giovedì 11 agosto 2016

SON RAGAZZI...

 Risultati immagini per pitone e topolino vignetta

In questi giorni di agosto, come M&S, abbiamo parecchi clienti in giro per l'isola, ovviamente ci preoccupiamo che i servizi per cui hanno pagato siano erogati nel modo migliore possibile, ma oltre non andiamo...o meglio non dovremo andare, anche se poi cerchiamo sempre di sapere se tutto sta' funzionando bene nella loro vacanza.
Abbiamo mandato 3 ragazzi, poco piu' che ventenni, uno di loro figlio di una mia conoscente, in una bella casa nella capitale, casa di un mio amico con cui collaboriamo molto, con reciproca soddisfazione.
I ragazzi, la prima notte, hanno raccattato 3 tipe, le hanno portate in casa, hanno fatto un casino con decibel un po' al di sopra del consentito, al mattino si sono risvegliati ripuliti dalle fanciulle di alcune cose che avevano nel cuarto.
I 3 cellulari, un po' di soldi, macchina fotografica, scarpe, vestiti,
Per fortuna i passaporti, la maggior parte dei soldi asciugamani, la moka.e la visa erano al sicuro in cassaforte.
Si tratta di una casa rentata per intero, 3 cuarti, c'e' una duena che si occupa di pulizie e cose simili ma non vive nell'edificio.
Oramai ce ne sono moltissime cosi', anche l'impuesta mensile, in casi simili, e' piu' bassa rispetto a una casa de renta tradizionale.
Parliamo di ragazzi di 20 anni, catapultati, probabilmente per il primo vero viaggio intercontinentale nel....paese dei balocchi.
Immaginatevi 3 ragazzotti, di bell'aspetto che si aggirano per il Malecon con la faccia di chi e' li' per la prima volta e la bocca aperta, sia per la meraviglia del luogo sia per il via vai di culi e tette neanche minimamente immaginabile nelle serate sabaude di preparazione al viaggio.
Ho rassicurato la madre di uno di loro, che non era successo nulla di particolarmente grave, che a Cuba, ma anche a S.Salvario, sono cose che possono succedere, che tutto fa esperienza e che ci sono cascati personaggi ben piu' scafati e stagionati di loro.
Perlomeno i ragazzi hanno l'alibi dell'eta'.
Mi immagino le bandolere appena hanno visto i fanciulli....peggio che gettare una cisterna di sangue in un mare infestato da grandi squali bianchi.
La mia prima volta a Cuba e' stata a 38 anni, avevo visto tanto mondo, viaggiato tanto, lavorato in posti incredibili, “visto” una marea di donne.....eppure qualche cazzata l'ho fatta anche io.
Esattamente come tutti voi.
Se fossi sbarcato a Cuba per la prima volta quando avevo 21 anni, con la testa di allora e quell'ingenuita' che ti fa fare danni, non so cosa cazzo avrei combinato.
Essere catapultato dalle melmose brume sabaude, dove anche le ragadi se la tirano, dove le donne sorridono 3 volte la settimana e ti devi sudare tutto, nel bel mezzo alla maggiore delle Antille con tutto quel sole, quelle donne, quel ron, quel tutto......beh....forse ne avrei combinate anche di peggiori.
Ancora una volta pero' non posso non riscontrare come, appena usciamo dai confini della patria, ci si dimentichi delle elementari regole di prudenza che regolano la nostra vita in queste bande.
Non credo che in Italia avrebbero portato a casa (dei genitori...) delle sconosciute, mettendo sotto il loro naso ogni sorta di ben di Dio tecnologico.
Ricordo pero', appena rientrato da Cuba a marzo, qualcuno ricordera', quel mio conoscente con decine di viaggi alle spalle, probabilmente drogato di notte da 2 tipe che poi lo hanno ripulito di oltre 1000 euro senza colpo ferire.
Ripeto, parliamo di un veterano dell'isola, non di 3 pischelli alle prime armi.
Sono cose che possono succedere sopratutto nei primi giorni di vacanza quando l'astinenza da bollo e' imponente, non si ha ancora preso il ritmo, si tende a fidarsi di chiunque e non ci si e' resi conto che, entro certi limiti, a Cuba, ma non solo, occorre sempre viaggiare rasenti.
Speriamo che i ragazzi abbiamo imparato la lezione e che il proseguo della vacanza scorra sereno e divertente.
Ragazzi immaginatevi a Cuba a 20 anni, magari la Cuba di 10/15 anni fa, roba da non portare a casa neanche il piumaggio.
Se tanti nerds avessero frequentato Cuba a 20 anni, magari si sarebbero svegliati evitandosi, negli anni a seguire, una vita appunto....da nerds

