domenica 18 dicembre 2016

LA NOVIA SCOMPARSA

 Risultati immagini per NOVIA CUBANA

Questo e' il pezzo per domani, lunedì, e' possibile che, visto che mi tocca l'apertura al mattino, per le prossime settimane faccia come oggi, inserendo il pezzo la sera prima

Una delle cose che si e' potuto notare di piu' durante questo ultimo viaggio, e' stata la quasi totale scomparsa degli stranieri che vanno in giro con la cosiddetta “novia”.
Per novia, morosa e/o fidanzata si intende la compagna fissa con cui trascorrere la vacanza, a prescindere dal fatto che ci possano o meno essere sviluppi futuri una volta che il culo bianco di turno rientri in patria.
Molti optavano per una fanciulla piu' o meno fissa, piu' qualche digressione...beh...sono spariti pure questi.
O meglio, alcuni di loro sono ancora in circolazione ma...solteri.
Forse la ragione di questo modificare il proprio stile di vacanza e' dovuto a qualche esperienza andata a male, forse oggi e' piu' complicato il menage per tutta una serie di ragioni.
Piu' prosaicamente, come mi ha detto recentemente un avvocato bolognese che conosco da anni e che ho piacevolmente incontrato di nuovo in piscina a Tunas, costa troppo mantenerla.
Ecco, io direi che e' proprio questo il qusillibus.
La crisi economica ha il suo peso, come ho gia' raccontato, chi prima rentava il macchinone oggi gira in economica, chi rentava l'economica veleggia in scooter, molti che rentavano lo scooter si fanno delle belle camminate.
Io stesso, senza troppi giri di parole, con la A2 spendo decisamente di meno rispetto al passato.
Altri si sono presi prima un anno e poi altri periodi sabbatici lontano dall'isola, in attesa della chiamata dell'interinale di turno, che li sollevi dall'incombenza di bivaccare in rete 20 ore al giorno.
Non e' il caso di raccontare cazzate o di vergognarsi, semplicemente per molte tasche il dover moltiplicare, quando va bene, per 2, il costo di una vacanza e' diventata una cosa insostenibile.
Si inizia col desajuno per 2, oggi siamo a 5 cuc a cranio in molte case, poi l'almuerzo (perche' tu puoi anche saltarlo ma lei...tiene hambre sicuramente) quindi la comida.
Nel frattempo ci aggiungi la piscina, o il mare, le bevute e tutto quello che ci vuoi aggiungere.
Mettici dentro il regalito, che puo' essere una scarpa come una borsa ma sicuramente una cosa che economica non e'.
Se poi proprio non si vuole essere come quelle coppie, dove la fanciulla anche solo per un pacchetto di bombi deve chiedere il grano al papi, occorre disporre di una dotazione, piccola o grande giornaliera e/o settimanale, da darle.
Alla fine della vacanza, amici miei, c'e il TFR che incombe e anche li'...come diceva il comico Bertolino “giu giu giu, din din din”.
Ovviamente, durante il periodo in cui il culo bianco frequenta la fanciulla, nella casa della stessa accade qualche immancabile disgrazia.
Si ammala gravemente la solita cazzo di abuela, quella che si ammala sempre ma non muore mai.
Oppure si rompe qualcosa, il televisore, il frigo, crolla la placa, si apre un cratere nel bagno ecc....
Alla fine ti fai due conti e ti accorgi, come diceva un mio amico frequentatore di Cuba buonanima; “meglio comprare il latte che mantenere il bovino”, che non vuol essere un'insulto per nessuna cubana, semplicemente e' forse meglio fare il picaflor che mettersi sul groppone una situazione simile.
Se si frequenta una ragazza che vive da sola, ha un lavoro, uno o due figli da mantenere ed e' la persona migliore di questo mondo....alla fine ti tocca poi metterti, in un modo o nell'altro a capo della situazione.
Alla fine se vuoi bene ad una persona, ti rendi conto che vive nella merda....il minimo e' cercare di dare una mano.
Molti oggi non vogliono, sopratutto non possono piu' permettersi questo stile di vita.
A malapena salta fuori il viaggetto, e' anche giusto cercare di spendere per se stessi il proprio budget.
Mettiamoci dentro poi che c'e' chi si e' comportato in modo estremamente generoso, ricevendo in cambio un calcio in culo.
Concludendo possiamo tranquillamente affermare che le coppie fisse stanno diventando come il Panda, da salvaguardare e proteggere.

