lunedì 3 ottobre 2016

MUSICA

 Risultati immagini per musica cubana salsa

La musica e' parte integrante della mia vita.
E' raro che io passi piu' di mezzora, nella giornata, senza vicino una fonte di diffusione di musica.
Un amore iniziato da ragazzino imparando a suonare la chitarra, all'epoca era un buon metodo per fare colpo sulle ragazze.
C'e' stato qualche gruppo, da bassista, ricordo prove in cantine polverose in cui si giocava a fare la rockstar, alcuni concerti in cinema, feste e circoscrizioni.
Successivamente la musica, ascoltata, suonata e cantata mi ha accompagnato negli anni dei villaggi, occupandomi di intrattenimento le 7 note erano il pane quotidiano.
Anni in cui si viaggiava con le valigie rigide piene prima di cassette, sostituite successivamente dai cd...altro che le comodissime chiavette di oggi e tutto quello che vuoi disponibile in rete....
Per oltre un'anno, tempo fa, feci pure il dj in un noto locale latino torinese, bella esperienza anche se faticosissima, sopratutto per gli orari.
La mia musica e' il Rock senza se e senza ma, pero' non disdegno qualche pezzo della musica italiana, qualche gruppo storico.
Ovviamente, come ben sapete, a Cuba la musica si ascolta in ogni angolo di strada, non esiste cubano o cubana giovane o vecchio, impegnato o fancazzista, fidelista o controrivoluzionario che non ami la musica, non conosca ogni nuovo pezzo che esce sul mercato o anche solo che venga trasmesso in televisione.
Sarete tutti passati in qualche via dove, da una casa, usciva musica ad altissimo volume, piu' la casa era abitata da negher piu' alto era il volume della musica.
A Cuba e' normale, in Italia dopo 2 minuti arrivano i vigili e i carabinieri avvisati da tutto il vicinato e pure da quelli dei quartieri vicini.
Il ballo, ovviamente, e' una conseguenza di questa passione, a Cuba tutti sanno ballare senza che nessuno abbia mai frequentato una scuola di ballo.
Semplicemente si impara per strada, dalla vicina, dall'amica piu' grande, guardando i passi in televisione, vedendo come si muove tal cantante o tale ballerina.
Le cose sono pero' cambiate anche da quel lato del bloqueo; alla salsa, il merengue e la bachata, per non parlare del son che si ascoltava anni fa e che veniva ballato nelle sale da ballo, si e' sostituito prima il reggaeton e poi la stessa merda commerciale che si ascolta nelle nostre disco.
Come spesso accade Cuba importa il peggio.
Per carita', i gusti dei giovani sono al di fuori di ogni discussione, ogni generazione ha i suoi idoli e i suoi miti, pero' non sono sicuro che il vecchio fosse tanto peggio rispetto a questo nuovo.
Il vostro umile scriba non e' mai stato un grande appassionato di musica latina, certo l'ho utilizzata per lavoro migliaia di volte, mi ci sono guadagnato il pane, a volte ce l'ho pure inzuppato il pane ma dire che mi sia piaciuta....e' una forzatura.
Storicamente la musica latina che si ascoltava a Cuba era di due tipi; la salsa e il melodico.
Nel primo caso, essendo un ballerino molto casuale, dopo 2 pezzi ero gia' belle che stufo, nel secondo caso si trattava quasi sempre di melense canzoni melodiche con testi strappalacrime per cui i cubani andavano matti.
Poi e' arrivato il reggaeton, anche in questo caso, al di la' dei culi che si muovono, un paio di pezzi erano piu' che sufficienti per farmi 2 maroni cosi'.
Ora anche questo genere e' in visibile calo, in tv spopolano i cantanti stranieri, in disco e' tutto un “unza unza”, e anche por la calle si ascolta, per ore, lo stesso ritmo noiosissimo.
Sia chiaro che il mio non e' un discorso da vecchio temba, in palestra fino alle 18 si ascolta Virgin Radio senza compromessi, dopo, visto che arriva gente dopo un giorno di lavoro con solo un'ora per allenarsi, mettiamo musica piu' ritmata per non perdere la carica.
Ascolto tutto quello che vale la pena ascoltare, ma quella musica che oggi si ascolta a Cuba mi ha ampiamente rotto i coglioni, non a caso vado sempre con le mie chiavette piene di buon Rock che ascolto ad ogni ora del giorno in cui sono a casa.
Allo stesso modo, quando sono in Italia e' abbastanza difficile che ascolti qualcosa in lingue differenti che non sia l'inglese.
Ovviamente c'e' tutta una playlist per correre ma questo e' un altro discorso....
L'IMMAGINE SOTTOSTANTE POTREBBE CAUSARE GIRAMENTI DI CABASISI ASSORTITI, TENERE LONTANO DAI BAMBINI E DALLE PERSONE FACILMENTE IRRITABILI.