42 commenti:

  1. Nel fioretto femminile portiamo a casa un bell'argento con la Di Francisca che perde con tro una fortissima russa.
    Il settebello batto il Montenegro per 6-5 continuando la sua bella Olimpiade.
    Terza sconfitta per 3-0 dell'italvolley che torna a casa.
    Bonitta non mi ha mai fatto impazzire, la squadra e' infarcita di ragazzine, non si va all'olimpiade con una squadra cosi' giovane.
    Tatanka perde con un russo con verdetto unanime dei 3 giudici, verdetto che lui contesta e...non me lo aspettavo.
    Nella crono femminile di ciclismo la Longo Borghini, bronzo nella prova in linea arriva quinta.
    Alla fine Schwazer prende 8 anni, hanno voluto dare un verdetto esemplare tenedo conto della recidiva.
    L'aria che tirava, coi russi e il doping non faceva presagire nulla di buono.
    Mi sembra una grande porcheria ma lo sport, purtroppo e' anche politica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Golf alle Olimpiadi...ma porcaccia la miseriaccia zozza!!!!!!

      Elimina
  2. A volte, sul blog, parliamo della consuetudine del cubano di NO TENERE LA CULPA.
    Queste olimpiadi dimostrano pero' che noi italiani, come piangini, non siamo secondi a nessuno.
    Il nuoto sta inanelando figuracce e molti atleti, dopo aver perso, non trovano niente di meglio che tirare in ballo i russi, che nel nuoto non e' che siano poi questi gran fenomeni.
    La Errico nel fioretto perde e accusa il suo allenatore.
    Tatanka, e ripeto non me lo spettavo, accusa i giudici per la sua sconfitta.
    Montano perde con un russo sempre nella scherma e anche lui si lancia in accuse.
    Mi ricordano un po' quei fenomeni che, dopo rovesci personali, incolpano Cuba dei propri errori.
    Lo sport e' questo, e' bello vincere ma bisogna anche saper perdere, anzi in questo paese e' proprio la cultura della socnfitta che latita.
    Lo diceva Arrigo Sacchi 20 anni fa.

    RispondiElimina
  3. Se andavo a Cuba a 20 anni probabilmente non tornavo a casa. Giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo....a patto che qualcuno mandasse soldi....

      Elimina
  4. Successe la stessa cosa anche al mio gruppo la prima notte della prima vacanza a Cuba.
    Poi imparammo...

    Simone m&s from munchen

    RispondiElimina
  5. Una cazzata o l'altra la abbiamo fatta tutti...

    RispondiElimina
  6. La mia prima volta a Cuba e' stata a 29 anni, dopo aver viaggiato tanto e in compagnia di un camajan che era al suo decimo viaggio e mi ha evitato le fregature. Soprattutto al primo viaggio e' essenziale una guida!!

    RispondiElimina
  7. Esatto un qualcuno che ci pari il culo al primo viaggio sarebbe importante

    RispondiElimina
  8. Concordo con te, siamo dei gran piagnoni. La Pellegrini me l'aspettavo cosi', se non e' capace di metabolizzare un quarto posto e' meglio che si dedichi alla pubblicita'. Mi dispiace per gli schermidori, di solito erano i piu' sportivi. Per quello che hanno fatto a Schwazer non dovremmo piu' guardare una gara di atletica, la Iaaf e' davvero squallida. Come squallido e' stato fischiare la Efimova, nessuno si ricorda...chi e' senza peccato scagli la prima pietra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal punto di vista formale la IAAF ha fatto quello che doveva.
      La prima volta 3 anni, la seconda carriera finita.
      Il problema e' che la seconda non c'e' mai stata.
      Probabilmente un possibile vincitore olimpico ex dopato con tutto il casino dei russi era poco conveniente.
      Forse se non vinceva in coppa del mondo....come qualcuno aveva suggerito a Donati.....
      Vergognoso il silenzio di Malago', ma da un mafioso c'e' poco da aspettarsi.