M&S CASA PARTICULAR HA INSERITO UNA CASA

18 commenti:

  1. Ragazzi e' un delirio e anche un giramento di coglioni.
    Nel week end ci saranno arrivate una ventina di richieste di case a La Habana, tutte di gente che si e' svegliata ieri e vuole un buco per fine anno e inizio del nuovo.
    Neanche il divino Otelma li farebbe saltare fuori.
    Ne abbiamo soddisfatte alcune ma nella maggior parte dei casi....picche.
    Ora siamo a 150 case circa, neanche poche ma a fine anno e' un'autentico delirio nella capitale.
    Meno male che c'e' la crisi...

    RispondiElimina
  2. Calma.
    Terza partita persa consecutiva, come dice Sinisa con i gobbi e il Napoli ci sta', con la Doria no.
    Ora non e' il momento di perdere la testa, abbiamo Genoa e Sassuolo, squadre alla nostra portata per tornare a fare punti.
    Sinisa si dia una calmata, Cairo apra il borsillo e Petrachi muova il culo.
    Serve gente dietro, kili a centrocampo e alternative davanti.
    Non giovani di prospettiva, ne abbiamo gia' troppi, serve gente pronta a giocare domani, a gennaio non e' facile.
    Vendere i migliori ogni anno ha un prezzo, il non riuscire mai a fare il salto di qualita'...ma questo Cairo lo sa bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il risveglio del Toro dopo il passo falso di Napoli è tutto nella voglia di ripartire già dalla sfida con il Genoa di giovedì sera: prezzi scontati (10 euro per le donne in ogni settore) e l’invito del patron granata Cairo a «riempire lo stadio...».
      Il numero uno granata, al Coni per ricevere il prestigioso riconoscimento del Collare d’Oro al merito sportivo del Toro, ha analizzato la sconfitta del San Paolo. «Nessun dramma, contro una squadra forte può capitare anche di soffrire: dite sempre che giochiamo meglio i primi tempi, ieri ho visto segnali positivi nella ripresa...».
      Il dopo gara di Napoli è andato in archivio con un nuovo “processo” di Mihajlovic ai suoi ragazzi: stavolta a pagare in pubblico la deludente prestazione è stato Ljajic. «Cosa ne penso delle riflessioni del nostro tecnico alla luce del sole e non nel chiuso dello spogliatoio? Se Mihajlovic fa così vuol dire che può farlo: è il suo stile, conosce i giocatori, li ha voluti lui come nel caso di Ljajic. Questo è il suo modo di agire, di motivare ed io lo condivido...».

      Elimina
    2. Lottare per la coppa uefa se la può giocare,ma non sarà semplice.paolino.

      Elimina
    3. Senza rinforzi adeguati credo sarà molto difficile

      Elimina
  3. hola! direi che hai centrato il nocciolo della questione. Il fatto è che fare il vero turista per l'italiano (estenderei anche europeo) frequentatore target de la isla è sempre stato difficile anche in periodi di vacche grasse e di cambio verso 1,30 figuriamoci oggi. E nello specifico parli di oriente cubano ovvero prima di haiti. No es nada facil. Personalmente ho fatto solo un paio di vacanze con una novia fija in casa ma mi sentivo troppo oppresso anche perchè le scenate di falsa gelosia sono antipatiche per me. Come sapete ho il mio giro di tipe fisse di fiducia e mi muovo con quelle poi vario en tema de tortillas. Comunque spendo qualcosa in più rispetto a stare en pareja (escluse eventuali rimesse/aiuti dalla yuama durante l'assenza) ma visto che vado a fare il turista è giusto così. Poi dipende dagli obiettivi Cuba no es solo sexo ma certo è che se ti metti in mezzo alla farandula con una bevanda seduto per ore e quando approcci non offri nemmeno un refresco eres un tacaño e dovresti scegliere un altro tipo d'ambiente. chao Enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Enrico non so da quanto tempo non metti piede in oriente ma...sbagli.
      Oggi Las Tunas...e dico Las Tunas, come costi si differenzia dalla Capitale sostanzialmente per le case de renta.
      Da noi trovi ancora a 15/20.
      Nella capitale a meno di 30 dormi sul muretto del Malecon a meno di non finire a Boyero a far compagnia all'accattone.
      Se vai a Tunas a mangiare in un paladar di qualita' tipo la Romana e fai un pasto completo non te la cavi con meno di 18/20 a cranio.
      Poi certo ci sono i locali...cubani ma quelli li trovi anche a La Habana.
      Le fanciulle de La bolera sono economicasmente allineate alle colleghe delle disco avanere, giusto per capirci.
      Il senso del post e' anche questo....a oriente e' finita la cuccagna, se vuoi fare una vacanza decente....giu giu giu din din din.

