lunedì 6 aprile 2015

IL NOSTRO MIGLIORE AMICO


Piu' si invecchia, si conosce la vita, si entra in contatto con gli esseri umani e le loro miserie e piu' si tende ad amare gli animali.
Il mio amore per i cani nasce da quando ero un bimbo, mio padre si presento' a casa con un trovatello bastardino, piccolo e cattivello, che divenne il mio primo perrito.
Ad un certo punto, una ventina di anni fa ne presi addirittura due; l'Akita e un Siberian Husky.
Quest'ultimo, col senno di poi, fu un errore.
Erano gli anni in cui questo tipo di animale era di moda, a causa dei suoi occhi azzurri.
E' il classico tipo di cane nordico, poco propenso alla carineria, adatto a tirare la slitta nella neve e con una serie di controindicazioni notevole.
Dopo aver disfatto l'orto della casa cittadina in cui vivevo all'epoca e, nella casa in campagna, a seguito dell'ennesima fuga, aver fatto fuori un discreto numero di galline nelle cascine vicine, decisi di regalarlo ad un amico, maestro di sci, che viveva sopra Bardonecchia e possedeva gia' altri cani simili.
Una volta tornato nel suo ambiente naturale, che non e' certo la citta', non ha piu' dato alcun problema.
Fra l'altro a Tunas un policia che vive dietro lo stadio piccolo de la pelota, ne ha uno.
Il clima ideale per quel tipo di cane....
L'Akita e' stato con me per tutta la sua vita, durata 14 anni.
Mentre a Cuba ero indaffarato nella costruzione della mezza casa rimasta, a seguito del divorzio, alla mia ex moglie, comperai due cani.
Uno splendido pastore belga e una femmina che avrebbe dovuto essere pastore tedesco ma...me estafaron....
Quando sono cuccioli e' facile sbagliarsi, alla fine sembrava un pastore aleman ma era...un'altra cosa.
Non ho mai capito bene cosa...
Non importava, l'affetto viene naturale, questo a prescindere dalla razza del cane.
Mi tengo alla larga dai canili, sono sicuro che se ci mettessi piede, difficilmente ne uscirei a mani vuote.
Alla fine quando la boda se acabo, li tenne lei, io ero in Italia....conoscendola li avra' rifilati, seduta stante, a qualche vicino...spero.
Esattamente un'anno fa ero a Cuba, la fanciulla, a casa, aveva gia' 2 cocker, cani che vivono in simbiosi con la suegra.....cani da casa....bestie da arredamento.
Credo che un cane, per definirsi tale. debba avere un certo tipo di dimensione, robine piccole vanno bene per la vecchina di turno a cui, dopo un po', tendono ad assomigliare, o viceversa.
Visto che hanno un grande patio e visto che io....dopo me ne sarei andato e che sarebbe toccato a loro tirarlo su, chiesi se un cane serio avrebbe trovato posto in casa.
Avuta risposta positiva andai da Melchior, il mio amico veterinario, per chiedergli se conosceva qualcuno che vendesse qualcosa di serio.
Melchior, come ogni veterinario a Cuba, ha trasformato la sua attivita' in una sorta di suk arabo.
Vende di tutto; vacunas, vitamine, guinzagli, cinghietti, ossi finti e tutto l'armamentario che troviamo nei nostri negozi.
Anche lui deve campare...
Mi indico' una casa, a lato del paladar storico di Tunas; la Bamba. Credo non sia piu' attivo, anche se sopravvive il cartello.
Entriamo in un patio grande ma sporco, vedo un pastore tedesco enorme in un recinto troppo stretto, il padre di Tifon.
La signora ci mostra un piccolo cosino puzzolente e sporco, ovviamente di pedigree neanche a parlarne, ma non me ne poteva fregare di meno.
Guardo la fanciulla, certe decisioni bisogna farle prendere alle donne, mi fa segno che il perrito e' quello giusto, mi pare che quadrammo per 30/35 cuc.
Quando prendemmo in braccio il cucciolo, dal recinto il padre inizio' a guaire....sembrava un pianto, come se si fosse accorto che gli avremo portato via il piccolo.
La signora, in quel quel patio lurido mentre ci vendeva un cucciolo sporco, magrissimo e pieno di bichos si raccomando' che lo trattassimo bene.....i cubani sono fantastici a volte...
Andammo subito, con lo scooter, dal veterinario per le prime vaccinazioni e per fargli mettere il liquido per matar los bichos, quindi lo portammo a casa.
Il suegro appena apparve nel portal, vedendo il cachorro, disse subito “ahora......si!”, come per dire “ora si che in casa abbiamo un cane vero”.
Tifon, il nome che gia' aveva quando lo comprammo, come potete vedere nelle due foto, e' cresciuto, circondato d'amore, diventando una bestia notevole...e ancora crescera'.
Ha un bel carattere, (quando la cockerina piu' piccola va in calore tocca chiuderlo fuori.....), ma difende il territorio e credo che quel patio sia, oggi, una delle zone piu' sicure di Cuba
In casa nessun lusso ma comida sempre pronta, vaccinazioni fatte in tempo e un grande patio tutto per lui.
Un cane decisamente fortunato...