      Elimina
  9. Il tutor è auspicabile ma pure questo non ti salva dalle inchiappettate..io ho avuto Marietto camsjan scafato che però come tutti disconnette il cervello quando abbassa i pantaloni...siamo così, dolcemente complicati :-) tanto per parafrasare la canzone di un' amica mia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche perche' il tutor non ti fa da guardia armata alle porte del tuo cuarto....

      Elimina
  10. Ma quanto è antipatico sto pagliaccio di Tamberi. Fortunatamente esiste la legge del contrappasso.

    Simone M&S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da uno che gareggia con mezza barba fatta cosa vuoi pretendere?
      Per fortuna che da lassu'....vedono e provvedono.
      Occhio Higuain.....

      Elimina
  11. hola! son cosas que pasan, la prima volta a Cuba fu alla fine del 7/2004 appena diplomato ad inizio mese non avevo nemmeno 19 anni dato che li compio in settembre. Cmq ero forte del tutoraggio di mio cugino che viaggava a la isla dal 1989 quando ancora c'era la marina russa nella bahia de la capital. Dividevamo una casa indipendente in zona rampa. Sul tema idioma ero abbastanza avantaggiato in quanto avevo 5 anni de castellano alle spalle. Ovviamente mi monitorava in tutto, e le tipe (jineteras duras de disco) quando sapevano che c'era anche lui in casa stavano regolari. Infatti non mi rubarono nulla anche perchè essendo astemio non sono mai fuori controllo. Mi aiutava anche con le trattative per il compenso. Una potenzialmente immensa cazzata però la feci ovvero scelsi la stessa tipa per 3 settimane ( gran putisima del salon rojo , quando il locale era di moda ) e scopavamo senza protezione. Questa si divideva tra me ed un belga cliente fisso y remesero che alloggiava sempre in zona vedado. Al ritorno feci il test sida/sifilide/epatite tutto ok nemmeno la candidosi o gonorrea. Fu una lezione infatti dopo quella voltra tranne con un altro di ragazze ( in 12 anni di cuba) sempre coperto. Tanto per dire come el bollo facil ti fa perdere la ragione. Comunque non colpevolizziamo la isla ma stiamo sempre in campana. chao Enrico

    RispondiElimina
  12. Il discorso del bere e' fondamentale.
    Quanti ne ho conosciuti che si sono addormentati nel cuarto e......
    Probabilmente ai ragazzi e' successo questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A noi è successo proprio questo...
      Simone M&S