24 commenti:

  1. L'obrobrio che vedete sopra e' un manifesto dell'accolita di Maroni per aderire ai giovani padani.
    Va bene tutto....ma il Che in verde non lo si puo' proprio guardare.
    Ma questa gente un minimo di vergogna non la prova mai?
    Se c'era una cosa che il Che odiava era il razzismo, la discriminazione sotto qualunque bandiera si nascondesse e ora questi di Roma ladrona, a cui si sono perfettamente uniformati, presentano questo schifo di manifesto.
    Que pais.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si veramente vergognosi,il fatto che ignoranti come sono la maggior parte neanche sanno chi è.
      Non ho parole

      Elimina
  2. Dopo la Roma, al Grande Torino, abbiamo piegato anche i Fratelli Viola.
    Gran bel Toro, dopo 5 anni di noia totale finalmente giochiamo come deve giocare una squadra e una societa' come la nostra.
    Applausi a scena aperta per tutti, sopratutto per questo serbo cocciuto che in pochi mesi ha capito tutto cio' che la libidine lampadata non e' stata in grado di comprendere in 5 anni.
    Se a gennaio braccino Cairo fa un piccolo sforzo davvero possiamo puntare all'Europa.
    Siamo un po' incerti nei centrali di difesa e, forse, nel mezzo manca un po' di qualita', Valdifiori vale Peppino Vives con meno anni.
    Ogni tanto non sarebbe male pensare a portare a casa la ghirba, ieri sul 2-1 a 10 minuti dalla fine io avrei inserito una centrocampista per una punta, ma Sinisa non l'ha fatto ed e' andata bene cosi'.
    Ora bisogna fare punti con le piccole; fra Atalanta, Pescara e Empoli abbiamo portato a casa la miseria di 2 punti, se queste non ti lasciano spazi bisogna inventarsi qualcosa per non invalidare grandi risultati come quelli delle ultime 2 domeniche.
    Comunque si gode....dopo tanto tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domanda: "Una parola su Benassi, penso non sia facile indossare la fascia di capitano a 22 anni".
      Mihajlovic: "No, non è facile svegliarsi alle 4:30 andare a lavorare alle 6, fare tutto il giorno e non arrivare a fine mese, questo non è facile. Questo deve essere un piacere, deve essere contento, deve essere orgoglioso, che a 22 anni, gioca nel Torino, è capitano del Torino e ha fatto pure goal, perchè è una persona fortunata come tutti noi che facciamo questo lavoro".

      Elimina
  3. Io invece adoro la musica latina, ascolterei sempre solo quella. Giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I gusti musicali sono simili a quelli sulle donne.
      Ognuno ha i suoi, l'importante e' averceli e poterli soddisfare.

      Elimina
  4. Pienamente d'accordo, quindi per favore distanziali maggiormente dal tuo scritto perché potrebbe sembrare un invito. Ciao grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, tu pero' la prossima volta firmati.

      Elimina
  5. Mi sono pagato l'università suonando in orchestra ed ho avuto il piacere di far parte di uno dei primi gruppi italiani che suonavano salsa cubana. In tempi lontani ho fatto stagione sulle navi da crociera...chi cantava con me è arrivato alla notorietà ma non era di Arcore :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti
      Non a caso VIVO PER LEI cantata da Bocelli è una delle canzoni che amo di più.

      Elimina
  6. hola! quello che mi piace della musica latina sono i testi sempre strappalacrime stile novelas e come lo bailan entregandose. Como mueven el pelvis y culean las caribeñas, quando sono a Cuba vado in disco quando ci sono eventi o ballerine professioniste solo per vederle muoversi. Da notare che anche con addome flaccido, cellulite, senza allenamento specifico hanno sempre una padronanza della musculatura pelvica notevole. Vedere una cubana perreando è spettacolare anche se i testi del reggaeton sono banali ma non è quello che muove l'interesse. Vado ot : leggo che questo huracan matthew è il più poderoso dell'ultima decada, dovrebbe arrivare in questi giorni in oriente speriamo perda ancora intensità. chao Enrico

