giovedì 15 settembre 2016

MADRI IN FUGA

 Risultati immagini per madri in fuga

La settimana scorsa, un amico del gruppo whatsapp che fa riferimento a questo blog, ha postato la triste storia del 69enne di Ferrara che ha visto l'ex moglie o compagna cubana fuggire, di soppiatto, nella maggiore delle Antille con tanto di figlioletta al seguito.
La storia non e' nuova ne' originale.
Un imprenditore di Moncalieri, prima cintura torinese, proprietario di un noto autoconcessionario e' riuscito a ritrovare la sua figlioletta “rapita” dalla moglie croata.
Dopo due anni di ricerche congiunte della polizia italiana, croata e bosniaca la donna e la bambina sono state scovate.
Per non parlare di uomini marocchini, tunisini, egiziani che tornano in patria con la prole in barba alla madre italiana.
Valli a riprendere quelli...in quei paesi e con quella polizia...
Sono situazioni da tristezza profonda, i figli non dovrebbero mai entrare nelle controversie fra genitori, anche se questo non accade praticamente mai.
La storia del 69enne di Ferrara e' emblematica di un certo modo di fare le cose.
Ovviamente faccio fede su cio' che hanno raccontato gli organi di informazione.
Fra l'italiano e la cubana ballavano 43 anni di differenza, si sono messi insieme quando la fanciulla viaggiava sulle 19 primavere.
Il vostro umile scriba, in materia, non e' in grado di dare lezioni ne' tanto meno indicare modus operandi a nessuno, pero' alcune considerazioni si possono fare.
Sin dai tempi in cui l'uomo girava nudo nelle caverne, il rottamare antichi modelli a favore di nuovi piu' attraenti e' stata ritenuta una cosa naturale.
Parliamoci chiaro, sia a Cuba che in Italia, visto che grazie agli Orishas posso ancora permettermelo, mi piace circondarmi di ragazze e donne piu' giovani.
La dottrina e' semplice, ma il demonio si cela fra le pieghe, sopratutto nella parola “piu' giovani”.
Non ho nulla contro le mie coetanee, alcune sono davvero notevoli, ma non amo troppo i libri su cui sono gia' state scritte troppe parole.
Pero' un conto e' farci un bel giro di giostra, aprire la ruota del pavone (guai a non poterlo piu' fare) andare in giro con una bella donna intercettando le occhiate di invidia degli altri uomini, un'altro, con una ragazza molto piu' giovane, fare progetti o addirittura....figli.
Una delle ragioni che mi ha spinto di nuovo verso....spazi aperti....e' stata proprio una richiesta di....figliazione da parte della cubanita di turno.
A scuola, il bimbo, deve andarlo a prendere il padre....non l'abuelo.
Se ballano 43 anni di differenza un conto e' una vacanza di gozadera a Cuba, un 'altro pianificare una vita in Italia.
Pare che la loro storia fosse gia' ai titoli di coda e che lui, per il mantenimento della creatura, passasse alla madre 300 euro al mese.
Se non si e' a conoscenza delle cose si rischia di fare solo delle congetture, ma la madre come si manteneva? Lavorava? Era in grado di sbarcare il lunario? Con 300 al mese che ci faceva?
Ripeto, da fuori e' facile parlare e fare i soloni.
Ho detto piu' volte che la maggior parte delle cubane attualmente presenti in Italia, con una rendita di 300 euro al mese, A CUBA ci tornerebbe di corsa per non andarsene piu'.
Probabilmente la fanciulla non riusciva piu', da noi, a sfangarla, visto che una stupida non deve essere ha capito perfettamente che noi italiani, a differenza dei loro connazionali, i figli non li abbandoniamo.
E' perfettamente consapevole che, una volta passata la tempesta, si trovera' con ogni probabilita' una $oluzione per un'aiuto mensile da parte dell'italiano a favore della la figlia, aiuto di cui, beneficera' anche lei, questo e' sicuro.
Una domanda a chi di voi ha figli con una coppia mista; e' possibile andarsene in questo modo?
Non ci dovrebbe essere, per poter uscire dal paese con una minore, il consenso di entrambi i genitori?

25 commenti:

  1. Milco, con 43 anni di differenza cosa vogliamo pretendere? Giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa vuoi che ti dica?
      Ora la cosa importante e' che la creatura non debba pasar trabajo per le menate dei loro genitori.

      Elimina
  2. Il consenso serve solo in casi di separazione/divorzio ma quanto la coppia risulta ancora insieme non è richiesto il consenso dell'altro per espatriare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho capito.
      Ma...in presenza di minori....non e' una situazione un po' a rischio...mi chiedo?