      Elimina
  13. RIO DE JANEIRO - Il Tas demolisce la carriera di Alex Schwazer. Il Tribunale di arbitrato sportivo ha condannato il marciatore altoatesino a una squalifica di 8 anni per la nuova positività a uno steroide sintetico rilevata in un controllo del 1 gennaio scorso. Il verdetto arriva dopo l'udienza fiume di due giorni fa in cui Schwazer aveva esposto le proprie ragioni, chiedendo l'audizione di alcuni testimoni via skype e producendo una importante documentazione attraverso schede powerpoint e test. Il Tas ha accolto tutte le richieste che la Iaaf aveva fatto e quindi non ha concesso alcuna attenuante al marciatore altoatesino che sognava le Olimpiadi di Rio de Janeiro, obiettivo che si era prefissato da oltre un anno, quando aveva iniziato la collaborazione con Sandro Donati, il paladino della lotta al doping. "Sono distrutto", è la prima frase con cui Schwazer commenta il verdetto. Per poi aggiungere: "Non mi sembrava che l'udienza fosse poi andata così male, per questo ho voluto crederci fino alla fine. Di quelle dieci ore che abbiamo parlato dove Donati ha presentato il suo power point, non è rimasto nulla, solo una grande amarezza. Non conosco ancora le motivazioni ma mi pare si siano limitati ad una semplice cosa tecnica. Credevo di poter partecipare alle Olimpiadi di Rio, è da oltre un anno che lavoro e facendo parecchi sacrifici, soprattutto economici".
    Il tecnico Sandro Donati, in conferenza, lo difende con convinzione: "E' evidente un fine persecutorio nei confronti si Alex. Di riffa o di raffa doveano eliminare Schwazer. Non parlerò della mia persona, ho una certa età. Ad Alex hanno stroncato la vita. Stamattina ha marciato per una quarantina di km a una velocità che tolti uno o due marciatori nessuno saprebbe tenere nemmeno in gara. E' evidente che era facile incolpare uno con un precedente. Poi avete visto con quale tecnica, anche medici interessati da procedimenti giudiziario, si siano affrettati a definirlo persino "bipolare". Alex è lineare, coerente, semplice, affidabile. Ha sbagliato una volta, con sua quota di responsabilità coinvolgendo anche la Kostner in una cosa in cui non entrava niente. Ma in quel periodo è stato abbandonato a sé stesso. Non gli è stato dato un allenatore adeguato. Qualcuno gli ha prescritto un antidepressivo per email. Sapevano che aveva incontrato il dott. Michele Ferrari e nessuno è intervenuto. Gli hanno permesso di andare in Germania per un mese. Tutti si sono sottratti, il Coni e la federazione". Ora cosa sarà di voi? "Alex è cresciuto tanto in questi anni e ha l'equilibrio per affrontare la vita anche fuori dall'atletica. Lui dopo Rio l'avrebbe abbandonata comunque. C'è stata un'opera di delegittimazione di Schwazer appena ha iniziato a lavorare con me, con foto mandate in giro. Ex miracolati di Conconi. Alex marcia alla grande, non gli è mai stato alzato un cartellino rosso. Si è pagato tutto di tasca sua, e lo hanno accusato di fare marketing".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per me questo sicuro arrivava sul podio....comunque stavolta credo fosse pulito e ci sia altro dietro..che simpatico Tamberi e pure da Russo(che non mi aspettavo facesse polemiche sul verdetto del suo match)non mi aspettavo giudizi caustici da finto moralizzatore ...che Alex sia un pirla assodato ma gli altri due non da meno...almeno credo...
      off topic:visto Brasile ieri e con acqua alla gola hanno dato spettacolo
      Andrea M.

      Elimina
    2. Mah....Alex ha fatto una cazzata (anzi due...una donna come la Kostner e' un castigo degli Orishas...) ma ha pagato....

      Elimina
  14. A quell età ci sta dai e tutto fa esperienza

    RispondiElimina
  15. Tutto fa esperienza, anche a me è capitato più volte le prime volte di Cuba, di essermi portato a casa tipe,e poi essermi addormentato per il troppo ron ingurgitato, però il mio amico mi aveva messo in guardia, di mettere chiuse in valigia tutte le cose tipo soldi, passaporto, cellulare,ecc, infatti mai successo nulla, per culo ovviamente, solo una volta una tipa mi ha fottuto 20 cuc che avevo dentro i jeans, ed era il resto dei soldi rimasti della serata...A Baracoa l'estate scorsa un mio amico (che era a Cuba per la seconda volta) si è fatto fottere 300 cuc, che aveva in maleta, nonostante fosse stato messo in guardia appena arrivato a Baracoa, ecco questa gente merita che gli fottono tutto, perchè se ti cuidano e tu te ne freghi di ascoltare i consigli, poi te la prendi in quel posto....le fanciulle ne approfittano in due momenti per rubare, o quando ti addormenti, oppure mentre sei in bagno a farti la doccia, questi sono i momenti peligrosi...io ho sempre fatto fare la doccia prima alla lei, così nel mentre lei si bagnava, io aprivo la maleta, riponevo dentro soldi, telefono, ecc, prendevo i vestiti puliti da mettermi, e poi la chiudo con chiave e lucchetto, portandomi la chiave dietro in bagno, così mentre io sono in bagno a fare la doccia, anche se vogliono rubare si attaccano al cazzo.