    RispondiElimina
  7. Niente di fatto e la pace, adesso, sembra molto più lontana. Con uno stretto margine di 60.000 voti e un’affluenza relativamente bassa, i colombiani hanno votato No al referendum che doveva ratificare gli accordi di pace firmati una settimana fa tra il presidente Juan Manuel Santos e le Farc. L’intesa, raggiunta dopo 4 anni di trattative a Cuba grazie anche all’aiuto di diversi mediatori internazionali, non ha ottenuto l’appoggio della popolazione e ora si ritorna da capo, con uno scenario che preoccupa tutti.
    La vittoria del No è stata una sorpresa, già che tutti i sondaggi pronosticavano un ampio margine a favore del trattato. L’ago della bilancia sono state le regioni del paese dove storicamente si è mossa la guerriglia, ad iniziare da Antioquia, con capitale Medellin, dove due terzi dei votanti hanno detto No. Dove la guerra è stata più forte, le Farc controllano ancora oggi vaste regioni del paese, la gente non si è fidata e ha votato No. Si tratta di una grande sconfitta per Santos e per il leader delle Farc Rodrigo Timochenko, dati entrambi in pole position per aggiudicarsi il Premio Nobel della Pace questa settimana, ma anche un gigantesco passo indietro per un paese attraversato da 52 anni di guerra.
    «Le Forze armate rivoluzionarie della Colombia mantengono la propria volontà di pace e ribadiscono di essere disponibili a usare solo la parola come arma di costruzione del futuro», commenta a caldo Timochenko che sottolinea il «profondo dispiacere sul fatto che il potere distruttivo di chi semina odio e rancore abbia influito sull’opinione pubblica colombiana». Mentre Santos rilancia: «Il cessate il fuoco è bilaterale e definitivo, non mi arrenderò e cercherò la pace fino all’ultimo giorno del mio mandato».
    A cantare vittoria è soprattutto l’ex presidente Alvaro Uribe, nemico giurato della guerriglia ed unico grande leader nazionale a schierarsi contro l’accordo. Dal fronte del No hanno sempre detto di non essere contro la pace, ma contro alcuni punti, i più polemici, raccolti nelle 297 pagine dell’intesa, come l’assegnazione di 5 seggi di diritto in parlamento al futuro “partito delle Farc” o la possibilità di amnistie ed indulti per alcuni dei crimini commessi durante il conflitto. Il panorama, ora, si fa complicato. Santos ha più volte detto che non è possibile tornare indietro rispetto a quanto accordato fra le parti, le Farc hanno fatto capire che la decisione di abbandonare le armi è irreversibile, ma senza le garanzie e i benefici dell’accordo difficilmente accetteranno di abbandonare la selva. Deludente anche l’affluenza, ha votato poco più di un terzo dei 35 milioni di aventi diritto. Tra timori, indifferenza e diffidenze, la Colombia ha preferito non salire sul treno della pace proposta dal governo ed ora tutti gli scenari sono possibili.

    RispondiElimina
  8. Buon giorno a tutti, la presente per informarVi che blu panorama in data domenica 2oct ha confermato volo in partenza da Holguin oggi 3oct h 19.00 local time sia via mail che oralmente con i rappresentanti in loco, scopriamo in realta' volo cancellato, bv1712 partito in orario da Mxp si ferma ad Havana...turisti all inclusive avvertiti e portati con Viaazul all'Avana , alcuni turisti fai da te come me alloggiati in case particular o hotel in città totalmente abbandonati e non avvertiti neanche via mail..chapeau....
    Andrea M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che il motivo sia l'imminente passaggio dell'uragano nella parte orientale di Cuba. Alessio

      Elimina
  9. Risposte
    1. Ciao Milco e il call center della Bv sito in Albania mi risponde gente del luogo che ci dice che ci hanno avvertiti (?) E che se non prendiamo volo da Havana oggi o ci riproteggono prossimi giorni o ci rimborsano....certo...ci rimborsano...restiamo a Cuba. ..personale albanese del call center tra parentesi oltre che disinformato è assolutamente maleducato. ..Vi aggiorno se e quando potrò. .ripeto ho mail conferma datata 2oct
      Andrea M.

      Elimina
    2. Qualche anno fa, sempre con BV arrivammo a Cuba con qualcosa come 10 ore di ritardo.
      Diedi la cosa in mano al mio legale che invio' 2 lettere.
      Mi spiego', dopo avere invano atteso risposta, che, essendo la societa' in amministrazione controllata era piu' facile che la Marini vincesse l'oscar per la recitazione che io vedessi qualche rimborso....

