atto a Cuba. Vengono coinvolti in una vicenda che li induce a cambiare idea sulla realtà sociale del paese...P68

    RispondiElimina
  9. Premetto che io non sono uno di quei pezzenti dei quali dai una accurata descrizione,temo che la situazione però sia una tragedia per quelli come me che riescono a farci andare anche solo moglie e figlio ogni 3 anni (a proposito ma ci sono solo io messo così?).Non è che la cosa mi entusiasmi tanto al contrario di te......
    Ps: c'è qualcuno che spedisce pacchi? Usavo globestar ma pare che sia diventato carissimo.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muoversi con la famiglia è diventato un costo difficilmente sostenibile

      Elimina
    2. Mirco tutti noi con famiglia abbiamo messo una croce su vacanze a Cuba da un bel pezzo,è una cosa normalissima,come qualsiasi famiglia che voglia fare vacanze in qualsiasi posto,sono un lusso è la realtà,ormai abbiamo fatto la crosta,noi,stiamo sereni.

      Elimina
  10. Lasciando perdere le pezzeaculo, che sono ridicoli e fanno spesso pena. Purtroppo si trovano in tutta Cuba, Havana compresa. Sono di tutte le nazionalità. Ora che Cuba sia cara, per i servizi che offre è vero. Poi anche qui ci sarebbe da disquisire a lungo. Con le agenzie internazionali che comprono a pacchetto, vuoto per pieno, alle volte si trovano condizioni veramente speciali. Ma Cuba in questo momento di euforia, corrisponde alla realtà oppure è una bolla che presto potrà scoppiare? Il congresso è stato chiaro, nessun cambiamento fino a che la vecchia guardia è al potere. Quindi si rimanda ancora al 2018. Ma ora a Cuba manca il miliardo di dollari dal Venezuela,annuale, il Brasile ha i suoi problemi, la Cina è stanca di dare credito senza vedere un ritorno. Se cresceranno le differenze tra la popolazione, quindi i poveri rimmarranno poveri e i pochi benestanti saranno sempre più benestanti, quello che potrà succere è abbastanza immaginabile. Vedremo nei prossimi mesi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beppe era questo il commento?
      Era finito in spam, da Cuba....succede.

      Elimina
  11. Manca la firma Beppe.

    RispondiElimina
  12. Ogni tanto succede... Le ottime connessioni jajja. In buona sostanza dicevo che le pezzealculo, sono penosi, si trovano in tutta Cuba anche in Havana e di tutte le nazionalità. Ma quello che devo dire è differente. Cuba sta vivendo un euforia, che però non ha un grosso fondamento, sembra più che altro una bolla, che presto va a scoppiare. Il congresso, ha poticipato ancora ogni cambiamento reale, tutto si rimanda al 2018. La situazione però è complicata per Cuba. Mancano i soldi del Venezuela - circa un miliardo di dollari l' anno- Il Brasile è messo come è messo, la Cina è stufa di dare credito senza ricevere quasi nulla in cambio. La povertà è tangibile, quei pochi benestanti, stanno creando differenze sociali, cosa nuova per Cuba. La situazione si sta aggravando, a vista. Non è difficile immaginare cosa possa succedere. Beppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d accordo con te,io è questo che voglio dire,che in concreto non vedo niente di positivo,cioè la povertà è sempre assouta,spero di sbagliarmi e vorrei essere positivi come voi,ma non vedo cambiamenti per la gente normale,ospedali,scuole,stipendi......

      Elimina
    2. Beppe analisi corretta, è una bolla creata ad arte dal regime per prendere tempo. Poi vedremo come andrà anche perchè sono pochi sulla percentuale totale della popolazione i cubani che "chupan la teta al turismo". E' una illusione temporanea poi quando la bolla scoppierà vamos a ver que pasa. Riguardo la forbice tra le classi sociali si è ampliata perchè ora a differenza degli anni addietro chi ha soldi può comprare i beni di "ultima generazione" quindi la cosa è più evidente, ed anche in questo caso la massa di nuovi benestanti sta en la capital (cuba è lahabanacentrica) e si notano perchè tutti insieme. Non dimentichiamoci che il regime vive de los chivatos che sono la metà della popolazione e questi hanno sempre sputtanato ed infamato a cambio de dinero. Per l'altra metà dei cubani quelli che vengono e cercano il contatto con lo straniero vedremo cosa accadrà per ora godono della bolla. chao Enrico

      Elimina
  13. Per rispondere a Paolo, anche io sono sposato con una espirituana e ho quasi 2 figli, l'ultimo nascerà tra 15 giorni, non andiamo a Cuba dal 2012 e penso che passerà ancora del tempo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquillo mirco,adesso per noi è fondamentale tenere Cuba come piano B,è un bel paracadute in caso di problemi di lavoro qui in Italia,quindi dobbiamo tenerci un progetto sempre pronto in caso di difficoltà,che non si sa mai.

      Elimina
  14. Le differenze sociali sono evidenti ormai da qualche anno...verosimile che la situazione si stia accentuando...forse era inevitabile...