    RispondiElimina
  16. Vabbe'....il tuo amico...lo zoccolone glielo avevi mandato tu.....:-)

    Per il resto sono, da sempre, dell'idea che prima di portare qualcuno a casa...almeno una mezzora di conoscenza sia indispensabile.
    Non risolve ma....aiuta
    Poi ognuno ha la sua testa

    RispondiElimina
  17. E' quello che mi ha detto il camajan nel mio primo viaggio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco un termine che ho sempre detestato è proprio camajan...

      Elimina
    2. pure yuma è assai offensivo a mio avviso....ti identifica come un co....ne da sfruttare

      Elimina
  18. capisco i ragazzi che a 20anni si sono trovati in un apparente paese dei balocchi ma .....da genitore capisco ancor di più la loro mamma ...mia figlia è in vacanza a Maiorca e io tremo di paura...comunque ho impressione (non certezza)che a Camaguey nel Copa abbiano messo pure a me algo nel cuba libre...ho solo avuto lucidità di tornare in hotel da solo appena non mi sentivo bene e unico danno e' stato al mattino un mal di testa da record...stiano però attenti a fare sti giochi a Cuba perché finché lo fai a uno in buona salute il tutto si risolve ma se dai certe schifezze a persone con problemi di salute quello rischia di rimanerci e li non credo la pnr faccia passare la cosa in cavalleria come fa quando una donna di facili costumi ti ruba soldi o altro..ciao a tutti
    Andrea M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà....ma questa cosa di farmi mettere algo nel bicchiere o nella bottiglia mi sembra complicata.
      La genitrice e il marito che conosco,rassicurati da me che i ragazzi stanno bene hanno solo detto;"sono esperienze che insegnano a vivere".
      Grandi.

      Elimina
    2. avranno pure detto così ma fidati stanno morendo di paura....non saprei Milco..io bevo quasi niente e mi è parso strano quella sera mi girasse la testa all 'improvviso e inizziassi a sudare...magari solo un malore e mi impressionai..non saprei
      Andrea M.

      Elimina
    3. Senza entrare troppo nei dettagli...
      Il proprietario della casa, dall'Italia ha subito chiamato i ragazzi per sapere come stavano.
      Questi, rassicurandolo, hanno chiesto di non avvisare a casa, non volevano far sapere che avevano portato donne in casa, al rientro avrebbero parlato di furto in camera...
      Visto che la madre di uno e' una cliente ma anche un'amica non volevo che potesse dirmi "ma dove il hai mandati?".
      Visto che in quella casa abbiamo mandato decine di clienti, tutti soddisfattissimi ho preferito parlare con la madre della cosa.
      A quel punto hanno deciso, i genitori, di far finta di nulla.
      Al rientro i ragazzi racconteranno la loro storia....a chi sa gia' tutto e fara' finta di non sapere....
      Chiaro che poi i genitori stanno in ansia...e' normale.

      Elimina
    4. magari anche problemi di dinero così le tipe hanno trovato il modo per saldare. flaquito

      Elimina
  19. Non volevo offendere nessuno con il termine camajan, volevo solo indicare scherzosamente uno che sa il fatto suo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no Mirco...
      E' che ne conosco alcuni che si definiscono tali.....
      mentre in realta' vivono sulle spalle di altri italiani e di cubani...

      Elimina
  20. Risposte
    1. Italia sta facendo molto bene mi pare o sbaglio?nuoto a parte

      Elimina
    2. Bisognerebbe fare un bel monumento ai gruppi sportivi militari.

      Elimina
  21. Avete visto il colpo delle Olimpiadi di ieri nel beach volley di Carambula???

    RispondiElimina
  22. No ma pare sia un tipino particolare

    RispondiElimina
  23. Le 3 tipe faranno poca strada visto che lasciano documenti per entrare in casa devono essere registrate con carne',strana sta cosa

    RispondiElimina
  24. Devo vedere anche un cubano che nel pugilato gareggia per l'Arzerbaigian....

    RispondiElimina
  25. Mai avuto problemi a Cuba...con le dovute precauzioni non mi è mai successo nulla...chiaro che se uno si porta a casa il primo troione,conosciuto da 5 minuti in discoteca...! In tutti i viaggi che ho fatto,solo una volta sono stato derubato...in Italia...!blanco79

    RispondiElimina