      Elimina
  3. Quanche settimana fa parlavamo del fatto che il volontariato sta' tenendo in piedi questo paese.
    A causa di questo settembre caraibico, sul muro esterno della palestra, in una intercapedine irrangiungibile i calabroni hanno fatto un nido.
    Per 2 sere dalla sala corsi, le ragazze sono dovute fuggire dopo che una decina di questi erano entrati in sala.
    Visto che non era possibile accedere al nido, ieri, chiamo i vigili del fuoco, come mi e' stato indicato di fare, ricordo che una puntura di calabrone puo' portare a uno shock anafilattico.
    I pompieri del comando provinciale di Torino mi dicono che, da un po' di tempo, non si occupano piu' di queste cose e che occorre chiamare una ditta di disinfestazione.....
    Caso vuole che in palestra ieri c'erano un vigile del fuoco volontario di Caselle e il figlio di un altro.
    Partono un paio di telefonate e.....magicamente, da S.Maurizio Canavese arriva un mezzo con 4 vigili del fuoco volontari a bordo.
    Non avevano pero' una scala abbastanza alta, cosi' chiamano un secondo mezzo.
    Alla fine con una scala adeguata e con tute speciali 2 di loro riescono ad arrivare al muro e a tapparlo col cemento risolvendo, pare e spero definitivamente il problema.
    Se pero' non avevo amici vigili del fuoco col cazzo che venivano a risolvermi la cosa.
    L'Italia e' questa.
    Detto cio' un plauso grande e un ringraziamento agli efficentissimi....e volontari pompieri per il loro lavoro.
    Ovviamente il ringraziamento non si e' limitato ad una stretta di mano....

    RispondiElimina
  4. DAL BLOG DI LINUS
    Raramente parlo in questo spazio di argomenti legati all’attualità. Per un sacco di motivi: lo fanno già tutti, non voglio fare (come tutti) il trombone retorico, e non voglio più essere trascinato nei gironi danteschi dove vivono i barbari della rete.
    Però la notizia della ragazza napoletana che si è suicidata mi ha molto colpito.
    E’ stata la protagonista (involontaria) del più famoso video hard italiano, talmente famoso da diventare un tormentone. Comico per tutti, noi compresi, tranne che per lei.
    La sua vita ne è uscita completamente e irrimediabilmente distrutta, fino alla tragica conseguenza di ieri.
    Adesso tutti a dire e a scrivere “non dite che non lo sapeva”, riferito alle conseguenze che potevano essere immaginabili.
    Ma “non dite che non lo sapevate” vale per tutti.
    Non dite che chi gestisce la nostra vita attraverso i social non sapeva (non sa) che di storie come queste ce ne sono e ce ne saranno a migliaia, finché non si pone un limite.
    Non dite che tutti quelli che per sentirsi moderni (giornalisti, politici, maitre à penser) si sono riempiti la bocca e hanno riempito pagine con questa pagliacciata ipocrita della “democrazia del web” non lo sapevano.
    Non dite che non lo sappiamo noi, che predichiamo bene e razzoliamo male.
    --------------------------------------------------
    Senza voler entrare nel merito di questa situazione gia' di per se drammatica permettetemi solo di dire, ancora una volta, che questa storia della "democrazia del web" fa veramente schifo.
    Sopesso per una sorta di ricerca della massima visibilita', di popolarita' e cose simili si permette ad autentici pezzi di merda (ovviamente ben nascosti dietro al loro pc) di diffamare, insultare chiunque nel nome di questa idiozia di democrazia che non esiste.
    Questo vale per i social, i forum, fb, twitter e quello che volete voi.
    Forse questo blog non e' "democratico" ma tutela tutte le persone che lo leggono e che ci scrivono.
    Si parla da tempo di interventi governativi per risolvere un problema cosi' serio ma ancora si aspetta la prossima tragendia prima di intervenire fattivamente.

    RispondiElimina
  5. Per il consenso congiunto molto è lasciato agli operatori di polizia dei paesi da cui parti/transiti/arrivi.
    Come ti dissi, quest'anno hanno bloccato la mia compagna a Malpensa perchè non aveva il visto di "transito" per il Canada (occhio che da ottobre vale per tutti e non solo per i cubani). Oltre ai mille eurozzi che ho sborsato in più la stessa mattina per un volo diretto per la signora e le 24 ore che mi sono fatto solo con la bimba in 3 aeroporti, ho dovuto sudare 7 camicie per spiegare ai vari sbirri il perchè stavo viaggiando solo con la bimba. Se non avessi avuto copia dei biglietti "vecchi" e quello "nuovo " della mamma, col cavolo che mi facevano passare in Canada e Germania. In Italia e a Cuba invece non hanno detto nulla. C'erano dubbi?