      Elimina
  10. Usare il CHE per promuovere la lega nord è un po' come utilizzare Madre Teresa di Calcutta per promuovere un film porno di Rocco....Alessio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O Schettino per un film sulle tecniche di navigazione....

      Elimina
  11. Debido a la inminente evolución y trayectoria del huracán Matthew, los vuelos planificados con destino a las posibles áreas de mayor afectación quedan cancelados hasta nuevo aviso, se informó hoy.
    Debido a la inminente evolución y trayectoria del huracán Matthew, los vuelos planificados con destino a las posibles áreas de mayor afectación quedan cancelados hasta nuevo aviso, informó hoy la Corporación de la Aviación Civil Cubana S.A. (CACCSA).
    Con esta medida que entrará en vigor a partir de las 12 p.m. del dos de octubre de 2016, se suspenden los vuelos nacionales hacia Santiago de Cuba, Holguín, Camagüey, Guantánamo, Moa, Baracoa, Manzanillo, Bayamo y Las Tunas.
    Dicho organismo de la aeronáutica cubana también reportó sobre la cancelación de los viajes con destino Puerto Príncipe, Haití; Santo Domingo, República Dominicana; Fort-de-France, Martinica; Pointe-a-Pitre, Guadalupe; y Caracas, Venezuela.
    Asimismo, los vuelos de regreso desde Madrid con aterrizaje en Santiago de Cuba, así como aquellos con Buenos Aires como punto de partida y destino a Cayo Coco, serán modificados con la previa comunicación a las autoridades y los turoperadores correspondientes.
    El restablecimiento de los servicios será informado oportunamente a las correspondientes instancias para evitar molestias adicionales.
    Por otra parte, CACCSA informa que la transportación comprometida en boletos emitidos será restablecida progresivamente según la posibilidad de efectuar vuelos posteriores al restablecimiento de las operaciones.
    A los pasajeros que decidan no viajar en estas condiciones se les reembolsará el costo del pasaje.

    Regulaciones en la transportación por ómnibus
    omnibus-nacionales-Debido a las condiciones meteorológicas pronosticadas por la proximidad del huracán Matthew al territorio nacional, se suspenden las salidas programadas por la Empresa Ómnibus Nacionales con origen en La Habana y el resto de las provincias del país hacia el territorio oriental desde Las Tunas hasta Guantánamo, a partir del lunes 3 de octubre a las 05:00 horas y hasta tanto no mejoren las mismas.
    Igualmente se cancelan las salidas desde estas provincias orientales, con destino al resto del país el propio lunes 3 de octubre a las 12:00 horas.
    El puesto de dirección de la Empresa Ómnibus Nacionales se mantendrá en contacto con el Instituto de Meteorología para informar oportunamente a la población el restablecimiento de los servicios.
    Se aplicará el procedimiento aprobado para estos casos y se mantendrá comunicación con los pasajeros anotados en las listas de espera y con reservaciones.
    Una vez restablecida la transportación, serán atendidos priorizadamente los pasajeros con reservaciones comprendidas en los días de suspensión; a los que no deseen viajar, se les reintegrará el cien por ciento del valor del pasaje hasta 15 días después de la fecha de restablecimiento de los servicios.

    Empresa Ómnibus Nacionales.

    RispondiElimina
  12. Ho questa è la risposta ad Andrea tutti i voli per l'Oriente nazionali e internazionali sono momentaneamente sospesi, il volo di oggi bv è partito regolare no va Holguin scendono tutti Avana

    RispondiElimina
  13. Timba, senza se e senza ma.... in alternativa come ben sai cantautori italiani. Purtroppo sono repellente alle disco italiane dove vien passata musica latina, soprattutto dove vivo io, a pochi km dagli impianti di sci, ascoltare questa musica sotto gli zero gradi anche se il locale è riscaldato mi rende triste sapendo che dall'altra parte dell'oceano ci saranno trenta gradi e mulatte che dimenano i sederi; amo l'originale, detesto i surrogati.P68

    RispondiElimina
  14. E' vero.
    Mi ricordo quando facevo il dj latino, per 4 ore ero immerso nei suoni di quella terra e nel suo calore, poi alle 4 del mattino, uscivo di fuori e mi trovavo catturato dalle nebbie padane.
    Non una bella sensazione...

    RispondiElimina