      Elimina
    2. non giro ad oriente dal 2010 ( feci 3 giorni en Victoria de Las Tunas - las guajiras blanquitas me gustan mucho - ) ultimo anno in cui affittai el carro. Comunque hai ragione ormai i prezzi sono allineati quello che volevo sottolineare è che l'emigrazione yuma dai primi anni dl 2000 da la capital alle città de palestina è dovuta solamente per problemi di budget o almeno si pensa di andare a spendere meno ma se vuoi fare il turista decentemente sei obbligato a spendere più o meno sempre quello che ormai per l'europeo è diventato uno sfizio costoso. chao Enrico

      Elimina
    3. Guarda so di italiani che vivono nella capitale con 10 cuc al giorno, dipende sempre cosa si vuole.
      Se torni a Tunas....indicami una guajira...se la trovi...

      Elimina
  4. Dai Milco,non tutte chiedono. Giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero....pero'.....
      Un conoscente di vecchia data che sverna in citta', da un paio d'anni frequenta una fanciulla che viveva con un figlio in una specie di grotta.
      Cosa fai...la frequenti e non cerchi di darle una mano?
      In piu' nei 6 mesi che in cui lui e' in Italia....fa il suo dovere.
      Alla fine gli va bene cosi', ma e' il primo a dire che da picaflor spendeva decisamente di meno.

      Elimina
    2. refran español: el que folla pagando (directamente) acaba ahorrando
      Enrico

      Elimina
    3. Dicono anche que....lo barato sale caro... :-)

      Elimina
  5. mantenerle a distanza no grazie, non ho mai credito alla novia adottata a 10.000 km di distanza . Flaquito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "non ho mai credito"
      Lapsus freudiano...?

      Elimina
  6. Server a Cuba per rendere più accessibili i contenuti di Google nell’isola caraibica: è la sostanza di un accordo sottoscritto dal colosso statunitense con Etecsa, la società statale delle telecomunicazioni dell’Avana.
    “L’intesa – ha sottolineato Google in una nota – permette ad Etecsa di utilizzare la nostra tecnologia per ridurre la latenza mettendo a disposizione a livello locale alcuni dei nostri contenuti più popolari, come YouTube”. Cuba è uno dei Paesi al mondo con connettività più bassa. L’accesso a internet è limitato nelle abitazioni private e disponibile in luoghi pubblici solo a pagamento.
    L’intesa è stata sottoscritta poche settimane prima della conclusione del mandato di Barack Obama, il presidente degli Stati Uniti che si è impegnato per un miglioramento dei rapporti con il governo socialista dell’Avana dopo 50 anni di embargo e tensioni.
    Le prospettive dei rapporti bilaterali, però, appaiono incerte. Più della scomparsa di Fidel Castro, già dal 2006 fuori dal circuito istituzionale, preoccupa l’entrata in carica alla Casa Bianca di Donald Trump: finora sulle relazioni con Cuba il presidente eletto ha rilasciato dichiarazioni contraddittorie.

    RispondiElimina
  7. ma chi parte per vacanza a Cuba trova sempre la maniera di muoversi e organizzarsi le sue storie in base a quello che si ha,ce n'è sempre per tutte le tasche di situazioni,già partire è un privilegio e il resto viene da solo sicuramente.certo che il cambio moneta è il primo motivo che ha penalizzato gli stranieri,ma si trova sempre da divertirsi insomma.paolino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo.
      Cambiare 1000 euro e ricevere in cambio 1350/1400 cuc e' un conto.
      Ritrovarsi con 1000 e' un'altro...

      Elimina