    Bolla speculativa? Fallimento di un progetto solidale? Revisione di un sistema?

    Bohhhhh...basti pensare che alcune situazioni e recenti accadimenti erano davvero impensabili un lustro fa...

    In questo momento ogni ipotesi puó essere plausibile...stiamo a vedere...come al solito nulla accadrá per caso...

    Freccia

    RispondiElimina
  15. Dopo il 2008 il mondo si è capovolto e Cuba si è dovuta adeguare

    RispondiElimina
  16. Stiamo facendo passare per pezzenti chi guadagna qui in Italia 1800 euro al mese che per il 95% dei cubani abituati ad estorcere più denaro possibile allo yuma sarebbe come trovare una miniera d'oro nel giardino di casa.
    Ci sono pensionati e gente decente che va a svernare a Cuba e con 1000/1200 euro con il cambio di adesso ci sta stretto,quando in almeno altri 20 Paesi tropicali e con un clima altrettanto buono ma con più servizi ci starebbero dentro alla grande.
    Il problema non è avere le pezze al culo ma che Cuba sta diventando effettivamente cara. Non ci potrà essere nessuna competizione con americani disposti a pagare casas particulares 40 cuc senza fiatare e pure con propina.
    Quando avere le 'pezze al culo' è una filosofia di vita sono d'accordo con te Milco questa gente no sirve,ma se devo andare in vacanza a Las Tunas e spendere 30 cuc in casa particular e altri 100 tra cibo e divertimento allora ci penso due volte e inizio a guardare ad altre destinazioni,per non parlare poi se rento il carro o voglio passare tre giorni in qualche Cayo.
    Pablo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No
      Le figure di merda piu' grandi non le fanno chi prende 1000 euro di pensione, ma chi millanta 3/4 mila euro mensili di entrate e poi chiede sono un desajuno perche' "lei mangia un po' del mio"

      Elimina
  17. ROMA (4-3-3): Szczesny; Maicon, Manolas, Rudiger, Emerson; Florenzi, Keita, Nainggolan; Salah, Perotti, El Shaarawy. A disposizione: De Sanctis Digne, Castan, Strootman, Dzeko, Totti, Falque, Pjanic, De Rossi, Vainqueur, Torosidis, Zukanovic. All. Spalletti

    TORINO (3-5-2): Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Bruno Peres, Baselli, Gazzi, Obi, Silva; Martinez, Belotti. A disposizione: Castellazzi, Ichazo, Bovo, Jansson, Molinaro, Zappacosta, Farnerud, Vives, Candellone, Edera. All. Ventura.

    RispondiElimina
  18. Quindi il Comandante è tornato alla classica tuta Adidas....si vede che la tuta Nike messa la scorsa volta gli ha procurato allergia ahahhaha Alessio

    RispondiElimina
  19. Ricordo imprenditori che profetizzavano mirabolanti locali in centro Havana, alla ricerca di fondi tra i visitatori di forum e blog su cuba.
    Tutto morto...

    Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intendi quel progetto Rockphenia di cui a volte si legge? Mat.

      Elimina
  20. 3-2 TOTTI SU RIGORE

    PECCATO MA SE DOVEVA SUCCEDERE SONO CONTENTO PER TOTTI

    FANCULO SPALLETTI

    RispondiElimina
  21. rigore roma inesistente...
    simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono romanista e milco del toro,e abbiamo visto la partita.
      Detto ciò io dico il rigore inesistente ok,però almeno un altro nettissimo negato a noi e non penso si sia vinto rubando clamorosamente vedendo tutta la partita nel complesso.
      Voglio la risposta dell altra campana adesso.
      Noi e torinisti sempre obiettivi e sportivi non scherziamo Simone.

      Elimina
  22. Apunto non scherziamo....
    Gia' il pari al novantesimo era grasso che colava per voi, ma vincere......lasciamo perdere.
    Ripeto sono contento per Totti che non merita un finale di carriera simile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pareggio era giusto per il gioco visto sono d accordo,ma sugli episodi arbitrali chi può negare che c era un rigore grosso come una casa per noi?come inesistente quello che ci ha dato e come giusto quello per voi.giusto per essere obiettivi e sportivi e leali come sempre siamo stati noi tifosi della Roma e del Toro.e'solo una risposta per il nostro amico Simone,per chiarirci,io e te non avevamo neanche accennato agli episodi infatti,ma se proprio devo......

      Elimina
  23. Milco condivido tutto, però la mia domanda è sempre la stessa, come fanno a sopravvivere i cubani che percepiscono 8 cuc di stipendio? Perchè questa gente nessuno (del governo) se la fila?
    Anche se penso che in posti "lontani" dalla capital ancora si riesca a vivere decentemente, soprattutto a oriente, perchè gli americani prendono d'assalto la capital, i cayo, e tutte quelle località turistiche, come Varadero, Trinidad, ecc, ma in posti più "sfigati" non ci vanno, ed è li che continueranno a colonizzare i pezze al culo.

    RispondiElimina