 

14 commenti:

  1. Anche io,a volte, preferisco i cani agli esseri umani.Giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un cane spesso è tradito. Lui non tradisce mai

      Elimina
  2. Ricordo diversi anni fa hai pubblicato "i cani di Cuba", dimostrando un grande spirito d'osservazione, infatti lo trovai molto divertente. Avendo visto por la calle un cane di piccola taglia che per l'aspetto faceva pensare ad un cinghialetto, con pelo raso e un Po inquietante, ti chiedo, visto la tua esperienza, se si tratta di un dinguss. P68

    RispondiElimina
  3. Non ne ho idea
    Posso aggiungere che il randagismo a Cuba si sta' diffondendo con inquietante rapidità

    RispondiElimina
  4. Li ha sfamati, protetti e amati. Non potevano non darle l’ultimo saluto. È la storia toccante che arriva da Merida, in Messico, dove un branco di cani randagi ha voluto rimanere vicino alla donna che per anni si è presa cura di loro.
    Nel marzo scorso la salute di Margarita Suarez si era aggravata e si era trasferita nella città di Cuernavaca, sino alla morte qualche giorno fa.
    «È stata una scena choccante: gli animali hanno iniziato ad arrivare a casa, vicino alla bara dove riposava mia madre» ha raccontato la figlia della defunta. All’inizio pensavano che fossero i cani di qualcuno, ma solo dopo hanno capito che erano i randagi di cui si era presa cura.
    Gli inaspettati “visitatori” sono rimasti in silenzio, coricati sul pavimento, come se stessero ripensando a tutti i momenti felici trascorsi insieme. I cani hanno poi lasciato la casa quando il feretro è stato portato via per la cerimonia funebre.

    RispondiElimina
  5. Ricordo per la miliardesima volta che se inserite commenti in argomenti trattati mesi fa non li leggera' nessuno.
    Fatelo nel post del giorno , anche se fuori tema.
    Un blog di.....gente di Pinar del Rio......ahahahahaha

    RispondiElimina
  6. Trovo difficile descrivere ed esprimere in poche parole l' empatia che si crea con questi esseri speciali...

    Di certo "i cani amano gli amici e mordono i nemici, a differenza degli uomini, che sono incapaci di amore puro e devono sempre mescolare amore e odio nelle loro relazioni..."

    Mentre scrivo seduto sul divano dove può mai essere? Qui appiccicato a me...

    Freccia

    RispondiElimina
  7. Se fossi egoista ne prenderei uno domani mattina ma i prossimi anni saranno un tale casino che non saprei come gestirlo.

    RispondiElimina
  8. I cani sono i migliori Amici dell'uomo, cosa che l'uomo non è per loro spesso...oggi avere un cane va di moda per molti, io spero che quando si prende un cane lo si faccia con cognizione di causa, sapendo che un cane va trattato bene, ha dei suoi bisogni, e non è un pupazzo cui giocare solamente, anche io vorrei tanto prenderne uno, ma come faccio, a chi lo lascio vivendo solo, quando mi assento per Cuba un mese? L'amore e il Rispetto che ti da un cane non te lo da nessuno.
    OT: tra 9 giorni sarò all' havana, e tra 10 giorni sarò al caldo della mia Santiago, no veo la hora, ci siamo quasi!

    RispondiElimina
  9. A prescindere dai sentimenti, prima di prendere un cane occorre farsi due domande molto pratiche
    Ho uno spazio adeguato per tenerlo?
    Ho abbastanza tempo da dedicargli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, un cane va preso e rispettato come fosse un uomo, un figlio, un amico.

      Elimina
  10. Non solo, devono esistere anche situazioni logistiche adeguate, non e' giusto che viva sacrificato per il nostro piacere.
    Quando vedo grandi cani che vivono in appartamenti, mi chiedo se davvero valga la pena tenarli in quel modo.

    RispondiElimina
  11. Zione tutti i cani meritano amore e fedeltà. Grandote o pequenito, di razza o bastardino. Tutti gli animali hanno diritto a rispetto :D
    Eppure succedono delle cose orribili.. gente che dà i pasto ai propri cagnoni la gattina della vicina di casa. La mia domanda è: PERCHE' (brutte merde), PERCHE'??????? scusa se sono finita a parlare di questo... besote, D'Arietta tua

    RispondiElimina
  12. Amica mia vedrai ora in estate gli abbandoni. . .

    RispondiElimina