    Simone M&S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioe' se volero' in futuro con Air Canada (difficile) dovro' munirmi di una visa di transito per il Canada?

      Elimina
    2. Non è un vero e proprio visto. Diciamo che è un'opzione che devi attivare e pagare online e viene associata al tuo passaporto elettronico. Sarebbe già in vigore dal 15 marzo ma da ottobre sarà tassativa. Se non c'è l'hai ti rimandano indietro. Se sei un po' sveglio, hai una connessione ad internet e conosci inglese/francese, puoi farla anche in aeroporto.

      http://www.cic.gc.ca/english/visit/eta-facts-it.asp

      Simone M&S

      Elimina
  6. hola! situazione particolare con un abisso di anni di differenza, mi chiedo se questi machos si rendano conto che il teatro non può durare troppo a lungo, in questo ambito Cuba dà allucinazioni pesanti che non si riescono a correggere se non con epiloghi scontatti e dolorosi se ci sono di mezzo altri. Per me è tutta una questione di possesso, gelosia sentimenti stupidi. chao Enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah....ripeto molti confondono la vita con quello che dovrebbe, eventualmente, essere nulla piu' che un giro di giostra.

      Elimina
  7. Vabbe'...tanto arrivare a Cuba passando dal Canada vuol dire oltre 20 ore di volo....non e' cosa per me.
    Fanculo gli acerini... :-)

    RispondiElimina
  8. A proposito: 7 - 14 dicembre (milano -> parigi -> havana) con arrivo a cuba alle 15 e partenza da cuba alle 23 (quindi una settimana piena) 480 euro con airfrance-ktml (14 ore di volo). Non male...
    Simone M&S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto ancora combattendo con i contadini. Sembra un messaggio in codice ma tu hai capito.

      Elimina
    2. .....occhio ai forconi... :-)

      Elimina
  9. "Mi piaccion le sbarbine
    Non posso farci niente
    (mi piaccion le sbarbine)
    mi sento deficiente
    (mi piaccion le sbarbine)
    lo so che non conviene
    (mi piaccion le sbarbine)
    ma poi chi si trattiene..."
    Il tuo post mi ha fatto tornare alla mente il gruppo delirante degli Skiantos, anche loro sapevano che...non conviene!!
    Buona giornata a te Milco e a tutti gli amici del blog.
    Kiano

    RispondiElimina
  10. Skiantos.....Berta e tante altre cose...

    RispondiElimina
  11. Per uscire con una minore dall'Italia ci vuole che il passaporto di questa sia abilitato per il viaggio disgiunto (cioè con la presenza anche di un solo genitore), questo lo si autorizza firmando al momento del rilascio del passaporto. Poi magari col tempo le cose cambiano, la coppia litiga, l'atro genitore potrebbe bloccare il passaporto, ma spesso non si pensa mai ad un gesto estremo come il rapimento del minore...

    AK

    RispondiElimina
  12. I figli di coniugi separati possono trasformarsi in strumenti di ricatti reciproci.
    Anche in casi estremi come questo.

    RispondiElimina
  13. https://www.youtube.com/watch?v=Yw-Qn41uYYA
    P68

    RispondiElimina
  14. Se da Di Maio non comprerei un'auto usata, da De Luca neanche uno spremiagrumi....

    RispondiElimina
  15. Per avere il passaporto c'è bisogno della firma di entrambi i genitori in mancanza di questo non viene rilasciato il documento.
    A proposito devo rinnovare il mio e quello della niña ho appuntamento ad ottobre.
    Dado

    RispondiElimina
  16. Ciao a todos, avete un paio di dritte su dove far serata a cienfuegos ? Gracias! Mat.

    RispondiElimina
  17. CI MANCO DA PARECCHIO...HO TROVATO QUESTO...


    Artex o Kubanito, in fondo al Malecon sulla Destra, discoteca movimentata....

    Benny Morè in centro città, discoteca piccolina con NOTEVOLE movimento il sabato sera, direi il TOP per il sabato.

    Costasur, discoteca all'aperto (tenere in conto in caso di maltempo) entrata 90 pesos Mn, non accettano Cuc in entrata pertanto munirsi di Mn, carina quando ci sono i concerti.

    RispondiElimina